? ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 2 anni fa

Analisi sul libro "Dr Jackyll e Mr Hyde"???? 10 pts al migliore URGENTISSIMO P.S.: Anche link!!?

1 risposta

Classificazione
  • 2 anni fa
    Migliore risposta

    La storia è ambientata a Londra dove vive il Dottor Jekyll, uno scapolo dell’alta borghesia ed è narrata dall’avvocato Utterson, amico di lunga data di Jekyll. La narrazione inizia nel ricordo di vecchi avvenimenti: mentre passeggiano per le strade di Londra, Utterson e suo cugino Richard Enfield arrivano davanti uno scantinato che fa ricordare a Enfield un episodio. Infatti, tempo prima, aveva visto uscire da lì un essere strano e ripugnante che aveva investito e calpestato una bambina. Enfield era riuscito a raggiungere quell’individuo e lo aveva costretto con la forza a risarcire in denaro la famiglia della bambina. Quell’uomo così misterioso, di nome Edward Hyde, aveva pagato con un assegno regolare a nome del rispettabile Henry Jekyll. La cosa insospettisce molto anche Utterson, custode testamentario dell’amico, che si preoccupa quando Jekyll decide di destinare tutta la propria cospicua eredità proprio ad Hyde, nel caso egli fosse morto o se fosse scomparso per più di tre mesi. Deciso a vederci chiaro, Utterson prende contatti con un amico comune, il dottor Hastie Lanyon perché è convinto che questo Hyde ricatti il suo amico Jekyll. Scopre anche che Hyde ha pieno accesso alla casa e al laboratorio medico nello scantinato. Insospettito, decide di appostarsi per giorni davanti al laboratorio e riesce anche a vedere meglio Hyde: la sua ripugnanza lo sconvolge. L’uomo infatti è basso e gobbo, coperto di peluria ed è soprattutto molto violento. Jekyll però rassicura l’amico sui suoi rapporti con Hyde, senza però approfondire più di tanto. La vicenda si sposta un anno dopo quando un delitto sconvolge l’opinione pubblica londinese: Sir Danvers Carew, cliente di Utterson, viene ucciso a bastonate. Utterson conduce la polizia nello studio di Hyde/Jekyll e lì trovano il bastone di legno usato come arma del delitto; Hyde però è scomparso. Jekyll, interrogato dall’amico, spiega che i suoi rapporti con Hyde si sono del tutto interrotti, portando a testimonianza una lettera proprio di Hyde. Utterson nota che la calligrafia è stranamente somigliante a quella di Jekyll. Passano alcuni mesi durante i quali Jekyll si comporta normalmente ma poi si rintana di nuovo nel laboratorio e lascia una lettera per Utterson, da aprire però solo dopo la sua scomparsa. E poi Hastie Lanyon muore per le conseguenze di un grave shock, subito probabilmente proprio a casa di Jekyll. Utterson ed Enfield sono sempre più preoccupati, ma durante una delle loro passeggiate si fermano sotto la finestra della casa di Jekyll e conversano con lui finché Jekyll, con una smorfia d’orrore deforme sul volto, chiude l’imposta e si rifugia all’interno dell’abitazione. Dopo una settimana Richard Poole, il maggiordomo di Jekyll si reca da Utterson e gli racconta che il dottore si è chiuso nello studio, da cui provengono urla e altri strani suoni: l’uomo, tra l’altro, richiede uno specifico farmaco. Utterson ed Enfield si recano presso lo studio, sfondano la porta e trovano Hyde morto suicida, e una lettera indirizzata da Jekyll ad Utterson. Quest’ultimo legge prima il memoriale del defunto Lanyon e poi la lettera di Jekyll. Nel primo, si svela il motivo del trauma che ha ucciso Lanyon: egli ha visto Hyde bere una pozione che lo ha trasformato in Jekyll. Chiude il romanzo la lunga confessione per iscritto del dottore, letta dall’avvocato e amico Utterson: nella seconda lettera, Jekyll spiega come ha fatto a diventare Mr. Hyde.La trama del racconto è incentrata sul tema dello sdoppiamento della personalità e sul conflitto fra bene e male all’interno dell’essere umano: un rispettabile dottore londinese, il dottor Jekyll, dopo aver sperimentato su se stesso una potente droga di sua invenzione, si trasforma nel terrificante Hyde, che incarna il lato malvagio del suo essere. Hyde si macchia così di orrendi delitti, che Jekyll può interrompere solo suicidandosi. Il racconto non è affatto un “giallo” o un racconto poliziesco, perché l’obiettivo dell’autore non è risalire alle responsabilità dei colpevoli ma evidenziare la natura del bene e del male, anche nella stessa persona, anticipando le ricerche psicoanalitiche di Sigmund Freud e soprattutto della natura conflittuale dei rapporti tra Io, Es e Super-Io. Quello che emerge da questa storia infatti è che l’essere umano sia composto da due nature differenti e ora l’una, ora l’altra, posso prendere il sopravvento e determinarne la predisposizione al bene o al male. È proprio il Dr. Jekyll ad affermarlo: l’animo umano può quindi avere infinite sfaccettature.

    • ?2 anni faSegnala

      Grazie!!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.