Sono al terzo anno di università e sono sola e senza amici?

Ammetto di essere una ragazza abbastanza chiusa all inizio e forse un po cupetta, ma conoscendomi meglio si scopre che non è assolutamente cosi. Il primo anno per quanto riguarda le amicizie è andata molto bene, avevo il mio gruppetto con cui uscivamo, organizzavamo cose, stavo molto bene, eravamo una decina di persone. Il secondo anno, purtroppo, 2 ragazze del gruppo si sono trasferite, altri 2 sono rimasti indietro, il mio gruppo si è in poche parole disgregato e chi siamo rimasti nella facoltà di è unito ad altri gruppetti del corso. Io sono rimasta fuori dai giochi perché l anno scorso mi sono fidanzata e non ho avuto la prontezza di capire che ormai il mio gruppo non c era più, che ormai si orgsnizzava sempre di meno fino a quando non si è organizzato più. Inizialmente ero rimasta legata a una ragazza che però ha fatto amicizia con persone che purtroppo non mi ci trovo proprio, le altre due inizialmente stavamo insieme (non chissà quale grande amicizia), poi praticamente anche loro verso la fine dell anno hanno iniziato a legare con un altro gruppetto i cui nonostante tutto però non riesco proprio ad entrare, e queste due ragazze non ci sono mai per usicre perché una è di qui e l altra scende scende sempre o sale il ragazzo. Io mi sento sola, terribilmente sola perché io ce la metto tutta per cercare di integrarmi e parlare con gli altri, ma una volta che i gruppi sono già composti non si può fare niente per entrare perché non ti rivolgono nemmeno la parola.

Aggiornamento:

E non c'è nemmeno la scusa dello studio per legare con qualcuno perché sono tutti molto competitivi. Non riesco proprio a legare con nessuno. Io sono una ragazza che può dare veramente tanto in amicizia, sono sincera e leale, so scherzare ed essere ironica, ascoltare e dare consigli. Sono solo un po' chiusa inizialmente ma mi sento tanto sola per questo perché, nonostante io abbia il mio ragazzo nella città in cui studio, gli amici li ho sempre considerato una cosa fondamentale.

14 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 anno fa

    Il mio consiglio:

    Più che tentare da fuori di entrare in gruppetti già ormai formati ti conviene iniziare a parlare e poi legare con qualche collega singolo come te... Qualche "solitario" per forza maggiore non per causa propria. Magari qualcuno che in aula a lezione sta per conto suo perché appunto non ha legato con altri colleghi, oppure con qualche tua collega in biblioteca o durante gli esami (mentre aspetti il tuo turno capita di confrontarti con gli altri che preparano la stessa materia no?). Sono tutti ottimi momenti per attaccare bottone con la scusa dello studio e dell'università e conoscere nuovi colleghi. Inizia con i singoli e poi vi create un vostro gruppetto di 3-4 persone (meglio pochi sennò il rischio di dispersione è alto) con cui studiare, uscire e divertirvi. Perché è uno spreco di energie puntare ai gruppi già consolidati o a quelli che si sono dispersi.

  • Anonimo
    1 anno fa

    Ciao, io sono nella tua stessa situazione ma sono al primo anno. Sono esattamente come descritta da te, timida, un po' chiusa e riservata per carattere ma non appena ho occasione di parlare so essere simpatica e disponibile! Io purtroppo invece quest'anno non ho legato con nessuno, ognuno o sta per fatti suoi o in gruppi e a questa situazione ho fatto l'abitudine. Come ti hanno già consigliato, dovresti provare ad attaccare bottone ad una sola persona tanto per cominciare. Potresti sederti vicino a qualcuno che è solo e molto banalmente rivolgergli la parola..in base a come risponde potresti poi presentarti

  • 1 anno fa

    Hai una relazione, é già un bel traguardo. Hai almeno qualcuno con cui uscire e fare cose. Ma capisco che magari vuoi un'amica con cui parlare fra ragazze. Come si trovano gli amici é una domanda difficilissima a cui rispondere. Banalmente uscendo, prova cose nuove: corsi sportivi, lezioni di qualche tipo, associazioni universitarie... Prova a parlare con qualcuna a lezione ( lo so é difficile, ma qualche volta funziona). Prova a fare un'uscita a quattro magari qualcosa ne esce.

  • 1 anno fa

    Lascia perdere, meglio avere 1 solo amico vero, che 500 falsi. Non ascoltare quelli tipo che ti dicono: "Se mi fai questo diventi mia amica", perché lo fanno solo per il loro scopo, e poi fanno finta di fare amicizia con te e dietro dietro: "Che scema quella li". Dipende, tu devi fare amicizia con la gente che tu piace, non con quella gente un po' cretina (che a volte ti chiamano cara e carissima e poi ti pugnalano). Daii, non ti servono degli amici falsi per vivere, ma solo veri. E quelli veri tutti ce l'hanno il proprio amico. Gli altri ti ci fai il bollito avvelenato... Lascia perdere! L'amicizia è importante solo se può funzionare, sennò non è amicizia, ma una fregatura.

    Fonte/i: E comunque, se prima eravate tutt'uno e ora quasi neppure vi parlate, stai tranquilla che quella non era un'amicizia ma una fregatura (fregatura per non dir altro).
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 anno fa

    Anchio per un periodo mi son trovato nella tua stessa situazione. Punta su persone che come te vedi che sono un po’ più “solitarie”. Fondamentale è non soffermarti sul fatto che non hai amicizie, le persone lo capiscono e spesso potrebbero allontanarsi per questo. Non preoccupartene e sii leggera! Le cose vengono quando meno te lo aspetti. Anch’io lanno scorso mi sentivo solo e senza amici veri, per questo con le poche amicizie che avevo ero abbastanza appiccicoso e geloso. ma proprio quando ho accettato questa cosa sono riuscito a legare veramente con delle persone... accetta questa cosa e cerca di migliorare prima di tutto te stessa e se ti impegni un po’ a relazionarti con la gente vedi che le amicizie le crei (non essere frettolosa però, tempo al tempo)

  • 1 anno fa

    Fregatene!!

  • 1 anno fa

    beh secondo me

  • 1 anno fa

    Come sempre all'intimo anno cambierà radicalmente qualcosa e allora tu finirai l'università e tutto finirà in breve tempo

  • 1 anno fa

    Forse sei troppo romantica o all'antica e invece di rischiare con potenziali avventure che non daranno frutti preferisci sognare quel giorno speciale ...il rischio é che reti a guardare dalla finestra e non vivi anche se vivere é anche cadere e ricominciare

  • Neo
    Lv 4
    1 anno fa

    Mantenere il giro di amicizie è molto importante, ma lo è di più la tua carriera ; ti mancano ( forse ancora 2 o 3 anni per la laurea ) e da essa dipende il futuro della tua vita che gli amici non ti possono assolutamente garantire,

    Sei fidanzata e questo è già molto.

    Nei momenti di difficoltà puoi contare sul tuo Lui, e non sugli amici.

    Finisci l' Università, che è molto più importante.

    Non dico di voltare la faccia alle persone che potrebbero essere in futuro nuovi amici, ma di dare maggiore priorità a ciò che sicuramente ti garantirà una vita serena.

    Per esperienza ti posso dire che nei momenti di difficoltà, quelli che ritenevi buoni amici sono stati i primi a scappare via voltandoti le spalle.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.