ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 5 mesi fa

Come si sentono gli adulti che continuano a convivere con i genitori?

L'Italia è uno dei Paesi in cui si riscontra di più il fenomeno dei "mammoni", o adulti che rimangono a casa dei genitori fino ai 40 anni ed oltre.

Le motivazioni possono essere diverse: mancanza di autonomia, precarietà economica, comodità, ecc.

Mi chiedevo: superati i 21-22 anni, dato che a quell'età comincia -diciamo- a diventare più difficile la convivenza con la propria madre o padre che sia, come si sentono un uomo o una donna costretti a dividere la propria privacy con un genitore (magari anziano), facendosi da esso servire e riverire senza alcuna autonomia di gestione dei propri spazi?

Avete esperienze da raccontare?

11 risposte

Classificazione
  • Akane
    Lv 4
    5 mesi fa
    Migliore risposta

    Come scrivi le situazioni possono essere diverse, c'è chi ne approfitta, ma anche chi lavora e aiuta con un contributo. Io per adesso sono sola, ho avuto dei problemi economici e di salute, quindi mi sembra inutile prendere un'altra casa. Per la convivenza può essere difficile ma se vai d'accordo ti adatti.

  • 5 mesi fa

    Io ho vissuto con i miei Genitori per 26 anni circa, ma non ho mai chiesto un soldo e quando guadagnavo qualche cosa con un lavoretto o vendendo carta e cartone raccolti in giro me la facevo bastare a lungo.

    Avevo poco piu' di 18 anni quando ho cominciato a lavorare sistematicamente e da allora ho contribuito alle spese di famiglia, ma già contribuivo ai lavori di casa da quando avevo 10 anni. Ero il secondo figlio di quattro.

  • 5 mesi fa

    dovrebbero sentirsi delle *****.

    l uomo e' stato creato x sposarsi e fare figli non x stare tutta la vita con i genitori

  • 5 mesi fa

    Non voglio nemmeno dare una risposta. Cerco lavoro per andarmene di casa!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    5 mesi fa

    Schifo!!!! Un po' la crisi , un po' il sistema italiano che ostacola i giovani come sempre!

  • Anonimo
    5 mesi fa

    ..........................

  • 5 mesi fa

    Falliti, incapaci di prendere decisioni e badare a se stessi. Ma io mi vergognerei a 22 a dover chiedere la spesa a mia madre, farmi lavare i vestiti, chiudermi nella stanzetta con la morosa mentre mia madre stira. 19-22 anni è l'età dove ti devi dare una mossa a cercare un lavoro e trasferirti in un appartamentino.

    •  5 mesi faSegnala

      E chi te lo dice che ce l'hanno la morosa??
      E' una vita degradante la loro, comunque.

  • Anonimo
    5 mesi fa

    ssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssss

  • 5 mesi fa

    ....................................................

  • 5 mesi fa

    Non voglio essere dipendente dai miei. Sono disposto a prostituirmi pur di vivere da solo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.