promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiItaliaSardegna · 1 anno fa

Come mai i Sardi hanno un senso patriottico così forte nei confronti di un Paese che non è il nostro?

Sono amanti delle loro radici spagnole e molti di loro le rivendicano con orgoglio. Neanche fosse una gran cosa, la cultura spagnola.

Non che me ne freghi qualcosa.

4 risposte

Classificazione
  • 1 anno fa
    Risposta preferita

    Uhm... interessante questione.

    Dal mio punto di vista, non ho un particolare riscontro riguardo l' "essere amanti" delle proprie origini spagnole. Quanto una consapevolezza delle stesse e il riconoscersene più che in ciò che ha portato la cultura italica.

    Ho letto delle inesatezze in altre risposte. Perchè tra il nuragico e regno d'Italia, di acqua sotto i ponti ne è passata.

    Semplificando molto son passati: epoca giudicale, periodo di dominazione "spagnola/aragonese" e Regno di Sardegna sotto i Savoia (e non si parla di Italia)

    Lasciando da parte il periodo Giudicale (che è quello più interessante per la storia sarda) e l'infausta era savoiarda, se vai a far due conti, la Sardegna è stata più Spagnola che Italiana. Noi sardi siamo stati "spagnoli" per qualche secolo... e "italiani" (in corso) per poco più di un secolo e mezzo.

    La dominazione spagnola ha lasciato segni molto forti. Nella lingua, in molte usanze (che esistono ancora oggi come riti carnevaleschi, riti pasquali...), Nelle espressioni artistische, perchè ad esempio il rinascimento italiano in Sardegna non è manco passato ma ci son bellissimi esempi di arte spagnola in architettura, scultura e pittura sarda.

    Questo in un periodo storico dove nell penisola italica c'erano tanti staterelli, l'isola di Sardegna era una "provincia periferica" del Regno di Spagna (poi possiamo discutere se catalano, di Castiglia o di Aragona).

    Comunque non voglio esser noioso e non mi dilungo. Ribadisco che secondo me non si tratta si esser amanti... ma orgogliosi si... perchè il lascito c'è. Come c'è quello giudicale (al quale la dominazione spagnola ha tolto molto), come c'è quello preistorico. Se ad esempio non c'è affatto orgoglio del periodo savoiardo è perchè evidentemente è più ciò che è stato tolto che quello che hanno dato. E questa consapevolezza, in un modo o nell'altro anche se non si hanno fatto chissà quali studi, c'è.

    Come ti hanno già scritto è più probabile sentire un sardo che semplicemente si definisce "sardo", più che "italiano" o tantomeno "spagnolo" (mai sentito).

    Permettimi ci citare la Deledda. E nota lei cosa cita per primo in barba alla cronologia storica.

    Noi siamo spagnoli, africani, fenici, cartaginesi,

    romani, arabi, pisani, bizantini, piemontesi.

    Siamo le ginestre d'oro giallo che spiovono

    sui sentieri rocciosi come grandi lampade accese.

    Siamo la solitudine selvaggia, il silenzio immenso e profondo,

    lo splendore del cielo, il bianco fiore del cisto.

    Siamo il regno ininterrotto del lentisco,

    delle onde che ruscellano i graniti antichi,

    della rosa canina,

    del vento, dell'immensità del mare.

    Siamo una terra antica di lunghi silenzi,

    di orizzonti ampi e puri, di piante fosche,

    di montagne bruciate dal sole e dalla vendetta.

    Noi siamo sardi.

    Grazia Deledda

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Giorgio ɢ
      Lv 7
      1 anno faSegnala

      E perchè non citarla?
      Peraltro l'unica che ha parlato di invasione, sei tu, Lara.
      Non ne ho parlato io e non c'è traccia nei versi di Grazia Deledda.
      Per il resto, troppe cose sbagliate nelle tre righe del tuo commento.
      Se vuoi, entriamo nel merito... ma siamo fuori tema con la domanda :)
      Saluti.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 anno fa

    A parte che i sardi non hanno nessuna origine spagnola, al massimo catalano-aragonese ma solo nella zona di Sassari.

    I Sardi sono in massima parte nuragici latinizzati, specie nel sud e in Barbagia.

    Comunque, fino a 70 anni fa la Sardegna sarebbe potura essere una nazione indipendente, ma oltre un secolo di italianizzazione ha fatto i suoi effetti. In realtà non mi sembra che i sardi siano particolarmente nazionalisti, in media

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 anno fa

    Dipende. Per esempio, gli abitanti di Alghero discendono in buona parte da coloni provenienti dalla Catalogna, stabilitisi in Sardegna nel Medioevo e nell'Età Moderna, durante la dominazione aragonese e spagnola dell'isola. Per quanto riguarda gli altri Sardi, non ti saprei dire, ma in generale penso che siano fieri di essere isolani "DOC", Sardi e basta, senza legami di sorta col Continente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ma se non sanno manco da che parte sono girati, quelli pensano che la sardegna sia piatta e non esista altro dopo il mare

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.