Serena
Lv 7
Serena ha chiesto in ViaggiVietnamDa Nang · 1 anno fa

Quando gli altri hanno determinate aspettative nei tuoi confronti e tu non puoi soddisfarle, è giusto che se la prendano con te?

Questa volta parlo della vita reale, ahimè ;)

Se non sei in grado di soddisfare le aspettative altrui, come rispondi alla loro collera?

Buona serata a tutti :)

36 risposte

Classificazione
  • mohini
    Lv 6
    1 anno fa
    Migliore risposta

    collera? no assolutamente non esiste. Opponiti a questo atteggiamento. Sono cresciuta con un padre che voleva plasmare la mia vita a suo piacimento. Cosa alla quale mi sono sempre opposta. Lui ha sempre reagito con collera e violenza (mai fisica solo verbale). Anche se ho sempre seguito la mia strada, le sue reazioni mi hanno sempre e comunque condizionato la vita, facendomi pensare che fossi io quella sbagliata. Finché non ho capito che il problema non ero io ma lui. Nel momento in cui ho capito ciò, non ho più permesso alle sue parole di ferirmi, e il suo "potere" su di me è svanito. Il suo atteggiamento non cambia e non cambierà mai, ma sono cambiata io, che non mi lascio più toccare dai suoi ricatti morali. Per rispondere alla tua domanda, la miglior risposta che puoi dare è l'indifferenza. Se usano la collera è perché hanno capito che in questo modo riescono a fare breccia e a condizioniarti, che in questo modo riescono ad avere un certo "potere" su di te. Liberati da tutto questo, altrimenti continuerai a vivere male. L'unica persona che può prendersela con te per le aspettative mancate sei tu.

    • 6 mesi faSegnala

      non capisco come tu possa dare consigli del genere, le persone vanno condizionate e controllate e sfruttate per i propri scopi altro che reagire, zitti e muti

  • Woody
    Lv 5
    1 anno fa

    Ottima domanda.

    Sono comportamenti irrazionali che suggeriscono di non proseguire oltre nella frequentazione di quella persona perchè darà problemi anche in futuro.

    Se è un datore di lavoro prepararsi per andare altrove.

    Se è un partner amoroso, c'è da chiedersi perchè sei arrivato a questo punto. Certi segnali vengono dati fin dalle prime frequentazioni.

    Se è un familiare stupisce che ancora non ti conosca.

    Ogni volta che si può, cambiare aria e quando non si può prepararne le condizioni.

    Inutile stare a spiegare, non capirebbero.

    https://www.youtube.com/watch?v=0SRtGEKGJ4U

    Youtube thumbnail

    • Serena
      Lv 7
      1 anno faSegnala

      Inutile stare a spiegare infatti ;)))
      Grazie del video :)

  • Carlo
    Lv 4
    2 mesi fa

    mandano a fàncùlo tutta la città !

  • 1 anno fa

    Solo se quelle aspettative le ho generate io, illudendo e promettendo ciò che già sapevo non poter mantenere.

    In ogni altro caso, nessuno (nessuno!) ha il diritto di caricare qualcun altro del peso delle sue aspettative e dei suoi bisogni, anzi, nessuno dovrebbe proprio nutrire queste aspettative sul conto di un altro essere umano!

    Tutto ciò che ci è dato e che noi diamo dovrebbe basarsi sull'assoluta gratuità e spontaneità, non sull'obbligo o sul ricatto.

    Ma davvero i casi sono così tanti e disparati che è impossibile dare una risposta che valga per ogni situazione.

    Credo che la collera sia "meritata" solo quando deludiamo qualcuno che abbiamo ingannato e illuso con dolo e false promesse.

    Oppure quando veniamo meno a "doveri" che io ritengo fondamentali e alla base della nostra vita, tipo quelli di un genitore verso un figlio, e viceversa: la collera di un figlio verso un genitore che è venuto meno al suo ruolo - e non per impedimenti, ma per sua volontà, perché non ha voluto prendersi le sue responsabilità, infischiandosene - io la capisco benissimo, ad esempio; come capisco l'accusa di ingratitudine che un genitore può muovere contro un figlio che non lo rispetta.

    Si tratta di aspettative naturali e legittime.

    Oltre questi casi, ritengo tutte le aspettative ingiustificate; mirano solo a ingenerare un senso di colpa cosicché, alla fine, uno faccia ciò che vogliono loro.

    • Serena
      Lv 7
      1 anno faSegnala

      E' il mio massimo, non saprei che altro fare....poi mi sono ritrovata divisa tra due affetti...Non mi posso dividere in due ;)))

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 mesi fa

    credo che il problema u te lo debba porre solo se hai fatto in modo di alimentare coscientemente ed in maniera esplicita le aspettative. Ad esempio se hai garantito al 100x100 un determinato risultato o se hai promesso che le cose sarebbero andate in un certo modo mettendoci la tua parola. In quel caso la delusione altrui ci può stare (anche se non la collera a parer mio).

    Al contrario se le aspettative sono frutto di una proiezione della controparte che, come si dice in termini strettamente psicologici, " se la canta e se la sona" credo che tu non debba ritenerti responsabile in alcun modo di come possa reagire.

  • Anonimo
    10 mesi fa

    Io non sopporto i dittatori….

  • Anonimo
    1 anno fa

    Dipende...siamo esseri umani

  • 1 anno fa

    no, sinceramente io me la prendo con me stesso.

  • 1 anno fa

    Mi viene spontaneo chiederti...perché non puoi soddisfarle....

    Cosa è cambiato cosa è successo...

    Se decidi di convivere con una persona è naturale che accetti di metterti in gioco tu la tua vita la sua...

    se poi cambi idea te ne assumi le conseguenze...

    • Serena
      Lv 7
      1 anno faSegnala

      No, non si tratta di convivere o meno ;)

  • 1 anno fa

    No assolutamente. Se qualcuno si crea delle aspettative, nel momento in cui tu non le soddisfi (per così dire) la colpa non è tua. Piuttosto è un errore di valutazione fatto dall altro e quindi la prossima volta ridimensionerà le sue aspettative nei tuoi confronti!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.