Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 6 mesi fa

Antisemiti, devo ricordarvi che se non ci fossero gli ebrei, voi non avreste le seguenti cose?

- Dei social network con cui parlare con gli amici (Mark Zuckerberg)

- Un comodo motore di ricerca (Sergey Brin e Larry Page)

- Internet (Paul Baran)

- Un telefono con cui comunicare a distanza ( Martin Cooper)

- Penne a sfera (Birò)

- Un videogame a cui giocare (Ralph Bauer)

- Un telecomando con cui cambiare canale ( Robert Adler)

- Una colorata TV (Carl Goldmark)

- Dei bellissimi jeans (Levi Strauss)

- Del sapone con cui lavarvi (Crescas Davin)

- I vaccini (Irving Millman)

- L'Intervento agli occhi (Irving Blum)

- Uno psicologo con cui parlare (Sigmund Freud)

- Un dio a cui pregare (Yeshua)

9 risposte

Classificazione
  • Viking
    Lv 7
    6 mesi fa
    Migliore risposta

    Non sono ebreo, però ho sempre pensato che mediamente gli ebrei abbiano "una marcia in più" rispetto al resto dell'umanità. Forse è proprio per questo che sono sempre stati esecrati e perseguitati.

  • 6 mesi fa

    la marcia in più che viene attribuita agli ebrei deriva dal fatto che da cento generazioni costoro obbligano tutta la loro prole a essere alfabeta onde poter leggere la bibbia. Ciò significa che essi costituiscono l'unico popolo che da un paio di millenni evita le sacche di analfabetismo che invece sono sempre state enormi presso tutti gli altri popoli. Ciò spiega anche perché almeno la metà di tutti i premi nobel sono stati conquistati da persone di origine ebraica

  • Anonimo
    6 mesi fa

    Non sono certo antisemita ma gli Ebrei che ho conosciuto o di cui ho letto pensieri sono, almeno per quel ho visto, gente comune, superficiale. In gamba per varie cose ma sempre limitati.

    E credo che le persone speciali nel senso di non superficiali, aperte di mente, fuori gli schemi siano in generale poche.

  • Ok. Voglio farti solo un appunto: si può pregare anche in altre religioni e Freud non inventò la psicologia, bensì la psicoanalisi. E per inciso, l'interesse per i sintomi del paziente visti con valenza comunicativa, si ebbe parecchio prima (un esempio è Pinel). Per il resto non sono antisemita né antiebreo. Dico solo che considero una vergogna il nazismo usato dagli israeliani contro i palestinesi e che, se l'occidente avesse le palle fermerebbe quello stato nazista e criminale. Tutto qui.

    (Ps non scordarti però l'umorismo ebraico che è tra le cose che più amo del loro popolo!)

    • GianLUPO
      Lv 6
      6 mesi faSegnala

      Pollice su! Posso solo quotare. Soprattutto per la questione umorismo ( per quanto mi riguarda mi è capitato di guardare qualcosa di Moni Ovadia)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 6 mesi fa

    Non si avrebbero tante cose, Einstein era ebreo, ma se si considerava agnostico, Freud oppure Woody Allen erano/erano ebrei, ma atei, insomma diverso e il far parte di una “razza” ( fra molto virgolette) è diverso dal far parte di una religione.

  • Gianni
    Lv 6
    6 mesi fa

    Sì infatti gli ebrei pregano Dio e gli dà la sapienza

    "Principio della sapienza è temere il signore" (La Sacra Bibbia - Siracide)

  • 6 mesi fa

    Se non ci fossero i semiti non avrebbe senso l'esistenza degli antisemiti

    (semiti ed ebrei non sono sinonimi, ndr)

  • 6 mesi fa

    Troppo approssimativo.

    I suddetti ebrei (almeno Zuckerberg e Freud; gli altri non so ma li immagino atei), sono ebrei occidentalizzati e atei. Poi nulla da dire: gli ebrei il cervello lo sanno usare.

  • Piero
    Lv 7
    6 mesi fa

    Il punto è che l'antisemitismo va combattuto ma l'anti naziSionismo va sostenuto come fanno pure tanti rabbini. Palestina libera e naziIsraele nel recinto del 1967 come stabilì l'ONU.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.