Gurdeep ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 2 anni fa

Il processo di modernizzazione dell'impero russo?

Come avvenne?

1 risposta

Classificazione
  • 2 anni fa
    Risposta preferita

    Il processo di modernizzazione dell'impero russo avvenne per gradi. Sotto il regno dello zar Pietro il Grande (1682 - 1725) si procedette ad armare e addestrare l'esercito secondo il modello svedese, e a creare una Marina Militare sull'esempio di quella britannica e olandese. I risultati di quest'opera di modernizzazione si videro nel corso delle guerre contro i Turchi Ottomani, i Persiani e gli Svedesi: i Russi riuscirono ad annettere Ingria, Carelia, Estonia, Livonia e Curlandia strappandole agli Svedesi, e ad affacciarsi sul Mar Baltico. Con Caterina la Grande (1762 - 1796) l'impero fu riorganizzato a livello amministrativo, con l'istituzione di province e distretti. Furono annesse la Crimea e buona parte della Polonia. La modernizzazione dell'impero russo proseguì durante tutto l'Ottocento e i primi decenni del Novecento, con una serie di riforme amministrative, scolastiche, giudiziarie e militari, che avevano lo scopo di mettere la Russia al passo con i principali Paesi occidentali. In particolare, nel 1861 lo zar Alessandro II abolì la servitù della gleba: tuttavia i contadini russi rimasero estremamente poveri e solo in rari casi riuscirono ad acquistare le terre che lavoravano. Il processo di industrializzazione delle grandi città (San Pietroburgo, Riga, Kiev) portò alla nascita di una classe operaia e studentesca insoddisfatta delle condizioni di vita del proletariato urbano e rurale russo: si diffusero ideali e movimenti socialisti e anarchici, al punto che lo zar Alessandro II fu ucciso da un attentato terroristico. La guerra russo-giapponese (1904-05) e la Prima Guerra Mondiale (1914-18) misero a dura prova la compagine imperiale, minata al suo interno dai movimenti rivoluzionari e nazionalisti e dalle aspirazioni indipendentiste dei Polacchi, dei Finlandesi e di altri popoli soggetti al dominio dello zar. Nicola II fu costretto ad abdicare da imponenti manifestazioni popolari di piazza, imprigionato e fucilato insieme ai membri della famiglia imperiale nel 1918. Di lì a poco l'impero russo avrebbe cessato di esistere e sarebbe stato sostituito, dopo una lunga guerra civile, dall'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS), nata nel 1922. L'URSS portò a compimento la modernizzazione dell'impero russo avviata dagli zar Alessandro II, Alessandro III e Nicola II: a quest'ultimo va attribuito il merito di aver ultimato la costruzione della Ferrovia Transiberiana da Mosca a Vladivostok (1916). L'industrializzazione dell'impero russo e la realizzazione di linee ferroviarie fu possibile grazie a ingenti investimenti stranieri e alla messa a disposizione del know-how tecnologico necessario da parte di Tedeschi e Francesi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.