per dare un senso all'esistenza del mondo (dalle leggi della fisica al corpo umano), è necessario pensare a un dio-creatore o al caso?

chiaramente per dio intendo non necessariamnete quello bibllico. coranico ecc...

3 risposte

Classificazione
  • 2 anni fa
    Migliore risposta

    'Dio-creatore' e 'caso' coincidono.

    Nella natura c'è una logica, la realtà ha una logica, dal livello subatomico a quello astronomico, dalle colonie di formiche alle civiltà umane. Ti invito a notare una cosa: nessun ateo, sin dai tempi di Darwin, ha mai detto che organi complessi come cervello e occhi si siano formati per 'caso', eppure molto spesso i teisti (e te compreso) associano il non-teismo ad una credenza nel 'caso'; l'hai mai notato? Perché lo fanno? Lo fanno perché, magari senza rendersene conto, sono loro stessi a ridurre l'universo a qualcosa di morto, senza logica. Quando si mettono a teorizzare un papà celeste, riducono l'universo a niente più che uno sciocco diorama e noi a dei pupazzetti.

    Ho cominciato la risposta dicendo che 'Dio-creatore' e 'caso' coincidono: non era un'iperbole, è proprio così! La realtà è organicamente logica, e se tu postuli qualcosa di esterno e superiore alla logica (qualcosa che potrebbe anche rendere possibile un cerchio quadrato), allora quel qualcosa è il caso: il caso trascende la logica, la realtà, proprio come 'Dio'.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 anni fa

    A conferma di quello che ha scritto l'utente 壁觀, il pensiero determinista (da non confondere con il pensiero agnostico/miscredente) può essere paragonato ad un padre convinto che suo figlio sia intelligente e dunque lo lascia libero di fare quel che vuole. Non lo tiene sotto continua sorveglianza (con minacce di punizione) poiché sa che è in grado di affrontare la vita per suo conto.

    Cioè per me (che sono determinista) la natura è in qualche modo in grado di badare a se stessa (di autogovernarsi) e non è paragonabile ad uno sciocco barattino che ha bisogno di un burattinaio.

    Di avviso completamente opposto è invece il pensiero credente, che considera la natura << stupida >> ... guai se non ci fosse un dio che gestisce le cose.

    Tra l’altro questo pensiero è contraddittorio: il credente prima afferma che ogni cosa sarebbe stata << fatta bene >> da dio e poi aggiunge che cose materiali son tutte stupide … << fatte male >>.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 anni fa

    Ciao, hai posto davvero una bella domanda. ti lascio qui un link che risponde in modo esauriente alla domanda che hai fatto. Ci sono un infinità di articoli davvero validi scientificamente che mostrano come ogni animale o cosa creata sia frutto di un progetto intelligente e che sia impossibile derivi dal caso. Buona lettura

    https://www.jw.org/it/cerca/?q=frutto+di+un+proget...

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.