promotion image of download ymail app
Promoted
Fabry ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 12 mesi fa

Salve a tutti.. avrei bisogno di un aiutino in questo quesito perché non riesco a capire..?

In quale delle seguenti espressioni verbali il pronome personale atono "ti" ha valore di complemento di termine?

a) DESIDERARTI

b) ACCUSARTI

c) INCATENARTI

d) REGALARTI

la risposta è la d.. ma perché? Grazie tante per l'aiuto!!!

Aggiornamento:

AGGIORNAMENTO:

Grazie Giulia! ho capito cosa vuoi dire, ma non del tutto..

In quale delle seguenti espressioni verbali il pronome personale atono "ti" ha valore di complemento di termine? a) RIVOLGERTI a te b) EMULARTI a te c) CALUNNIARTI a te d) ADDITARTI a te..

Si potrebbe dire no?

La risposta giusta segna che è la A...

Aggiornamento 2:

Giovanni grazie per la risposta! sto notando che in tutte le domande che ho, l'espressione verbale che devo scegliere è sempre un qualcosa che do a qualcuno..

REGALARE qualcosa a qualcuno

DIRE qualcosa a qualcuno

RIVOLGERE qualcosa a qualcuno

invece non posso dire ad esempio DESIDERARE qualcosa a qualcuno, INCATENARE qualcosa a qualcuno..

potrei procedere anche così?

4 risposte

Classificazione
  • 12 mesi fa

    La cosa più semplice da fare è la seguente: prendi il vocabolario o dizionario di italiano e cerca la forma-base del verbo "desiderare", "accusare", "incatenare", "regalare", "rivolgere", "emulare", "calunniare", "additare" e così via. Il dizionario riporta, a fianco della voce, se il verbo è transitivo o intransitivo: se è transitivo regge il complemento oggetto (cioè l'azione passa dal soggetto che la compie al complemento oggetto che la subisce), altrimenti no. Nel primo esercizio che hai riportato, "regalare" è sia transitivo sia intransitivo: io regalo qualcosa a qualcuno, quindi in questo caso ci può stare (è ammesso) il complemento di termine. Nel secondo caso, io mi rivolgo a qualcuno (anche rivolgere è un verbo che può essere sia transitivo sia intransitivo: rivolgo una preghiera o una petizione a qualcuno), quindi la particella pronominale "ti" ha valore di complemento di termine. Nel terzo esercizio, infine, la scelta obbligata è la c) dirti, perché io dico qualcosa a qualcuno (in questo caso a te), quindi la particella pronominale "ti" svolge la funzione di complemento di termine.

    AGGIORNAMENTO: Sì Fabry, potresti procedere anche nel modo da te esposto nell'aggiornamento n. 2. Però tieni presente che è possibile incatenare qualcuno a qualcosa ("ti incateno al muro", cioè "incateno te al muro").

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 12 mesi fa

    Prova a comporre la frase: desiderare/accusare/incatenare a te non è corretto in italiano, mentre regalare a te si può dire (incatenare a te è corretto ma assume un altro significato). Non tutti i verbi possono reggere qualsiasi complemento. Nella lingua italiana spesso delle forme uguali assumono significati diversi e a quel punto l'unico modo per capire è riconoscere il significato delle parole. Spero di essermi spiegata bene

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Anna12 mesi faSegnala

      È lo stesso ragionamento:infatti emularti è emulare te, calunniarti è calunniare te, additarti è additare te, rivolgerti è rivolgere a te. La spiegazione sta sempre nel significato delle parole poichè emulare a te (emulare qualcosa a te) è diverso da emularti (emulare te) e hanno significati diversi

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 12 mesi fa

    Grazie mille per la risposta Diego, mi hai dato un input!! Allora se ho capito bene.. DESIDERARTI (chi?) te ACCUSARTI (chi?) te INCATENARTI (chi?) te REGALARTI (A chi?) A te. però non potrei dire anche: ACCUSARTI (a chi? risposta: a te) ad esempio..

    Ne avrei anche altre.. simili, ma seguono lo stesso ragionamento tra complemento di termine ed oggetto?

    In quale delle seguenti espressioni verbali il pronome personale atono "ti" ha valore di complemento di termine?

    a) BACIARTI

    b) INCORAGGIARTI

    c) DIRTI

    d) ELOGIARTI

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 12 mesi fa

    Perchè l azione di regalare risponde alla domanda "a chi? a che cosa?", domande del complemento di termine. Le altre invece rispondono al complemento oggetto (chi? che cosa?)

    • Fabry12 mesi faSegnala

      Grazie mille per la risposta Diego, mi hai dato un input!!
      Allora se ho capito bene..
      DESIDERARTI (chi?) te
      ACCUSARTI (chi?) te
      INCATENARTI (chi?) te
      REGALARTI (A chi?) A te.

      però non potrei dire anche: ACCUSARTI (a chi? risposta: a te) ad esempio..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.