Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureSocietà e culture - Altro · 4 mesi fa

Il mondo non è ancora pronto per essere ateo, condividete?

Premesso che non sono un fanatico religioso, anzi ultimamente ho abbandonato la fede perché credevo fosse inutile nella vita quotidiana e nei problemi di tutti i giorni. Ma non è questo di cui vorrei parlarvi: inevitabilmente riflettendo in questi giorni mi sono ritrovato a pensare ma un mondo senza Dio l’uomo sarebbe in grado di sopportarlo davvero?

Immaginate due giovani che si amano e poi uno di questi muore, oppure una mamma in Africa che vede morire il proprio bimbo di malnutrizione, ecco di fatto questi sono episodi terribili nella vita di una persona, chi è stato fidanzato oppure è un genitore sa di cosa parlo, e dunque l’uomo non può guardare in faccia la realtà non pensando che non ci sia qualcosa sotto di più profondo sotto la morte, perché altrimenti la loro depressione sfiorerebbe picchi che nemmeno la morte potrebbe soddisfare.

Siete davvero convinti voi atei che un mondo così sarebbe un mondo migliore? Vi invito a ragionare: ci sono persone che hanno perso la voglia di vivere e trovano nella fede l’unica ragione e l’unico appiglio, e la verità sapete qual è? È che un po’ tutti siamo così. Tutti, quindi, abbiamo bisogno di questo Dio. Anche voi, in momenti del genere, vi affidereste a Dio, ne sono certo, ma perché l’anima esiste. Che ne pensate?

9 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa

    No, perchè non si può sopprimere la spiritualità dato che ha sempre fatto parte di noi sin dagli albori della nascita dell'umanità.

    • Tony Stark
      Lv 6
      4 mesi faSegnala

      Non c'e nessuna spiritualità innata ma solo l'indottrinamento

  • 4 mesi fa

    Per questo nel giro di tre secoli si sono susseguiti illuministi, pessimisti poetici e filosofici, marxisti, nichilisti ed esistenzialisti atei; eravamo così poco 'pronti' che, pensa un po', ci siamo scoperti a virare necessariamente in quella direzione. E prima che qualcuno mi ricordi come più di due miliardi di persone siano cristiane, vorrei che andaste oltre la facciata e teniate presente che le filosofie sono parte dell'evoluzione di un pensiero, in questo caso quello europeo: sono semi diversi piantati in uno stesso terreno, ed è paradigmatico di questa commistione filosofica notare come tu sia credente e al tempo stesso riduca Dio ad una consolazione, facendo della sua effettiva esistenza un dettaglio secondario.

    P.S. A proposito di facciate, sarebbe meglio evitare di basare la propria visione dei protestanti americani sulle puntate di Settimo Cielo.

    • Tony Stark
      Lv 6
      4 mesi faSegnala

      A differenza tua io ho studiato la stpria avendo fatto elementari, medie e superiori.
      Tu solo Facebook e siti web di fake news.

  • 4 mesi fa

    che la nostra anima esista non ne sarei così sicuro, mentre è invece possibile che esista una intelligenza dentro la materia. Questa intelligenza materica potrebbe essere il vero unico soggetto della realtà. Avrebbe ben poco senso tentare di dialogare con tale entità. E' sufficiente guardare com'è fatto l'universo per capire che nessun dialogo io-tu sia possibile con siffatta entità. La scienza intesa in senso moderno è l'unico modo di dialogare serio con siffatta entità. Ma si tratta di un dialogo che non gioverebbe a quelle ferite dell'anima come le chiameresti tu e che hai descritto nella tua domanda. Potrebbero allora servire, sia pure come finzione operativa, delle religioni che avrebbero funzione lenitiva, ansiolitica, palliativa? Può darsi, ma il mondo della cultura deve impegnarsi a moderare l'invasività e pericolosità di tali strumenti sociali.

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Non credo che esista un ateo al 100%.

    Chi non crede in una divinità se ne crea una propria: la propria persona, il sesso, i soldi, il lavoro, il calcio e così via.

    Ogni persona ha il proprio Dio, la propria liturgia e i propri convincimenti. Non credo che sarà mai possibile un mondo totalmente senza Dio. Esiste ed esisterà sempre questa componente "spirituale"/"valoriale" nell'uomo.

    Fonte/i: Il mio cervello.
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 mesi fa

    C'e ancora troppo analfabetismo

    • Tony Stark
      Lv 6
      4 mesi faSegnala

      Non so di cosa parli visto che l'ateismo non ha ucciso nessuno mentre le religioni fra attentati e guerre sante hanno fatto più morti di tutte le epidemie messe assieme

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Bisognerebbe leggere 'la stampa, di ieri, dove sono esposte le esperienze delle sette sataniche che riducono l'uomo peggio dell'animale.

    • Padre4 mesi faSegnala

      Ti ho chiesto di darmi le prove del fatto che Dio ti abbia aiutato dandoti i soldi, ma abbiamo già stabilito che non hai la faccia per ammettere il torto. Anche come cristiano fai schifino.

  • 4 mesi fa

    La spiritualità è un qualcosa che è innata nell'uomo. Da quando esiste l'uomo ha sempre avuto questo bisogno anche se alle volte ha soddisfatto questo bisogno a modo suo e non come dice Dio.

    Nelle parole di Gesù è chiaro questo bisogno spirituale nell'uomo ma è altrettanto chiaro che non tutti se ne rendono conto.

    (Matteo 5:3) ...“Felici quelli che sono consapevoli del loro bisogno spirituale...

    Questo è più evidente nel momento che le persone hanno soddisfatto tutti i loro bisogni materiali ma non sono ancora felici, gioiosi o insoddisfatti…. così cercano tale felicità in altri modi o cose.

  • 4 mesi fa

    Penso che il mondo non sara MAI pronto ad essere ateo, l'essere umano è fallace, peccatore. stupido, e mancante anche sotto diversi altri aspetti, gli uomini non riescono a risolvere i problemi che LORO STESSI con la loro malvagita e i loro difetti crano ecco perche hanno bisogno di Dio, ciè un essere che ama l'uomo nonostante le sue brutture e ha la potenza di cambiare i cuori e risolvere i guai creati dagli uomini e per "guai" mi riferisco a quelli della vita quotidiana, credo infatti che la fede e Dio sono cose che dovrebbero essere STRETTAMENTE CONNESSE con la nostra vita quotidiana

    Purtroppo pero noi italiani non chiediamo aiuto a Dio per i nostri problemi quotidiani perche siamo vissuti in un paese cattolico e il cattolicesimo purtroppo ha fatto in modo che la gente vedesse la religione come una qualcosa di rituale ed estetico (preghiere a memoria ecc, un Dio lontano che puo essere contattato solo dai vescovi ecc), cosi non accade nei paese protestanti (come gli USA), infatti in questi paesi quando c'è un problema in famiglia ad esempio la famiglia si riunisce, prega, legge la Bibbia ecc, infatti la realta è che Dio interviene nelle nostre vite quotidiane, è pronto a risolvere i nostri problemi e i nostri dubbi, basta soltanto PREGARE (nella Bibbia è scritto "chiamami e io ti rispondero" ), leggere la bibbia (tramite la lettura di essa spesso lo Spirito Santo ci parla), vede prediche cristiane ecc, leggi il Vangelo e ti accorgerai che Dio è piu vicino ad un pade di famiglia costretto a rubare per dare da mangiare ai figli che ai cardinali a roma

    Ti consiglio di leggere la mia risposta a queste domande e vedere video del genere

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://www.youtube.com/watch?v=xh2feTg-bWU

    Youtube thumbnail

    https://www.youtube.com/watch?v=N-nDSmy_--8

    Youtube thumbnail

    https://www.youtube.com/watch?v=Tfwy9hh1TX0

    Youtube thumbnail

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    • Padre4 mesi faSegnala

      ovviamente. Quindi argomenta, o taci scappando, come in genere fanno le persone come te.

  • 4 mesi fa

    Che stai facendo l'apologia della droga.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.