per davidzed?

Cercando su internet dei metodi per aumentare le ripetizioni massime nei singoli esercizi, mi sono imbattuto in un metodo chiamato " greasing the groove ", sponsorizzato da un certo Pavel Tsatsouline.

In Pratica, scelto un esercizio ( ad esempio piegamenti ), consiste nell' eseguire più serie al giorno utilizzando come numero di ripetizioni la metà del numero di ripetizioni massime che si riescono ad eseguire.

Cosa ne pensi di questo metodo di allenamento?

Potrebbe portare risultati anche a livello di ipertrofia muscolare?

1 risposta

Classificazione
  • 9 mesi fa
    Migliore risposta

    Non l'ho mai provato ma come tutti i metodi anche questo è un metodo di allenamento.

    Al contrario della linea di pensiero che considera ottimo per l'aumento della forza submassimale e conseguentemente dell'ipertrofia il cedimento muscolare (arrivare al limite di ripetizioni con un determinato peso) il grease to groove condidera l'esatto opposto e cioè NON portare al cedimento l'allenamento in un determinato esercizio (questo varrebbe per ogni esercizio) per il semplice motivo per il quale se il nostro muscolo non riesce a portare a termine un comando neurale (un tot di ripetizioni con un determinato carico) stiamo intraprendendo la strada per il fallimento del nostro obiettivo.

    Non siamo macchine e di conseguenza possiamo prefiggerci di voler aumentare anche di 100 grammi il carico ogni allenamento mantenendo lo stesso numero di ripetizioni, fino a quando riusciremo sarà un metodo produttivo ma quando arriveremo a un tetto oltre il quale non andremo altre dovremo cambiare metodo e quindi approccio mentale all'allenamento.

    Il problema è che per attuare il metodo grease to the groove bisogna effettuare almeno una serie ogni ora, ad esempio una serie di piegamenti ogni ora senza arrivare al cedimento ma bensì appunto arrivando a circa la metà delle ripetizioni che solitamente siamo in grado di eseguire.

    Stimolando ogni ora i muscoli senza stressarli e senza stancare il sistema nervoso si dovrebbero creare maggiori ramificazioni sinaptiche e neurali tra il sistema nervoso centrale e quello periferico a beneficio della resa muscolare a basso regime (senza appunto ammazzarsi di ripetizioni o con carichi elevati)

    Se hai tempo libero non hai limitazioni, ti basta appunto fare una serie di piegamenti a terra eseguiti perfettamente rispettando appunto il numero di ripetizioni che non deve passare la metà di quelle che faresti normalmente.

    Non l'ho mai provato appunto perchè per farlo non si può praticamente lavorare o uscire di casa e se si esce di casa bisogna rispettare questo metodo di allenamento: una serie ogni ora indipendentemente da dove ci troviamo.

    Ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.