Daniel ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 3 anni fa

Il segnale audio?

Vorrei sapere come è fatto un segnale audio elettrico in tutte le sue forme(alta frequenza, bassa frequenza...). Inoltre se è composto solo da basse e alte frequenze, oppure se si possono registrare picchi di tensione differenti. In un altoparlante, i bassi consumano più corrente? Se sì perché?

10pt migliore risposta. grazie in anticipo

1 risposta

Classificazione
  • 3 anni fa
    Risposta preferita

    Le frequenze percepite dall'orecchio umano vanno da circa 20 Hz (Hertz) a circa 20 mila Hz e sono, principalmente, di tre tipi: Sinusoidale (che è la fondamentale), triangolare (tra cui quella famosa a "denti di ****") e quella "a gradino". Queste frequenze possono poi mescolarsi tra loro dando luogo ad infiniti suoni diversi (dal rumore "bianco", al pianoforte, voce, canto, altro), ma tutte rientrano in quel range di frequenze. L'accoppiamento Altoparlante-amplificatore è ottenuto attraverso un capace condensatore che, assieme alla bobina dell'altoparlante, costituisce un "circuito risonante" che ha una sua "frequenza caratteristica" che, nei segnali audio, di solito ha una banda assai larga (l'amplificatore è "lineare" e amplifica in maniera ottimale tra gli 800 e i 12 kHz, dopo di che si ha un'attenuazione sia sulle basse, che sulle alte frequenze, mentre, con appositi filtri, si scaricano a massa le frequenze "di disturbo" (inferiori a 100 Hz e superiori a 20 kHz). Di solito, l'amplificatore evita il "clipping" del segnale imponendo un valore di "soglia" all'ingresso che non supera i 70 mV (il preamplificatore, normalmente, lavora bene quando il valore della tensione del segnale di ingresso, non supera i 50 mV). Per segnali di tensione inferiore (ad esempio microVolt e nanoVolt) caratteristici dei segnali radio, l'amplificazione richiede più stadi fino a portare il segnale a qualche decina di milli Volt in grado di pilotare gli stadi "intermedi" che operano sul segnale pre-amplificato fino all'ingresso dell'amplificatore "finale". L'argomento della domanda, tuttavia, è troppo vasto per trattarlo in questa sede dato che coinvolge una grande parte dell'elettroacustica, per cui sono costretto a concludere al fine dfi non rendere incomprensibile la risposta.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.