Vavax
Lv 7
Vavax ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 2 anni fa

Perchè , secondo voi, sempre più spesso si sente l'esigenza di postare selfie e foto sui social?

Quali contenuti personali si hanno l'esigenza di far conoscere e soprattutto perchè è così dilagante questa mancanza di pudore rispetto al giudizio non sempre benevolo degli altri?

Le nuove tecnologie, con i loro ritocchini vari, sono un auto-illusione?

38 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 anni fa
    Migliore risposta

    È un delirio narcisista messo in vetrina, nè più nè meno. Sicchè, la solitudine di una esistenza, ecco che trova sfogo e terreno fertile, nei territori dei nemici.

    Questa condizione, è la smania degli schiavi contemporanei, sedotti da vuoti consensi predefiniti, crearti ad arte da astute menti, assettate solamente di profitto. Dunque, non c'è da meravigliarsi, quando queste orde di flotte umane alienate, non siano in grado di concepire la totale prigionia nella quale si crogiolano beatamente, sfoggiando drammatici sorrisi senza soluzione di continuità; allora parte spastica, la neccessità di scattarsi autoscatti, per assicurarsi probabilmente, che la propria testa semi-pensante abiti ancora la propria sede corporea. Il passo è breve, una modifica, la saturazione adeguata, le giuste ombreggiature, l' immunità alla cellulite, l' esenzione totale dai difetti estetici, che rendono in cuor loro: anche uno scorfano..un capolvaro di ingegnieria tecnologica, pronto ad essere immerso nelle varie gabbie telematiche. Quadratti/e compatti/e è l' urlo sordo collettivo(U.S.C)!

    Il gioco è fatto: è l' ora di attendere schegge di like impazzite, messaggi deliranti o approvazioni insulse. Il mondo è mio, avrebbe esordito He-Man! Capo chino e smanettare, incuranti del mondo tangibile.

    Pudore? Come osi trascrivere, questo vocabolo dal nobile significato? Il pudore può andare a farsi benedire nel terzo millennio! March! È una caratteristica piombata in disuso; non fa più testo. Stride con la compulsività di "esserci", in ogni dove del pianeta fittizio. Ma come, ho speso fior fior di energie in pose strategiche, in gesti liberali e dovrei preoccuparmi del pudore e della mia vita, spiata su tutti i fronti? Al diavolo! Oltre che su Twitter, Facebook, mi iscrivo su Instagram. È il trend del momento. Ha del miracoloso tutto questo vorticoso successo.

    Per cui, le tecnologie, con i loro ritocchini, incarnano in maniera inequivocabile, il desiderio per una condizione artefatta, e sono l' emblema della disumanizzazione che si prende gioco del regresso umano. Lo strumento, per la quale andiamo tanto fieri, necrotizza i cervelli, e ci tiene compagnia divinamente. Lo smartphone, diventa così, da fantastico ausilio modermo per le più disparate esigenze, il soggetto responsabile che ammalia la razza umana tenendola a bada; diviene il padrone delle genti, ora mansuete e felici.

    Se penso alle Intelligenze artificiali autoapprendenti, mi sale l' odio. Odio per questo teatrino surreale dell' orrido, dove in troppi, davvero in troppi, non hanno neanche la minima consapevolezza di ciò che stanno maneggiando, con estrema leggerezza.

    Una volta per tutte: beati gli stolti!

    Sia lodato il selfie. Sempre sia lodato!

    https://www.youtube.com/watch?v=sK0Dvyx0IKU

    Youtube thumbnail

    • Anonimo
      Lv 7
      2 anni faSegnala

      Forse perché si tratta di un modo per auto-affermarsi libero dalla necessità di compiere sforzi, e costantemente approvato dal delirio circostante.

  • 2 anni fa

    Per non sentirsi invisibile e per accaparrarsi l attenzione degli altri. Del tipo "Esisto anche io, cacatemi!"

  • 2 anni fa

    Io penso che sia per una forma di insicurezza che tutti gli adolescenti hanno

    Questa forma di insicurezza, di solito sociale, viene "sorpassata" in vari modi: evitandola (quindi evitando ciò che la crea, per esempio tagliando i rapporti sociali con alcune persone), negandola (quindi mostrando comportamenti violenti, a volte arroganti ecc) oppure cercando consensi dai coetanei (e qui era dove volevo arrivare).

    In questo ultimo caso, l'adolescente posta foto e selfie di se, spesso mentre fa qualche attività, è con altre persone o in posti nuovi per mostrare agli altri che ha una vita sociale, che è uno apposto e via così...

    cerca soprattutto l'approvazione degli altri, che lo lodano e stimano, per appunto, sentirsi più forte e superare l'insicurezza

    • 2 anni faSegnala

      Dalle domande che faccio, come diresti che sono io , caratterialmente ?

  • asso
    Lv 7
    2 anni fa

    È come il Grande Fratello applicato al web, secondo me, una sorta di vita-reality, ognuno crede di avere i riflettori puntati sulla sua pagina, è chiaro che si cerca di aggiornarla, abbellirla, come una vetrina in esposizione. È visual merchandising, niente di nuovo :))

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Paolo
    Lv 7
    2 anni fa

    Io non avverto queste esigenze e non mi sento per niente anomalo....................!

  • wanial
    Lv 7
    2 anni fa

    non so se sia insicurezza, solitudine ,narcisismo, voglia soltanto di mostrarsi o moda, la foto come riconoscimento non trovo nulla di,disdicevole, è quando si mettono foto ovunque, in ogni posto, posa, mentre mangiano mentre sono al bagno ecc che non ne capisco il succo

  • 2 anni fa

    No, più che altro, perchè senti sempre più spesso l'esigenza di postare certe domande da 'vecchio su panchina armato di busta con molliche di pane per piccioni'?

    Vuoi che passo da te per tenerti un pò' di compagnia?

    Ti porto le parole crociate?

    I tortellini da fare in brodo?

    Uhm, un mazzo di carte?

  • 2 anni fa

    Io a volte posto qualcosa perché la gente continua a dirmi che non faccio niente di interessante. Sono andata in palestra perché mi dicevano che non avevo interessi. Mi sono fatta vedere in giro a leggere libri perché dicevano che non avevo interessi. Sono andata in vacanza con avventure nel mondo per lo stesso motivo.

    Niente è servito: continuano a ripetere che non ho interessi.

    • Andrea2 anni faSegnala

      se fosse servito a qualcosa forse avrebbe anche avuto un senso, e invece no, pare che non si possa fare proprio niente, neanche i selfie per scongiurare i pregiudizi degli altri... hai perso con onore

  • 2 anni fa

    è una moda malata dei nostri giorni

    i like per le persone sono come una scarica di dopamina a dir poco fuorviante, una droga vera e propria. sui social vediamo foto di amici e conoscenti che vogliono far vedere a tutti come si divertono, come sono bravi, intelligenti, quanto ce l'hanno lungo ecc... e noi ci caschiamo, li invidiamo così anche noi postiamo foto e selfie per far vedere che la nostra vita non è da meno. Più in generale ogni volta che facciamo qualcosa che ci gratifica o quasi, abbiamo il forte desiderio inconscio che tutto il mondo lo venga a sapere e che tutti ci diano la loro approvazione. La vera domanda è: tutte quelle persone che postano continuamente le loro meravigliose cene, aperitivi, tramonti, vacanze, musei, fidanzate/fidanzati ecc. chissà se saprebbero godersi tutto ciò se un giorno all'improvviso non potessero più condividerlo sui social e non avere l'approvazione di nessuno.

  • JC
    Lv 5
    2 anni fa

    Perché il mondo è pieno di ********,e i ******** hanno bisogno degli inutili social,vip sfigati in primis

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.