Che materiale posso usare per lubrificare gli ingranaggi di un motore?

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 anni fa
    Migliore risposta

    Gli ingranaggi non si "lubrificano" ma si "ingrassano", ad esclusione dei componenti meccanici che sono già lubrificati dal circuito olio motore.

    Grasso all’ alluminio

    E’ un grasso a base di saponi di alluminio complesso, con aggiunta di ossido di zinco. E’ stato espressamente studiato per essere utilizzato laddove ci sia presenza di acqua o di forte umidità.

    Grasso bianco di vaselina

    E’ una vaselina bianca filante, di buona qualità, particolarmente adatta per lubrificare e proteggere. Supera gli standard di ‘non reattività’ previsti dalla FDA sia nei confronti degli alimenti (per uso umano e animale), sia dei farmaci sia dei cosmetici. Supera le specifiche Farmacopee USP, BD, DAB e CODEX.

    Grasso al bisolfuro di molibdeno

    E’ un grasso contenente del bisolfuro di molibdeno finemente macinato per una ottimale dispersione nel massa del prodotto. Distribuito nei trefoli delle catene o nelle spire delle molle ammortizzatrici, Si assesta con una buona capacità adesivante rivestendo, le parti in movimento, di uno strato continuo di particelle di MoS2 in grado di garantire una lubrificazione anche a elevate temperature.

    ___________

    Grasso grafitato

    Il grasso grafitato è composto da olio minerale altamente raffinato con un’additivazione al bisolfuro di molibdeno e da ispessente al sapone di litio. Può essere utilizzato in tutte le applicazioni dove siano richieste spiccate proprietà EP (estreme pressioni) oppure in presenza di forti carichi d’urto. Garantisce inoltre un’elevata resistenza all’ossidazione ed una buona stabilità strutturale.

    Grasso al litio complesso

    E’ un grasso lubrificante adesivo studiato per la lubrificazione intensa di particolari impiegati dove ci sia una notevole presenza d’acqua. E’ a base di saponi di Litio, semisintetico, di colore ambra, filante, eccezionalmente adesivo ed ha un intervallo di temperatura applicativo: da –35° C a + 200° C..

    ___________________________________________________________________

    Grasso marino idrorepellente

    E’ un grasso lubrificante dall’aspetto bianco pomatoso che può essere utilizzato in ambienti particolarmente difficili, anche salini ed è attivo in un intervallo di temperatura compreso tra i –15° C a + 110° C.

    Grasso al nichel e alluminio

    E’ una pasta con caratteristiche antigrippanti impiegata per la lubrificazione industriale in presenza di alte temperature e aggressivi chimici. Preparato a base di ossidi di Nichel e Alluminio con olio base sintetico di alta qualità e ispessente organico. E’ usato su connessioni, flange, pipe-line collari di aste di perforazione, spine, prigionieri e viteria in carpenteria pesante, su colonne in pressofusione, nei settori dell’industria petrolchimica, nelle centrali termoelettriche, nei bruciatori di forni d’incenerimento, in mineraria e in siderurgia, risolve ogni problema di grippaggio nelle fasi di smontaggio di ogni tipo di connessione , adatto alla calettatura a freddo di cuscinetti e boccole. Oltre ad essere impiegato come antigrippante ha la capacità di evitare che i bulloni e i dadi si saldino se esposti ad alte temperature.

    ___________________________________________________________________________________

    Grasso al rame

    E’ un grasso contenente delle particelle di rame micronizzato per una ottimale dispersione nella massa del prodotto. Distribuito sulle superfici da lubrificare, si assesta con una buona capacità adesivante rivestendo, le parti in movimento, di uno strato continuo di particelle di rame metallico in grado di garantire una lubrificazione anche a elevate temperature, oltre cioè alla gocciolatura dei saponi grassi.

    ___________________________________________________________________________________

    Grasso al silicone

    E’ un grasso al polimetilsilossano caratterizzato da una notevole inerzia chimica e stabilità termica.

    _________

    Grasso al teflon p.t.f.e.

    E’ un grasso complesso addizionato con P.T.F.E. (politetrafluoroetilene)che gli conferisce ottime proprietà antiusura, alta resistenza ai carichi ed eccellente resistenza all’acqua e al vapore. Di colore giallo opaco, dall’ aspetto pomatoso, semifilante, è dotato di eccellente stabilità meccanica, ottima resistenza all’ossidazione, all’ invecchiamento e all’azione dilavante dell’acqua, utilizzabile con temperature sino a +170°C e con alte frequenze di lubrificazione, fino a 200°C. Il P.T.F.E. contenuto nel prodotto è un ottimo lubrificante solido che si ancora saldamente alle superfici lubrificate, ne riempie le cavità microscopiche e forma uno strato che è in grado di assumere tutte le funzioni di lubrificante, quando le sollecitazioni meccaniche o termiche o altre cause hanno eliminato la parte grassa propriamente detta, ovvero questa sia deficitaria rispetto alla gravosità delle condizioni di alto carico e bassa velocità.

    • Ichigo2 anni faSegnala

      Complimenti davvero per l' esaustività 5 stelle meritate

  • Anonimo
    2 anni fa

    Oli lubrificanti

  • 2 anni fa

    olio

  • 2 anni fa

    il lubrificante, si chiama così lo puoi trovare in ferramenta

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 anni fa

    Olio di certo, ma tutto dipende dal tipo di motore e dalle condizioni alle quali sarà chiamato a lavorare.

  • ciro
    Lv 7
    2 anni fa

    prova col ketchup....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.