Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 3 anni fa

Vivo la mia vita da solo, e a volte non so dove mi porterà tutto questo...?

Ciao a tutti ragazzi, sono un ragazzo di quasi 24 anni, e vivo la mia vita da solo. Che significa? Che mi sveglio, vado a correre, faccio colazione, vado a lavoro (lavoro in una fabbrica e i miei colleghi sono uno più rozzo dell'altro, non mi ci troverei a frequentarli neanche quelli più giovani) pranzo da solo, torno a lavorare, leggo tantissimo, e mi sono creato una palestra in casa dove mi alleno duramente, e gioco in borsa. Io con me stesso mi sento bene ad essere onesto, sono un bel ragazzo, ogni tanto un agenzia di moda mi chiama per indossare vestiti (e mi paga), sento che mi sto realizzando e che avere a 25 anni una laurea triennale e quasi 20mila euro da parte non è poco. Le ragazze che ho voglia di conoscere dopo 1 settimana al massimo mi hanno già stancato, l'ultima volta che sono stato fidanzato avevo 21 anni ero all'uni. Ho la mia moto, il mio appartamento, la mia macchinina, il finesettimana quando ho voglia vado nei locali più in di Milano,(vivo in periferia) conosco qualche ragazza, ma oltre al ssso non riesco ad andare. A volte sono malinconico, mi sento solo, come ora, e mi chiedo: dove mi porterà tutto questo? E inoltre: e se non portassi mai una moglie e dei figli ai miei genitori?... A Natale quando sto con loro mi sento a disagio i miei fratelli tutti sposati io sono visto un po' come il demonio, il "peccatore" ahah... ditemi un po' che ne pensate :)

5 risposte

Classificazione
  • 3 anni fa
    Risposta preferita

    Evidentemente, al momento non senti assolutamente l'esigenza di "accasarti", nel senso che non è ancora giunto il momento di inaugurare la tua vita matrimoniale. Del resto, a parte il lavoro alquanto faticoso ed in un ambiente non proprio simpatico ed ottimale, sei messo tutt'altro che male. Non mi sembra, infatti, che tu sia il proverbiale single che subisce e patisce negativamente la solitudine con i suoi immancabili problemi. Anzi, ti sei organizzato piuttosto bene, svolgi diverse attività nel tuo tempo libero, quando ne hai voglia esci liberamente ed intrattieni le tue pur fugaci relazioni sociali, e, infine, non hai affatto problemi economici di sorta. Insomma, vivi beato, sereno e pacifico. Sicuramente, a leggere le tue parole, più di qualcuna/o ti invidierà .... e pure molto !!!! Quanto alla tu famiglia d'origine, non sentirti più di tanto in imbarazzo. Se, come e quando giungerà il momento debito ed opportuno, allora potrai anche decidere di formare la tua nuova famiglia. Nessuno ti obbliga in questo senso !!!!

  • 3 anni fa

    Hai anche il coraggio di lamentarti? Hai un lavoro, una casa dei soldi e sopratutto non hai il peso di nessuno che ti rovina la vita, puoi stare da per te ed è tantissimo fidati. Inoltre i figli e il matrimonio sono una grosso limite che ti opprimerà la vita. Dunque, rimani così che sei molto fortunato.

  • 3 anni fa

    Fai un po' di volontariato, due volte la settimana.

  • 3 anni fa

    Ciao per me visto che leggi leggi i libri di Paramahansa Yogananda L Autobiografia di uno Yogi il Divino Romanzo Verso la Realizzazione del Sé L Eterna ricerca dell uomo Yogananda era mistico ma non del tipo religioso come sappiamo era un grande maestro e ha dato al mondo un tesoro di conoscenza i nostri quesiti trovano risposte e man mano che leggerai ti accorgerai di apprezzare te stesso di capire come andare oltre i pensieri negativi degli altri la malinconia fa parte di non sapere come se mancasse qualcosa che sembra misterioso ma è la gioia

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    Siamo in una democrazia più o meno libera. Ognuno fa come gli sembra.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.