Diciottesimo: grande festa o uscita tra amici intimi?

Tra un mese compierò 18 anni e devo ancora decidere come festeggiare. Mi sto lasciando condizionare molto dai miei amici, che stanno organizzando feste in ville e altre location di lusso, e dal fatto che il diciottesimo viene sempre ricollegato al fantastico ricordo di una mega festa con tanti invitati. Mi... visualizza altro Tra un mese compierò 18 anni e devo ancora decidere come festeggiare. Mi sto lasciando condizionare molto dai miei amici, che stanno organizzando feste in ville e altre location di lusso, e dal fatto che il diciottesimo viene sempre ricollegato al fantastico ricordo di una mega festa con tanti invitati.
Mi piacerebbe festeggiare in un modo un po' diverso perché non so se mi troverei davvero a mio agio in una festa con una quarantina d'invitati, vestito e tacchi e tutta l'attenzione su di me; avevo perciò pensato di trascorrere una giornata con i miei amici più stretti, visitando una città. Ma così facendo mi sentirei in colpa per non festeggiare anche con gli altri e ho paura di non godermi davvero il diciottesimo, riducendolo ad un'uscita che potrei tranquillamente fare in  qualsiasi fine settimana. Non so se fare una grande festa sia più un modo per accontentare me stessa o per aderire alla consuetudine del festone dei 18 anni che tutti si aspettano. Mi ritrovo in questo circolo vizioso in cui io per prima non so cosa mi piacerebbe di più e soprattutto mi faccio troppe paranoie.
Cosa potrei fare? Dovrei semplicemente aderire alla solita festa e godermi la serata? Cosa risulterebbe più monotono: la festa o l'uscita? Avete qualche idea per festeggiare in modo originale?
9 risposte 9