mimi ha chiesto in Società e cultureTauromachia · 3 anni fa

riscaldamento a pompa di calore E' conveniente? Qualcuno ce l'ha?

Pochissimi sono quelli che le vendono, anche se in rete viene descritto come un sistema ideale e a basso consumo, ma è vero?

1 risposta

Classificazione
  • 3 anni fa
    Risposta preferita

    Certo che è conveniente, ma... dipende! Teoricamente una pompa di calore riscalda con un rendimento intorno a 3, cioè ogni kWh di energia elettrica produce 3kWh di energia termica. Quindi, se consideri, a livello energetico, che una centrale elettrica ha un rendimento intorno al 40%, andando a moltiplicare 0,4*3, avresti un rendimento globale pari a 1,2 kWh termici per ogni kWh del combustibile. Con una caldaia tradizionale e un riscaldamento a radiatori, puoi considerare un rendimento globale intorno al 92%, per cui molto al di sotto del 120% visto per le pompe di calore. Però... c'è un però. Il rendimento della pompa di calore varia molto al variare della temperatura esterna, per cui quando fuori fa molto freddo (sotto lo zero) il rendimento della pompa scende da 3 a 1. Per cui ti trovi, nei periodi più freddi, quelli in cui consumi più energia, ad avere un rendimento globale del processo di conversione del combustibile pari a 0,4. Questo mio ragionamento trascura altri aspetti, quali: le imposte sui carburanti, i costi di trasporto dell'energia elettrica e del gas, le perdite dei sistemi, le considerazioni sulle emissioni... In soldoni, se abiti al sud italia ti può convenire la pompa di calore, specie quelle ad aria, che riutilizzi l'estate per il condizionamento. Se invece abiti in zone con inverni rigidi e lunghi, beh, la cara vecchia caldaia a gas è ancora il mezzo di riscaldamento più economico. Tutto questo vale in italia. Laddove l'energia elettrica costi molto poco (vedi la Francia che ha il nucleare) e dove considerazioni complementari diventino importanti, variano anche le conclusioni.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.