Zin ha chiesto in Società e cultureTauromachia · 8 mesi fa

Conseguenze inquinamento ambientale?

3 risposte

Classificazione
  • 8 mesi fa
    Migliore risposta

    Mi sembra ovvio che l'ambiente diventerà sempre più sfruttato.

    Devo dire che odio la parola inquinamento usata impropriamente e al suo posto preferisco molto di più la parola "sfruttamento".

    Intendiamoci l'inquinamento c'è ma è limitato alle discariche tipo "Terra dei fuochi" dovo sono stati depositate sostanze velenose.

    Mentre per i gas di scarico delle caldaie e dei mezzi di trasporto userei il termine "eccessivo sfruttamento della risorsa aria".

    Se passa una macchina per strada emette un pò di anidride carbonica, un pò di ossido di carbonio e un pò di polveri, ma l'aria rimane sempre la stessa. Se in quella strada passano 50 macchine al minuto ecco che le cose appaiono diverse e l'aria diventa irrespirabile per l'uomo facendo aumentare i tumori ai polmoni. Ma è dovuto all'eccessivo sfruttamento della risorsa aria oltre al guadagno che fanno vari soggetti.

    Quali sono questi soggetti? I costruttori di mezzi di trasporto, i rivenditori di combustibili, i comuni municipalizzati che non si dotano di un efficiente sistema di trasporto pubblico perché costa, e i cittadini stessi che non vogliono rinunciare alle comodità del mezzo di trasporto privato.

    E non venitemi a dire che costruttori di mezzi di trasporto stanno correndo ai ripari con le auto ibride ed elettriche (che peraltro ancora non ci sono), perché l'auto ibrida continua ad usare la benzina come unica fonte energetica (è la benzina che ricarica le batterie) e l'auto elettrica (futura) non fa altro che spostare lo sfruttamento dell'aria dalle città alle centrali di produzione dell'elettricità.

    In parole povere l'auto ibrida e l'elettrica (futura) servono solo a fare la sostituzione del parco auto cioè a guadagnare più soldi. continuando i comuni a risparmiare non facendo un piano di trasporto pubblico e i cittadini a continuare a fare il comodo loro.

    Quella Ingridh svedese che ha raggiunto la notorietà assumendo il ruolo di paladina ecologica dice "Ci avete rubato il futuro" e per questo viene ricevuta dal Papa, ma non dice le cose come stanno. Non dice che anche lei usa la macchina di papà, il riscaldamento a casa (in Svezia), ecc. in sostanza le comodità della vita moderna.

  • 8 mesi fa

    L'inquinamento ambientale si può suddividere in diverse tipologie: acustico, elettromagnetico, atmosferico, idrico, e così via. L'inquinamento acustico è provocato da fonti di rumore, costanti o improvvise, che emettono un alto numero di dB (decibel): automobili, camion, treni, aerei ecc. Le conseguenze possono essere insonnia, tachicardia, disturbi dell'umore e della concentrazione, pressione sanguigna elevata, irritabilità. L'inquinamento elettromagnetico è causato dall'emissione di microonde o onde radio, che permettono il funzionamento dei dispositivi elettronici che ci circondano: televisori, personal computer, telefoni cellulari, tablet e altro. Le conseguenze sull'uomo non sono ancora pienamente indagate, ma si ipotizza che un utilizzo eccessivo di tali strumenti possa favorire l'insorgere di patologie neoplastiche (tumori al cervello, glaucomi, ecc.). L'inquinamento atmosferico e idrico dipende dalle emissioni di micro- e nanoparticolato nell'ambiente, che possono essere prodotti di combustione (CO2, fuliggine o nerofumo), particelle di metalli pesanti (nichel, cadmio, cobalto, arsenico, mercurio), residui di lavorazione di materie plastiche e legname e via discorrendo. Fra le conseguenze a lungo termine vi sono patologie a carico dell'apparato respiratorio (asma, enfisema, carcinoma a cellule squamose, mesotelioma della pleura), dell'apparato cardiocircolatorio (leucemia, linfoma di Hodgkin, ischemia), mutazioni genetiche, intossicazioni acute e croniche, infertilità o sterilità maschile e femminile e molto altro.

  • 8 mesi fa

    e niente, finché ci saranno i deficienti e la politica sull'ambiente non si risolverà mai niente. la terra è destinata a morire per penuria di intelligenti...

    • la terra non morirà, se non quando tra circa 5x10^9 anni il sole terminerà l'idrogeno che brucia costantemente ed esploderà inglobando i primi 4 pianeti del sistema solare..... per il problema dell'inquinamento, quello che ne farà le spese sarà una buona parte degli organismi viventi uomo compreso

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.