Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 2 anni fa

Ripetute umiliazioni possono portare alla distruzione di un rapporto? Quanto possono tenerti vincolato i legami di sangue?

Come la classica goccia che fa traboccare il vaso. Hai una persona che non fa che colpire gli aspetti più intimi del tuo sé, rivolgerti tutti gli insulti che sai ti possono ferire, e lo fa a rotazione con le scuse più banali e insignificanti, come se il rispetto dei tuoi sentimenti non esistesse. Questa persona ha dei forti legami di sangue con te, cosa che, anche se la detesti, pensi possa essere un deterrente al giungere di un odio assoluto. Tuttavia lei non sembra pensarla allo stesso modo, avere lo stesso senso dei legami. Diceva alla madre che avrebbe anche potuto non guardarla più in faccia e solo perché lei ogni sera le telefonava infastidendola (mentre le pagava vitto e alloggio e l'Università). Da ciò si comprende che non ha il minimo senso della famiglia.

Dunque, dato che mi massacra quotidianamente, mi domando se dovrei seguire le sue orme e cominciare (come più volte ho detto che avrei fatto) ad escluderla completamente dalla mia vita, per sempre. E' una persona con cui, se non fosse mia sorella, non avrei mai voluto avere niente a che fare.

Aggiornamento:

N.B. E' narcisista. Pretende di dettare legge in merito a come la gente deve trattarmi, non conosce il perdono e fa guerra spietata con la semplice scusa di "dover dare una lezione" (avendo due anni più di me).

1 risposta

Classificazione
  • 2 anni fa
    Risposta preferita

    io e mia sorella ci offendiamo pesantemente, ci prendiamo a sberle, sputi, calci e pugni da più di 50 anni

    poi per Hanukkah mi invita a cena .. io vado con tutta la famiglia perché fa un arrosto da favola e non mi voglio certo perdere i miei figli e i suoi che si prendono a sberle, calci e pugni per mantenere viva una certa tradizione di famiglia

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.