Perché gli atei non riescono a capire che per accendere il fuoco ci vuole un'intelligenza identica alla nostra ?con la stessa nostra?

Stessa consapevolezza? poiché per accendere il fuoco che non è affatto una czazata ,ci vuole innanzitutto intuizione, poi applicazione,poi conoscenza della fisica in quanto bisogna conoscere le leggi secondo il quale lo sfregamento di alcuni tipi di legno tramite un meccanismo possa creare la fiamma.oppure che un determinato tipo di pietre possa permettere di accendere il fuoco. Cioè le persone che all'epoca accesero il fuoco per la prima volta oggi probabilmente farebbero volare le navi spaziali.

Gli atei però vittime delle figurine che ci sono sugli album per evoluzionisti di donne con la barba, facce da scimmie, sono convinti che l'uomo primitivo avesse un cervello che li permetteva di fare una cosa che richiede una abilità e un totale controllo della.propria mente ma chissà perché gli atei li immaginano tipo scimmioni da circo. Cioè la.mente degli atei è per.natura egocentrica ,così come quando immaginano gli extraterrestri che li dipingono come dei mostri e mai più belli di loro ,magari alti 1,90 occhi celesti ,fisico palestrato. Ahahahahha assurdo!!

4 risposte

Classificazione
  • 3 anni fa
    Risposta preferita

    Hai ragione da vendere, infatti si parla di scoperta del fuoco! Tra l’altro l’uomo che scoprì il fuoco, se non avesse scoperto il fuoco sarebbe stato lo stesso: la sua umana intelligenza … sempre quella sarebbe stata!

    Che poi è il famoso principio dei vasi comunicanti: il livello (di conoscenza) è uguale per tutti.

    E difatti tutti sappiamo che il livello di conoscenza attuale è rimasto identico al livello di conoscenza di un tempo, di quando non c'erano ancora le scuole pubbliche.

    Tra l’altro tu sei la prova vivente di questa cosa: tu a scuola non ci sei mai andato, ma in quanto a conoscenze non hai nulla da invidiare a nessuno.

    ══════════════════ • ══════════════════

    Approfondimento.

    ══════════════════ • ══════════════════

    La << teoria evoluzionistica >> non dice che gli animali e gli uomini di oggi sono più intelligenti di quelli di 100 milioni di anni fa.

    A dirlo semmai è la << teoria determinista-materialista >> tipo il marxismo … una teoria che gli evoluzionisti come Richard Dawkins rifiutano al 100%.

    Devi sapere che il mutamento di cui parlano gli evoluzionisti può essere così sintetizzato:

    << SE (e dico SE) un computer si dovesse riprodurre da solo, suo figlio non sarebbe mai uguale al 100% al computer padre, ma sicuramente avrebbe delle microscopiche differenze … differenze che sarebbero impercettibili ad occhio nudo.

    Se quel computer figlio si riproducesse a sua volta, le piccole differenze del computer nipote sarebbero sempre microscopiche rispetto al computer padre … ma rispetto a computer nonno sarebbero appena-appena più grandicelle.

    Dopo MILIARDI e MILIARDI di riproduzioni generazionali (ripeto generazionali) … le differenze diventerebbero vistosissime.

    Tuttavia le mutazioni di cui si interessano gli evoluzionisti sono SOLO quelle a livello HARDWARE e non quelle a livello software (le famose conoscenze). >>

    I materialisti (deterministi) INVECE sostengono che i figli si portano dietro (almeno in piccola parte) le conoscenze dei padri e questa cosa comporta delle mutazioni a livello SOFTWARE. Tuttavia ─ aggiungono i materialisti ─ il grado di apprendimento non è casuale (od indeterminabile) … ma è consequenziale od determinabile. E difatti è possibile notare delle analogie nei gradi di sviluppo sociale (ripeto sviluppo sociale) tra popoli che vivono a distanza di MILIONI di chilometri.

    Secondo Marx, lo sviluppo sociale è una conseguenza del tipo di collaborazione usata (all’interno di una tribù) a produrre il cibo e gli oggetti.

    Ma ─ te lo ripeto perché so che tanto non capisci lo stesso ─ gli atei evoluzionisti (tipo Giorgio saturno e Gabriele gatto) hanno una fede contraria all’ateismo materialista-determinista … e tu ─ con la tua domanda ─ hai denotato una ignoranza totale e spudorata su questo campo.

    Vedi, gli atei Giorgio saturno e Gabriele gatto ─ nella loro visione amorevole e pacifista ─ son lì tutti i giorni a sperare (e a pregare) che gli americani ci buttino addosso (sia a voi spiritualisti e sia a noi materialisti) una marea di bombe atomiche.

    E quella loro visione (< pacifista > solo nelle loro ipocrite parole) è anche la tua visione. E sì perché l’ignoranza quando è totale … si manifesta come paura verso l’altro.

  • 3 anni fa

    per poter accendere il fuoco occorrono, innanzi tutto, le mani.

    Ciò è potuto avvenire grazie alla similitudine meccanica della masturbazione.

  • Anonimo
    3 anni fa

    ignorante, un fulmine che cade in un bosco accende tutto il fuoco che vuoi e li dove càzzo la vedi l'intelligenza? che domande del càzzo fai?

    ahahaha lo vedi che oltre a essere ignorante non sai pure leggere l'italiano, ahahahaha, torna all'asilo e riparti dall'abc che ne hai bisogno, ignorantone

  • 3 anni fa

    Veramente un uomo Neanderthalnon conosceva, ma anche un abitante attuale dell’Amazzonia che vive allo stato “selvaggio “ ( tra molte virgolette,),non conosce la formula matematica dell’attrito, che è alla base del far scaldare fino ad iniziare a bruciare un legnetto.

    Sa che facendo una determinata cosa, sfregatura, con materiali diversi, legni secchi di diversa durezza, questi danno vita al fuoco.

    L’intelligenza non è solo saper fare una cosa, ma da questo anche rielaborare e migliorare.

    Ad Antonio Scalzo non dovrei neanche rispondere, a uno che scrive che Pechino è più vicino a Hiroshima che Verona a Chernobyl, senza dimenticare che di materiale fissile a Chernobyl ce n’era un po’ di più, diciamo un rapporto di 100/150:1 , non fa altro che mettere in mostra la sua ignoranza e spocchia.

    Senza dimenticare che per lui il mito dellla croce è stato inventato nel Medioevo.

    E poi glielo già detto mille e mille volte, la politica statunitense e lo stile di vita statunitense sono lontani mille miglia dal mio punto di vista.

    Sarà che ha meno capacità cognitive di un homo erectus che dobbiamo farci o lo teniamo così oppure lo teniamo così.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.