promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 2 anni fa

Perché Hitler viene tanto colpevolizzato delle atrocità commesse durante la seconda guerra mondiale?

I cattivi di quel periodo oscuro mi pare fossero altri: Eichmann, Himmler, per non parlare di Mengele. Hitler si è limitato a infondere un'ideologia razzista, ma le vere atrocità sono state commesse da altri, che avevano il libero arbitrio: potevano essere o non essere tanto spietati come sono stati; erano individui, non certo si sono macchiati di crimini tanto gravi perché Hitler gliel'ha ordinato! Hitler predicava, ma non ordinava a nessuno di essere tanto barbaro né tanto meno commetteva lui stesso quelle barbarie! Riflettiamoci!

Aggiornamento:

@Suna: ho solo espresso i fatti in modo obiettivo. Del resto, tra i militari nazisti, non tutti erano barbari e spietati allo stesso modo: c'erano nazisti cattivissimi (condannati a morte al processo di Norimberga) e altri più "blandi" (non condannati a morte); altri addirittura si sono rivelati buoni (Oskar Schindler). Gli esseri umani non sono fatti tutti con lo stampino: ogni individuo è a sé, anche in seno a una determinata ideologia, buona o cattiva che essa sia!

Aggiornamento 2:

@Suna: ma che dici? Io non vivo in Israele, non sono di nazionalità israeliana né sono di religione ebraica. Ricorda tra l'altro che io mi riferivo alle atrocità commesse da certi nazisti (non tutti) nei confronti anche di non ebrei: eh sì, perché gli ebrei non furono le uniche vittime! Pensa agli omosessuali, tanto dimenticati, tra l'altro doppiamente discriminati se ebrei, da nazisti da ebrei ortodossi, considerando che il seme dell'omofobia nella società umana è nata proprio col giudaismo!

3 risposte

Classificazione
  • Anna
    Lv 7
    2 anni fa
    Risposta preferita

    Hitler non si limitò a infondere un'ideologia. Fu lui in persona a decidere la sorte degli ebrei. La politica nazista su come sbarazzarsi degli ebrei cambiò varie volte fra il 1933, l'anno della presa di potere, e il 1942, anno in cui furono adottati metodi "industriali" per il loro sterminio, e quei cambiamenti dipendono dal fatto che Hitler stesso cambiò idea varie volte. La "soluzione finale" fu decisa da lui, ai suoi generali affidò il compito di trovare i modi per eseguirla.

    Fu Hitler in persona a ordinare che le città occupate, come Parigi, Praga e molte altre, fossero minate per poterle distruggere completamente se l'esercito tedesco avessero dovuto lasciarle, e solo la disobbedienza di alcuni generali fece in modo che queste città esistano ancora. Hitler dal suo bunker chiedeva al telefono: "Parigi brucia?"

    Anche se Hitler non fu il solo mostro di crudeltà, fu uno dei mostri. Cercare di minimizzare le sue responsabilità non ha senso e non ha nessun fondamento nei fatti. I nazisti che commisero le peggiori atrocità non furono solo quattro gatti come pensi tu, cioè quelli condannati a morte a Norimberga. Quelli condannati all'ergastolo o a 30 anni di prigione non erano delle mammolette, i processi dimostrarono che il loro comportamento era andato ben al di là delle inevitabili crudeltà che ogni guerra comporta. Poi ci furono quelli che a un processo non arrivarono mai perché furono uccisi prima, o si uccisero o riuscirono a fuggire.

    Non è corretto pensare a Hitler come semplice ideologo del nazismo, poiché era lui ad avere in mano tutte le leve del potere.

  • Blu.
    Lv 7
    2 anni fa

    Lui invece era un angioletto,vero?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 anni fa

    ancora tu distorci la storia. Per persone come te- non e' permesso di vendere o comprare il libro di Hitler- "Mien campf"- li' lui presenta tutta la teoria razziale.Lui era il Capo di Germania e tutti gli altri furono sotto lui. Ognuno ebbe il suo compito. Perche' sei cosi' ossessiva da questo soggetto e se vuoi- sta' uno di quello che nega la Shoa- ma in questa condizione- devi lasciare Israele subito.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Suna2 anni faSegnala

      ascolta finta persona: ti conosco e tu mi conosca.Tu vivi in Israele e a questo punto e' il tempo per te per lasciare.Hai esagerato in ogni senso, in senso sociale, psicologico e adesso con il tuo sostegno di nazismo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.