Cosa ne pensate della globalizzazione?

Io non sono razzista ma sono un po' nazionalista cioè mi piacerebbe mantenere in Italia delle tradizioni, quelle positive e magari prendere da esempio delle culture straniere per rivalutarle poi secondo la nostra cultura(paesi scandinavi, australia, nuova zelanda, giappone e canada). Credo che questa globalizzazione ha distrutto molte piccole imprese e sta eliminando delle usanze che secondo me sono caratteristiche di ogni singolo paese! L'usanza di usare termini stranieri per sembrare fighi, la corsa al capitalismo di massa e unificare molte festività originarie da altri paesi ed importarli qui in Italia, aziende dell'abbigliamento diffuse dappertutto con gli stessi capi, la moda del vegano, ecc..ripeto a me piace molto viaggiare e sarei anche d'accordo per un apertura mentale dell'italia e imitare i paesi stranieri di alto livello come modello da eseguire in ambito politico e senso civico ma credo che con l'unificazione di tutto il resto sta portando i paesi ad essere tutti uguali..non pensate?

6 risposte

Classificazione
  • Noah
    Lv 6
    3 anni fa
    Risposta preferita

    Con il termine globalizzazione si intende altro da quello a cui tu ti riferisci. Esistono una globalizzazione economica, una finanziaria, una politica e come conseguenza ultima delle tre precedenti forse anche una globalizzazione culturale.

    Ma nulla impedisce che ogni paese mantenga le proprie tradizioni ed usanze.

    I risvolti reali sono ben altri. Sotto l'aspetto economico c'è l'apertura dei mercati, lo scambio delle merci fenomeni non necessariamente negativi. Se l'acciao in Cina costa meno invece di produrtelo in casa lo compri li, continui a fabbricare i tuoi prodotti che costeranno un po' meno e sarai più concorrenziale all'estero. Nell'industria pesante, di base, come quella dell'acciaio i cinesi sono più "bravi" quindi lasciamo a loro queste produzioni e concentriamoci invece nelle centinaia, migliaia, di settori nei quali siamo più "bravi" noi. E' inutile cercare di competere in campi in cui la battaglia è già persa in partenza.

    Un po' meno positivo secondo me è invece l'aspetto finanziario ma soprattutto perchè non sono state ancora introdotte normative severe che tutelino i paesi più deboli. Le Borse e gli Organi che le dovrebbero controllare non mi sembra che abbiano ancora preso in seria considerazione il grave rischio che si corre. Come stanno le cose oggi un investitore istituzionale statunitense può (e qualche anno fa l'ha fatto!!) schiacciando un tasto far crollare i titoli del debito pubblico di un paese più piccolo come qualunque altro titolo azionario (è successo all'Italia, alla Grecia, alla Spagna e ad altre nazioni del centro Europa che sono state prese di mira) Qui occorrono nuove regolamentazioni a livello internazionale.

    Al momento secondo me sono questi due gli aspetti più rilevanti. Le conseguenze, positive o negative, in tema politico/sociale/culturale non si sono ancora verificate pienamente.

  • 3 anni fa

    Ciao io ho letto The Yugas di Joseph Selbie e David Steinmetz ed Crystal Clarity Publischers sul dharma e il nostro tempo e interessante

    Leggendo questo libro davvero si capisce molto del nostro tempo

  • 3 anni fa

    non perdiamo d'occhio gli idealismi. s'inventano di tutto per affermare i loro ideali..potresti pure restare senza lavoro per decenni, potresti anche non avere più la vita tranquilla di un tempo, potresti anche morire ammazzato. a loro non interessa, vedi una tipa come boldrini, una donna tipo di una certa categoria, evidente, che conosciamo bene..non sono più furbi come una volta!

  • 3 anni fa

    La “moda” del vegano ci sono dei motivi seri per cui la ritengo positiva ed è stata proposta.

    Il nazionalismo non può essere positivo, checchè ne dica qualche piccolo che vuole fare il Figo qui, l’atteggiamento patriottico dei romantici era un’altra cosa. Ma che le dico a fare queste cose? Tanto sapete tutto e avete studiato!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    Io prenderei il meglio ...e non il peggio...

  • 3 anni fa

    Già, la recente moda vegano-vegetariana è la peggiore! Maledetti siano quei radical chic di Platone, Galileo, da Vinci, Newton e Einstein per aver corrotto la tradizione occidentale colla loro spocchiosa dieta!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.