Mi potetevi dire le differenze tra arte utile e arte celebrativa romana pls?

1 risposta

Classificazione
  • 3 anni fa
    Risposta preferita

    L'arte romana è utile, concreta, ma anche celebrativa (e pure eclettica se vogliamo essere precisi e avere un quadro generale). L'arte romana è utile perché, rispetto a quella greca, è più legata al benessere dei cittadini. Ma anche se pensiamo, più in generale, alla cultura romana, il suo prodotto più importante è stata la legge, la codificazione di regole per vivere in comunità, ed è qui che sta la concretezza. Inoltre, hai mai letto di un romano che si è messo a fare filosofia? Direi di no, ai romani manca il senso della speculazione filosofica, sono troppo concreti. Si può dire inoltre che l'arte utile romana è il contrario di quella celebrativa, è un po' una contraddizione che l'arte romana sia sia utile che celebrativa. Ci sono certe opere romane che di per sé non servono proprio a niente, come per esempio le colonne istoriate, scolpite, con in cima la statua dell'imperatore. L'arte celebrativa celebra il potere politico in modo anche enfatico, è usata come propaganda politica.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.