Perché gli autisti dei bus partono anche quando sale gente senza titolo?

Aggiornamento:

ve lo dico io perché: perché il bus NON è loro, se fosse loro, pagherebbero tutti o starebbero giu. Nei paesi civili l' autista parte solo quando tutti hanno pagato, a lui o col biglietto elettronico

9 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa
    Migliore risposta

    I regolamenti aziendali nella maggior parte dei casi non prevedono che il conducente del mezzo debba verificare anche i titoli di viaggio.

    Ma non sempre è così, per esempio a Londra l'autista controlla il titolo di viaggio all'ingresso.

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Perché i trasporti pubblici in Italia sono rimasti fermi al Medioevo. Basterebbe fare come in tutti gli altri paesi: entrata dalla porta anteriore dotata di tornello che consente l'accesso solo introducendo un "titolo di viaggio" in corso di validità. Ma fosse solo quello il problema! Nella mia città gli autisti di bus dovrebbero frequentare dei corsi di educazione civica. A me è capitato di tutto, una volta ho visto mia moglie trascinata via da un bus che è partito con lei ancora fuori ma con un braccio intrappolato nella porta richiusa senza guardare se qualcuno stava ancora salendo.

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Perché se si mettono a controllare e fare multe e iniziare risse verbali infinite il bus già in ritardo arriva da Natale per Pasqua e viceversa

  • 5 mesi fa

    Già faticano a rispettare gli orari normalmente, figurati se dovessero fermarsi e chiamare la polizia ogni volta che qualcuno prova a salire senza biglietto.

    Gli autisti in genere sono tenuti a controllare i biglietti solo nei servizi extraurbani, mentre sulla linee urbane dovrebbero esserci dei controllori che lavorano in maniera indipendente mentre l'autista guida.

    I tornelli all'accesso sono in via di sperimentazione in diverse città, ma hanno dei difetti e rallentano i tempi di salita e discesa

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    Uendnsnsnsnsnxnxn

  • perchè sono autisti e non controllori

  • dotto
    Lv 5
    5 mesi fa

    Ma invece perché bisogna pagare il biglietto?

    Sarebbe giusto aumentare di 10-15 cent al litro il gasolio e pagarci gli autobus, perché molte persone come me non prendono l'autobus proprio perché spendere 1.5€ è troppo,ma prendo l'auto e spendo molto meno e viaggio più comodo,certo ho il problema del parcheggio e creo intralcio anche a voi che pagate il biglietto sull'autobus.

    Poi io non so voi dove abitate ma qui nel Lazio gli autisti del Cotral il biglietto molto spesso te lo chiedono,mentre invece in città raramente passano i controlli e gli autobus se avrebbero tornelli o controlli il viaggio durerebbe un paio d'ore.

    • dotto
      Lv 5
      5 mesi faSegnala

      Sia chiaro, non è che mi mancano due euro ma è proprio il principio che mi sembra di buttarli dalla finestra.
      Visto che starei vicino a persone sudate o sporche in più pagando anche

  • 5 mesi fa

    Una volta, a bordo, c'era il bigliettaio, piazzato sul retro. Da dietro si saliva e dal davanti si scendeva.

    Tutti i passeggeri dovevano passare davanti a lui, mostrare tessera o biglietto o acquistarlo.

    Il conducente, oggi, non ha alcun ruolo nella "biglietteria" e, per motivi di sicurezza, è addirittura "incapsulato" al posto di guida; il compito di verificare e sanzionare è riservato ai "controllori".

  • 5 mesi fa

    sarebbe una soluzione, magari gli altri passeggeri potrebbero linciare l'animale parassita. Dai una volta, dai due, dai tre, magari la quarta si guardano bene dal provocarla.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.