Sammy ha chiesto in SaluteOdontoiatria estetica · 2 anni fa

Come è possibile che si formi una fistola dove manca un dente, estratto 1 anno e mezzo fa?

1 risposta

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    2 anni fa

    Per prima cosa occorre sapere cos'è una fistola. Diciamo in parole semplici che è una valvola di sfogo, un "tubo di scappamento" di un processo infettivo acuto o cronico, che trova una via di "minore resistenza" ed invece di "gonfiarsi" all'interno, sfoga all'esterno. Questo, tra l'altro, in genere fa sì che il paziente non avverta molto dolore, o non lo avverta affatto, proprio perché internamente non si crea molta pressione. E conseguentemente, spesso, il paziente non sa neppure di averla questa infezione che ha generato la fistola.

    Da dove viene questa infezione ? Da quello che racconti, quando un anno e mezzo ti hanno estratto il dente, deve essere rimasto qualche frammento di radice che non hanno voluto o saputo finire di estrarre. E' rimasto lì', magari era già infetto, o magari l'infezione ci è arrivata dopo, e poco a poco si è formato quello che si è formato.

    Basta fare una piccola rx endorale per vedere il frammento di radice e l'ascesso/granuloma.

    Si può anche inserire nella fistola un cono di guttapercha, che è radiopaco, e poi fare la rx, così si controlla dove va a finire la punta (non senti assolutamente nulla). Questo sistema inoltre ha il pregio di poter evidenziare una eventuale e remota alternativa, cioè che la fistola non origini dal dente estratto, ma da uno dei due denti accanto, che magari hanno anch'essi dei problemi. Ma, come dicevo, pur essendo possibile, io inizierei ad indagare dal dente estratto. Comunque la rx spiegherà tutto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.