Anonimo
Anonimo ha chiesto in Elettronica di consumoElettronica di consumo - Altro · 2 anni fa

Auto elettrica che bello?

Il mondo va inesorabilmente verso questa tecnologia, ma è veramente meno inquietante di quella attuale? Miliardi e miliardi di batterie da costruire e altrettante poi da smaltire. Tutto questo a quale prezzo? Visto che nessuno lo evidenzia

Aggiornamento:

Non inquietante, ma inquinante

3 risposte

Classificazione
  • Luca
    Lv 7
    2 anni fa
    Risposta preferita

    Io invece direi che sia proprio INQUIETANTE il fatto che tutti parlano dell'elettrico come se fosse la panacea di tutti i mali dell'autotrasporto. Ma, come dici giustamente, NON CE LA RACCONTANO GIUSTA...... Se avessimo un po' di cervello e lo azionassimo, e facessimo ricorso ad un po' di ricordo di fisica e chimica liceali, sarebbe facile capire che:

    1. produrre e smaltire le batterie costa e non è "ecologico" per nulla, indipendentemente da come e da dove lo si faccia; il pianeta è uno ed indivisibile, farlo qui o là o altrove non cambia nulla

    2. ovviamente le batterie costano, e dopo un certo tempo vanno sostituite .... quanto costerà l'operazione o dovremo cambiare direttamente l'auto ?

    E veniamo al vero nòcciolo del problema.... (che non è di certo la gestione delle batterie .... nel senso che si potrebbe anche recuperare quello che c'è dentro.....)

    3. ok, l'auto elettrica non inquina, ma questo LOCALMENTE ... ma nessuno dice che l'energia elettrica con qualcosa dovremno produrla, e se le centrali sono a carbone o a petrolio o a qualsiasi altro combustibile fossile, o ad energia nuclerare, dov'è l'ecologia ??????????? Qualcuno direbbe : la produciamo con i pannelli solari .... ah ah ah ah ah ah .... (non fa ridere neppure come barzelletta). Ma la fisica l'avete studiata ? (Certo, se fosse reale il marchingegno di "007 L'uomo dalla pistola d'oro" - mi sembra si chiamasse "agitatore solare" o qualcosa del genere - avremmo risolto tutto, ma , purtroppo, per quel che ne sappiamo, è solo una bellissima finzione letteraria.....)

    4. Se TUTTE le auto del parco circolante andassero ad elettrico, QUANTE CENTRALI occorrerebbe costruire ?????????????????? nessuno lo dice mai , ma c'è chi ha fatto i calcoli ...... solo in Italia ne occorrerebbero almeno 2-300 ...... !!!!!! (basta fare un semplice conteggio: percorrenza media giornaliera di un'auto moltiplicato per il numero di auto circolanti , diviso per il consumo medio in km/litro , quindi fare l'equivalenza in kW .......)

    5. Quanto tempo serve per la ricarica ? meno tempo ci vuole e più ampere servono, e più si produce calore (basta studiare la fisica, si chiama *effetto joule*, si studia in terza liceo...) Ma se servono molti ampere, avete idea della sezione dei cavi che occorrerebbe per caricare CONTEMPORANEAMENTE le auto di un condominio ?????? Eh sì, nessuno ci pensa, ma guarda caso le ricariche si farebbero tutte la notte, quindi tutte le auto attaccate assieme..... due auto a famiglia, dieci famiglie a condominio..... quanti ampere servono ?????????????????????????????????????? (In teoria tutte le auto circolanti potrebbero fare il pieno di benzina contemporaneamente , ma la cosa è IMPOSSIBILE CON L'ELETTRICO .........) Se poi moltiplicassimo per il numero dei condomini di una metropoli ....... e del campo elettromagnetico che si creerebbe (anche questo dovrebbe essere un ricordo della fisica licelae.....) ne vogliamo parlare ????????

    No, grazie, l'elettrico è una presa per i fondelli da parte di chi non sa nulla di fisica. Potrebbe andar bene come è adesso, con un numero di auto elettriche circolanti infinitesimali, o poco più, ma non per L'INTERO PARCO AUTO CIRCOLANTE......

    Quindi ????

    Visto che (finalmente....) si sono accorti che il gasolio inquina......., il miglior combustibile per auto è e rimane il metano. Che, tra l'altro, è anche il più ecologico in assoluto anche se non è una fonte rinnovabile.

    L'ibrido ? sì certo, una ottima idea, ma "funziona" solo in città, dove c'è il continuo stop&go, accelera e frena. Fuori città non serve a nulla. Se devo andare da Roma a Milano (sì ok, prendo il frecciarossa), in autostrada, è vero che il motore termico mi ricarica la batteria dell'ibrido, ma una volta ricaricata la batteria dell' ibrido , il motore elettrico non entra mai in funzione, perché faccio 600 km a velocità (quasi) costante col termico (che tra l'altro consuma di più perché l'auto è più pesante perché ha due motori ed una bella e pesante batteria ......)

    L'elettrico puro va benissimo - ed è la scelta giusta - per Paesi dove l'energia elettrica si produce con l'idrico, e per i trasporti pubblici (autobus, filobus, etc, ovviamente treno). Non certo per chi fa la corrente col carbone , e per mandarci milioni di auto private.

  • 2 anni fa

    E le centrali elettriche per per permettere i rifornimenti? Tale tipo di alimentazione non ha futuro.

  • 2 anni fa

    Fossi in te non avrei corretto l'errore. Personalmente trovo le auto elettriche seriamente inquietanti.

    La storia dell'auto ci insegna che i primi motori per automobili furono elettrici (si parla del XIX secolo), soppiantati successivamente da quelli termici, usati fino ad oggi. Un motivo ci sarà stato no? Adesso che facciamo, torniamo indietro invece di guardare avanti? Mah.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.