Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportCalcioCalcio Italiano · 12 mesi fa

Perché l'Italia fa così tanta fatica a segnare?

In 4 partite di Nations league 2 miseri goal, uno su rigore e uno di cùlo al novantesimo. Qual è il problema del nostro attacco secondo voi?

14 risposte

Classificazione
  • 12 mesi fa
    Migliore risposta

    Costruiamo gioco,il possesso ha raggiunti picchi del 70% stasera,col doppio play più bonucci dietro che è un altro che sa impostare piu insigne che sa giostrare la palla davanti è una buona italia,secondo me manca proprio la cattiveria sotto porta,manca il finalizzatore,i n9 che ci sono non sono all'altezza tra immobile belotti zaza lasagna non fanno dieci presenze in Champions che è la coppa che permette a un giocatore della nazionale italiana di poter crescere sul serio,ci sarebbe balotelli ma ormai i treni sono passati e non dimostra costanza......quando troveremo il n9,e lo troveremo perché il calcio è ciclico,allora ci sarà una cattiveria maggiore sotto porta e più gol,fino ad allora vedremo gente che segna con la Lazio o toro è poi appena gioca con una maglia pesante se ne va di testa,il peso delle maglie c'è sempre stato,fare la differenza alla nazionale non è come alla Lazio, mentre se uno è di alto livello e giica gia in un grande club di prestigio allora sa reggere la pressione..

    Magari ci fosse adesso pippo o bobo,nin chiedo van basten ma nemmeno immobile però,da quando mi ricordo questo è il periodo peggiore per i centravanti,non ce n'è nemmeno uno di grande livello, fino a un decennio fa ce n'erano.

  • 12 mesi fa

    Manca un attaccante di peso e un altro che ha il fiuto del gol

  • 12 mesi fa

    perchè abbiamo immobile inm attacco e lo dico da laziale

  • seven
    Lv 7
    12 mesi fa

    20% tattico e 80% tecnico; antonio conte aveva capito che in questo momento grossi attaccanti in italia non ce ne sono e per questo aveva meso davanti un centravanti (pellè) con alle spalle una seconda punta (eder) in grado all'occorrenza di fare anche da suggeritore per gli inserimenti, ora tolto il pessimo periodo ventura, mancini ha cambiato completamente concetto di gioco ponendo un tridente che secondo me non c'entra niente con le necessità tecniche di questa squadra, o per meglio dire può essere una soluzione secondaria ma l'idea di impostare il gioco con i 3 avanti non funzionerà mai perché il discorso è sempre lo stesso: al momento non abbiamo attaccanti importanti che possano trainare dal punto di vista tecnico, immobile non lo è, nella lazio è un finalizzatore telecomandato a ricevere palla solo dentro l'area o in caso (sporadico) di contropiede a campo aperto, farlo giocare per la squadra è deleterio, non ha i piedi per fare da appoggio, ma un discorso simile vale anche per insigne che se nel napoli ha il compitino da esterno alto in nazionale con le diverse distanze con i compagni si trova a svolgere un ruolo monto diverso, per il quale probabilmente non è adatto, a mio avviso il problema che abbiamo attualmente in nazionale è l'assenza di un avanzato, che sia prima o seconda punta non abbiamo un attaccante che funga da epicentro tecnico, per intenderci uno al quale passare la palla e che sappia girarsi e giocare come in passato erano i vari del piero/totti/cassano, uno che insomma riesce a fare in modo semplice qualcosa che proprio semplice non è, il punto però è che si può ovviare attraverso la manovra e il gioco di squadra, e in questo senso non dico che mancini sia inadatto come CT ma avrebbe avuto un senso nel caso la nazionale italiana non avesse avuto una crisi tecnica precedente al suo arrivo, mancini è un buon gestore, uno che prende una squadra già avviata e la migliora, non credo sia particolarmente capace a creare qualcosa da zero, anche perché di giocatori "scoperti" da mancini ce ne sono pochi (stankovic alla lazio, balotelli all'inter, che non a caso è rimasto a metà) per me quello più adatto per il 4-3-3 era eusebio di francesco; giovane, motivato e soprattutto capace di creare anche attraverso la valorizzazione dei giovani, ci sarebbe cmq voluto un biennio per vederne i frutti ma di certo sarebbe stato un progetto che sulla distanza del tempo avrebbe messo in piedi una squadra con la S maiuscola, mancini si ostina a provare (e riprovare) i vari insigne e immobile che fuori dal contesto dei club non si riadattano a ruoli diversi, in mezzo al campo serve maggiore personalità che un verratti fino adesso non ha mai dimostrato di avere, a me sembra che la strada di questa nazionale sia abbastanza impervia e difficile, si vuole creare una squadra necessariamente moderna per modo di stare in campo e di giocare quando poi i presupposti del nostro calcio sono sempre stati diversi dal prospetto di gioco post moderno

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    12 mesi fa

    Squadra di merd@, già è un miracolo che queste pippe riescano a pareggiare.

  • 12 mesi fa

    Ma da un Immobile o un Insigne cosa ti aspetti??? Era meglio supermario che cammina in campo almeno lui la porta la centra!!!

  • Anonimo
    12 mesi fa

    Ci manca chi ficca dentro

  • Anonimo
    12 mesi fa

    so' scarsi ragà! tutto qui

  • La nazionale italiana non ha più da anni i campioni dei "lontani" inizi anni 2000, infatti si vede dai risultati.. è già tanto se negli ultimi europei abbiamo superato i gironi delle eliminatorie e guarda caso manco si sono qualificati per partecipare ai mondiali di Russia svolti quest'estate.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.