Sigarette: gli italiani fumano meno e lo Stato “perde” 200 milioni.?

Aggiornamento:

Gli italiani fumano sempre meno: una buona notizia per la salute pubblica, ma non per chi lavora nel settore. Nel 2017 le vendite sono calate di 300 milioni rispetto al 2016 (-1,7%), somma che corrisponde a circa un milione di chili di tabacco in meno. Per l’Erario, invece, il gettito è sceso di 200 milioni (poca cosa, in verità, rispetto ai 14 miliardi che ogni anno la vendita di tabacchi porta nelle casse dello Stato, addirittura il 7% del totale delle imposte indirette).

Aggiornamento 2:

A fornire i dati è il quarto Rapporto sulla distribuzione dei tabacchi lavorati in Italia realizzato da Logista Italia, società attiva nella distribuzione del tabacco, e dalla Federazione Italiana Tabaccai, che associa la maggior parte dei titolari delle oltre 54mila tabaccherie italiane. In media, l’anno scorso i tabaccai hanno incassato dalla vendita del tabacco il 7,5% in meno rispetto a 10 anni fa

Aggiornamento 3:

La flessione interessa tutto il Paese. L’area in cui si fuma di più rimane il Sud, con il 34,8% dei volumi totali (-1,9% rispetto al 2016), seguita dal Nord Ovest con il 25,3% (-1,4%) e dal Centro con il 23,9% (-1,6%). In coda, più staccato, il Nord Est, con una quota del 16% (-0,6%).

Aggiornamento 4:

Stabili al 7% le sigarette di contrabbando, che per il 61% provengono da paesi extra Ue. Considerando tutti i prodotti, il mercato illegale dei bacchi copre il 5% del totale e sottrae all’Erario più di 600 milioni l’anno.

Attachment image

5 risposte

Classificazione
  • 2 anni fa
    Risposta preferita

    Premesso che è sempre più desolante ad uno Stato le cui entrate più sicure ed ingenti sono rappresentate dal monopolio dei tabacchi, dalla vendita dei "Gratta & Vinci", e dalla gestione delle cosiddette e diaboliche video macchinette mangia-soldi (giochi già d'azzardo), la presunta perdita sarà presto recuperata dalle minori spese sostenute dalla Sanità Pubblica. E' un fatto di cui si parla sempre troppo poco, tuttavia non dimentichiamo che ogni fumatrice/fumatore costa annualmente una congrua cifra al Sistema Sanitario Nazionale. E non parlo solo e soltanto dei casi più estremi e gravi (il fumo non perdona, prima o poi colpisce), ma anche di tutta la serie di patologie relativamente leggere collegate al Tabagismo. Quindi, dobbiamo solo rallegrarci, una volta tanto, per una notizia come questa, ovviamente e solo apparentemente negativa.,

  • 2 anni fa

    Il fumo uccide. Benissimo se lo Stato perde milioni di tasse sul tabacco.

  • 2 anni fa

    Anche io vorrei smettere ma il mio cervello non ne vuole.proprio sapere

  • Croko
    Lv 7
    2 anni fa

    Mi fa piacere, vorrei avere anch'io la forza di smettere..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Luigi
    Lv 7
    2 anni fa

    Meglio che ci rimetta una volta tanto lo Stato e che ci guadagni in salute il cittadino!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.