Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiRegno UnitoLondra · 2 anni fa

lavorare a Londra entrate?

ma voi, siete d'accordo che ora va di moda andare a lavorare a Londra? Si ok, qui non esiste un futuro certo ecc.. Ma andare li, non è come fare il turista.. si è sempre stranieri, e se non si ha un mestiere, ( vabbè a parte parlare perfettamente l'inglese) oppure chi ha i soldi si apre un attività, è inutile andarci.. Magari con la seconda opzione, se si è fortunati si può vivere bene.. Ma per il resto se si va cosi, a fare il lavapiatti a sto punto lo faccio qui in Italia.. non puoi avere una casa solo per te (chissà se un giorno si potrà avere) tra affitto anche in periferia può arrivare a 1000 pound (a meno che non si va in quei appartamenti che hanno tutto in comune, e non conviene, il prezzo meno di 700 pound non paghi poi) dicevo tra cibo, bollette e spese varie.. in due se non si hanno dei buoni stipendi, neanche ce la fai.. non so, io ci sono andato da turista per tre volte, ed una città fantastica, ma a viverci preferisco vivere in Italia, (so che si può andare anche fuori Londra, ora intendevo solo questa città, anche perché ovviamente rispetto ad altre parti ce molto più lavoro)

2 risposte

Classificazione
  • 2 anni fa
    Risposta preferita

    Clara, tu hai mai lavorato a Londra per fare un ragionamento del genere? Perchè sai, io ci sono vissuto e ti posso assicurare che è pieno di Italiani che in trent'anni al massimo sono passati da lavapiatti ad aiuto cucina!

    Dici smettiamola di sparare puttanat e poi tu fai lo stesso. La tua potenza Europea, tanto per fare un esempio, ha avuto un approccio alla Brexit degna dei bambini dell'asilo: se avessimo fatto noi la figura che stanno facendo loro con questa storia del deal o del no deal, saremmo tutti qui a denigrare l'Italia e il suo dilettantismo. Ma siccome qui i dilettanti incompetenti sono i britannici, facciamo finta di non vedere e di non sentire.

    Questi imbecilli (chiamamoli con il termine che meritano, ma non perchè erano a favore della Brexit, ma per come hanno sostenuto le loro posizioni, ovvero senza un minimo di pianificazione e progetto!) sostenitori della Brexit sono andati allo sbaraglio, hanno proposto l'uscita della UK dall'Europa senza neppure avere un minimo di piano di uscita, sono andati tutti avanti in ordine sparso, senza un minimo di coordinamento o di idee su come attuarlo, e il risultato si vede.

    Questo per dire che dovremmo smetterla anche noi di fare i soliti discorsi da bar sport secondo i quali noi siamo sempre dei "merdosì", gli altri invece sono sempre eccellenti professionisti.

    Per venire alla domanda: io posso essere anche d'accordo con te su certe riflessioni, ma non hai tenuto conto di un aspetto fondamentale. Vivere per un certo periodo all'estero è sempre una esperienza impagabile, e se uno affronta l'idea con l'intenzione di vivere lì per un certo periodo, credo che non abbia davvero di che pentirsi, anche se l' esperienza dovesse essere negativa. Io ho vissuto per un certo periodo a Londra e devo dire che è stata una bellissima esperienza, anche se non facevo grandi lavori e alla fine non ho messo via nulla dal punto di vista strettamente finanziario (sono d'accordo nel dire che se a Londra non hai un lavoro ben remunerato è dura vivere!). Quindi direi che è sempre una questione di approccio: se uno ci va senza un minimo di progetto (ecco perchè ho fatto il paragone della Brexit) è facile che faccia la fine che descrivi tu, ma se uno ci va solo per fare una esperienza, o anche per trasferirsi ma con le idee chiare, allora la cosa può essere diversa.

    Clara, io ho fatto il lavapiatti in Italia e all'estero ma è stato un lavoro temporaneo perchè io avevo un progetto, avevo volontà e voglia di fare e la voglia di fare mi ha portato a migliorare la mia posizione, anche qui in Italia.

    Smettiamola di dare sempre la colpa all'Italia dei nostri fallimenti e delle nostre debolezze, troppo comodo.

  • clara
    Lv 7
    2 anni fa

    Abbastanza confusionario il tuo ragionamento.

    Peccato tu non sappia la sottile differenza tra il lavapiatti a Londra e quello italiano: a Londra fai il lavapiatti per i primi mesi fin quando trovi un lavoro che più ti si addica, in Italia il lavapiatti lo fai per sempre, senza contratto e senza garanzie.

    Smettiamola di sparare puttanat.e e di paragonare la merddosa Italia ad una potenza europea

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.