Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureLingue · 6 mesi fa

Si puo riuscire a imparare tutte le lingue del mondo?

Ovviamente per tutte le lingue del mondo intendo quelle in uso e comuni (non quelle parlate da pochissime persone o lingue sconosciute)

11 risposte

Classificazione
  • 6 mesi fa

    Investimenti ti ha dato la risposta di chi a stento saprà chiedere la direzione per il bagno in inglese.

    Io avevo docenti universitari (a Lingue) che parlano correttamente in 5-6 lingue (la mia ex professoressa di russo conosce persino l'ucraino e il bielorusso).

    Parlare BENE quelle (alla fine neanche troppe) lingue usate nella comunicazione internazionale richiede uno sforzo sovrumano: credo che tu ti riferisca proprio a tedesco, francese, inglese, spagnolo, portoghese, russo, cinese e arabo (di queste due lingue, poi, bisogna tenere in debita considerazione i dialetti).

    Occorre poi precisare cosa tu intenda con "imparare": un conto, infatti, è studiare le lingue con il solo scopo di poter sopravvivere nei Paesi in cui tali lingue sono parlate, ben diverso è invece acquisire delle competenze delle e sulle lingue straniere, come saperne descrivere la fonologia, la morfologia e la sintassi con i metodi della linguistica generale, conoscere la storia e gli usi sociolinguistici della lingua in questione, saper descrivere le varietà dialettali e ubicarle su una carta geografica, essere capaci di tradurre un testo da e verso la lingua d'interesse (si tratti di una poesia, di un romanzo, di un articolo giornalistico, del libretto d'istruzioni di un apparecchio sanitario o di un contratto d'acquisto), aver acquisito i metodi per insegnare la lingua straniera, saper utilizzare il linguaggio del business (abbreviazioni, formule di apertura/chiusura di mail e lettere commerciali o di richiesta/offerta/ordine, organizzare e gestire una presentazione...) o di un particolare settore disciplinare (per esempio dell'architettura piuttosto che della chimica o del settore logistico).

    Inoltre, per operare efficacemente quanto indicato sopra non basta neanche: è importante conoscere anche la storia politica, economica e culturale dei Paesi interessati dalla lingua oggetto di studio, le scelte politiche ed economiche (motivate quindi dalla storia di tali Paesi) e il ruolo che hanno nelle relazioni internazionali.

    A ciò si accompagna quindi una componente culturale da approfondire sul posto (e non attraverso i libri): alimentazione (abitudini, tradizioni e tabù in cucina), religioni (rispetto della religione ufficiale e scelte politiche che si ricollegano a essa, rapporto con le minoranze religiose, nuovi movimenti...), mass media e nuovi media (il diritto di stampa e di parola, censura, uso di Internet, TV e radio, cinema), l'arte e la letteratura (e quest'ultima meglio offre lo specchio politico, culturale e sociale di un Paese, oltre alla mentalità di un popolo).

    Occorre davvero studiare seriamente le lingue straniere per poter darmi ragione o torto. Se studi il croato, per esempio, puoi scoprire come la censura linguistica non sia tanto una leggenda che interessa solo i popoli medievali. Se studi russo, una delle lingue più importanti, da una parte è obbligatorio conoscere il linguaggio politico, tecnico-scientifico ed economico, dall'altra il cinema e l'arte di quel popolo (io credevo fosse inutile, ma invece studiare il cinema sovietico o l'architettura russa e dei Paesi dell'est europeo in generale mi ha fatto capire tantissime cose). Per l'inglese il discorso si complica ulteriormente, poiché occorre conoscere la cultura del Regno Unito, quella degli USA e quella di qualsiasi altro Paese anglofono (e già parlare solo di Stati Uniti molto complesso poiché lì, di davvero unito, c'è ben poco).

    La Cina è altrettanto insidiosa, poiché in un unico Paese trovi regioni che presentano le stesse differenze linguistiche, economiche e culturali che possono presentare l'Italia, il Portogallo e la Romania.

    • irene
      Lv 7
      6 mesi faSegnala

      Ti prego sposami.
      Non dovremo neanche fare sesso, mi basterà sentirti parlare così ogni sera.

  • irene
    Lv 7
    6 mesi fa

    D'accordissimo con Parthenos su tutto.

    Vorrei solo aggiungere che le "lingue sconosciute o parlate da pochissime persone" possono comunque avere un valore inestimabile, vedi il latino.

    Poi quante sono "pochissime persone"? I greci sono 11 milioni scarsi, quindi secondo te non vale la pena imparare il greco?

  • 6 mesi fa

    Non credo. Bisogna pur trovare il tempo di cagàre.

  • Anonimo
    6 mesi fa

    Basta sapere lo Spagnolo,Cinese,Arabo,Giapponese,Coreano, Greco (di oggi),Russo,Inglese, Francese e magari un po di tedesco.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 6 mesi fa

    Ci sono state in passato, e ci sono anche oggi, persone capaci di esprimersi in decine di lingue.

  • 6 mesi fa

    Se impari cinese mandarino, inglese, spagnolo, francese, giapponese, portoghese, tedesco, turco, farsi, urdu, hindi, arabo e russo sei in grado di farti comprendere quasi ovunque nel mondo.

  • 6 mesi fa

    Circa 300 lingue e per sapere una lingua bene ci vogliono almeno 3/4 anni, quindi no

    • Dino6 mesi faSegnala

      Ks Sorry non avevo letto completamente la domanda

  • Ti bastano queste lingue:

    Inglese

    Francese

    Tedesco

    Spagnolo

    Portoghese

    Greco

    Albanese

    Danese

    Svedese

    Islandese

    Finlandese

    Russo

    Polacco

    Serbocroato

    Rumeno

    Ungherese

    Cecoslovacco

    Arabo

    Turco

    Hindi

    Panjabi

    Cinese

    Giapponese

    Filippino

    Indonesiano

    Vietnamita

    Tempo stimato per apprenderle, non meno di 10 anni (e molto tempo e denaro).

  • 6 mesi fa

    Sì, è possibile. C'è un ragazzo che ne parla 19

    https://www.105.net/news/tutto-news/181958/il-raga...

  • Con un grande allenamento e molto impegno

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.