Antonio ha chiesto in Arte e culturaStoria · 5 mesi fa

perché il sud italia è così arretrato rispetto al nord?

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    5 mesi fa
    Migliore risposta

    È una cosa molto lunga da spiegare,ma nasce nel periodo dell'unità d'Italia,dove l'unità fu un ulteriore elemento per far emergere quelle differenze che già vi erano tra i territori settentrionali e meridionali della penisola. Al momento dell'unità solo al nord erano presenti una serie di industrie che rendevano il nord peogredito e con l'unità e il tempo,le differenze si sono solo evolute ma non dissolte. Nel periodo di industrializzazione lo stato centrale usò il sud come mercato di sbocco del nord,quindi fregandosene,mentre le classi sociali alte del meridione che avrebbero dovuto prendere in mano la situazione,hanno preferito continuare a vivere di rendita anziché dar vita ad un processo di industrializzazione che possiamo dire non è mai avvenuto. Questa è solo una parte.

  • m
    Lv 6
    5 mesi fa

    Per la maleducazione ignoranza e nepotismo e favoritismk che gira intorno a diversi indigeni locali

  • 5 mesi fa

    Lo era già più di 10 secoli fa. Ne ho la conferma leggendo L'Italia nel primo medioevo di Chris Wickham, storico inglese. Anche la storia medievale dell'età comnale ce ne dà un'ulteriore conferma: i liberi comuni si sono sviluppati solo nel centro-nord, con rarissime eccezioni (Amalfi, ad esempio). Nel XIX sec. al sud non esisteva una borghesia, e senza borghesia non esisteva spirito imprenditoriale.

  • 5 mesi fa

    Fin quando ho vissuto al sud anche io pensavo che il sud fosse arretrato rispetto al nord. Poi però mi sono trasferito al nord e con gli anni ho capito che è il nord ad essere arretrato. Non parlo però dal punto di vista del decoro stradale, o delle strutture, o del lavoro dei comuni e delle istituzioni. Parlo dal punto di vista umano.

    Qui al nord hanno quasi tutti una mentalità troppo fissata con il lavoro.

    Al sud invece il lavoro viene considerato solo un mezzo per guadagnarsi da vivere.

    C'è più solidarietà tra le persone al sud, al nord invece ogni occasione è buona per azzoppare qualcuno. Anche in ambiente lavorativo ad esempio tutti mettono fretta e ansia mentre al sud si fanno le cose con calma perchè ci vuole il tempo che ci vuole.

    Io penso che alla prima occasione torno a vivere giù, se trovo un lavoro a tempo indeterminato part-time e che non sia in nero.

    • la fiera dei luoghi comuni
      semplicemente al sud il lavoro è considerato "FATICA"
      il nord è produttivo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    Perchè l'Italia è a compartimenti stagni .... ed ai meridionali che hanno votato Salvini rivordo che La lega ha cancellato "Nord" ma nel cuore lo ha scritto a lettere di fuoco

  • Anonimo
    5 mesi fa

    ........................

  • Anonimo
    5 mesi fa

    La maggior parte dei meridionali, buoni o cattivi che siano nascono e vivono in un contesto sociale dove è immensamente incitata la gara a chi è il più furbo ed a chi deve fregare l'altro per primo. Non ce la fanno mentalmente, non ci riescono, non hanno il software per gestire cose complesse con ordine e efficienza, i meridionali. Avrebbero dovuto esperire la rivoluzione industriale a suo tempo nel XVIII - XIX secolo, ma stavano sotto i Borbone ed erano già mentalmente arretrati allora di due secoli. Una cosa hanno imparato a fare bene nel mondo per sopravvivere e sostentarsi è la truffa, il saccheggio dello Stato e del pubblico servizio, la camurría su tutto, le gangs di lucro collettivo. Se sei interessato alle dinamiche sociali del perché il SUD rimarrà sempre arretrato, ti consiglio di leggere Banfield "FAMILISMO AMORALE"

    • 0l1x5 mesi faSegnala

      Hai detto che vivono in un contesto in cui bla bla e che non ce la fanno mentalmente. Non hai dato spiegazione di nulla oltre che ad averlo espresso in maniera anche abbastanza ineducata. Ma d'altronde per dare questa tua risposta sei l'ennesimo che studia su internet,quindi è pure inutile parlarti.

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Antonio: chi è? Antonio è tendenzialmente un timido, ma appena prende confidenza con le persone svela la sua indole simpatica e divertente. Ama le attività e le discipline sportive di gruppo in quanto preferisce la collaborazione alla competizione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.