Di quale regista avete visto almeno 4 o 5 film e sono riusciti nella miracolosa impresa di farvi quasi tutti schifo?

No, è che mi sto per immergere nella visione del Dumbo di Tim Burton.

Credo che nessuno come lui riesca sistematicamente a ripugnarmi, a darmi proprio 'fastidio' quasi epidermico.

Ma stavolta metterò da parte le questioni personali e riuscirò a divertirmi, lo so.

20 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa
    Migliore risposta

    Shyamalan; giorni fa ho commesso l'imperdonabile errore di guardare Glass :-(

    • Allegrondo
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      Poraccio...questo è uno che, non si sa come, ha partorito Il sesto senso e da lì in poi non c'ha più capito un càzzo "Oddio, e mo che m'invento?!" E' andato in paranoia panico perso e ha sbagliato tutto lo sbagliabile :')

  • 5 mesi fa

    Premetto che non riesco a trovare un regista che mi faccia cagàre in ogni suo film, riesco a vedere di tutto, tranne quando non mi addormento (memorabile la mia pennichella al cinema durante la proiezione di Sogni di Kurosawa). Quindi, direi che i registi che non mi piacciono siano quelli che mi annoiano, o forse dovrei ritenere apprezzabili solo perché sono soporiferi e riposanti.

    Uno di quelli che meno sopporto perché lo vedo scontato e arrogante (lo so, attirerò il dissenso di molti) è Steven Spielberg. Mieloso e pronto a colpire sempre il cuore della gente.

    E ti telefono (a) casa.

    • vaPOOrising
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      No no, non lapido nessuno. Caso mai gli faccio una càcca sulla pellicola. :)
      (se rileggi cosa ho scritto, ho detto che io lo vedo scontato arrogante e mieloso... con le mie papille degli occhi)

  • BASTA
    Lv 7
    5 mesi fa

    Ne ho uno che supera di gran lunga la decina: Mariano Laurenti.

    E tu ti starai chiedendo: ma perché ti sei fatto questo male?

    Semplice, erano venuti i ladri in casa nostra a rubare, compresa la nuova tv a colori ITT, lasciandoci con una vecchia tv in bianco e nero a 8 canali, 2 dei quali erano rotti e uno si manteneva con gli stuzzicadenti.

    Quindi, per un buon periodo, potevamo vedere solo Raiuno, Canale Cinque, Italia Uno ogni tanto (perché spariva magicamente), più i restanti con reti private dove venivano trasmesse televendite e.... FILM DI NINO D'ANGELO 😨

    Cosa potevo fare in giornate estive dove tutti i miei amici potevano permettersi una vacanza mentre io rimanevo solo? Me li guardavo...

    Uno scugnizzo a New York

    Un jeans e una maglietta

    Popcorn e patatine

    Fotoromanzo

    E il più atroce di tutti: LA DISCOTECA 😲😲😲

    Giusto per rendervi conto di quanto può diventare imbarazzante il cinema e di come sono rimasto segnato a vita:

    https://m.youtube.com/watch?v=T_ByCip9N10

    Fonte/i: Lo so, lo so.... è vergognoso 😳
    • BASTA
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      Ho proprio lasciato arti e pezzi di fegato per strada...

  • 5 mesi fa

    Ahia tra te e @Massimo rischiate grosso perché Tim Burton e Quentin Tarantino sono due giganti XDXD

    Vabbè è difficile che un regista mi stia così sul cázzo, capita che un regista faccia qualche film di mèrda (Ridley Scott) ma TUTTI ORRENDI è difficile, chiaramente mi riferisco ai registi VERI, cioè i mestieranti non li considero neanche perché metterli sullo stesso piano è un po' come mettere le lasagne accanto ai grilli fritti, ok che sono commestibili entrambi ma c'è un abisso in mezzo. Se parliamo di mestieranti ce ne sono un FOTTÌO, Snyder, Bay, Paul Anderson, Baz Lurhmann... Vabbè prendiamo Snyder che è uno dei registi peggiori della storia del cinema ed è un nazista roba che la Riefenstahl a confronto sembra una moderata: con L'alba dei morti viventi è riuscito a rendere reazionario un film di Romero, incredibile; 300 è fascio, pieno di slowmotion, dalla fotografia monocromatica, patinato dimmerda, machista e guerrafondaio; Watchmen è una cagáta, noioso, dal ritmo soporifero e pure reazionario (perché Snyder proprio non ce la fa, una fascistata ce la deve mettere per forza, poi anche qui stravolge l'idea di Moore che era un po' come Romero, anche qui è riuscito a rendere reazionario un prodotto che era l'esatto opposto, bravo Zack!), Il Regno di Ga-Hoole è l'unico film decente di Snyder, soffre ancora di una certa patinatura però nel complesso il film funziona, la CGI è buona e INCREDIBILMENTE è anti-razzista; Sucker Punch... Boh io credo che sia un insulto all'intelligenza umana, non è semplicemente brutto, quello andrebbe bene, è che è proprio la fine... La fine del cinema, la morte dell'arte, roba che mi fa quasi rivalutare Black Panther, HO DETTO TUTTO! No davvero, su Sucker Punch non intendo aggiungere altro, vi direi di guardarlo per capire meglio ma no, non fatelo! Io non sconsiglio mai di guardare un film ma stavolta lo faccio, quel film vi porta fuori il peggio che avete in voi, insieme a Justice League (e ci arriveremo) è il peggior film di Snyder, anche stavolta fascista come pochi, idiota, stupido, con un pessimo uso della colonna sonora (che sarebbe anche carina però... Cázzo è dura a rendere merdòsa una scena di una FIHA che fa abbotte con un samurai gigante con in sottofondo BJORK! Era davvero dura ma Snyder ce l'ha fatta); Man of Steel, allora questo è stato massacrato dai soliti fan decerebrati perché il personaggio di Superman è stato stravolto, ma quello è il meno, anzi, forse quella è una delle poche cose decenti del film, visto che si sono resi conto che sto Superman è un personaggio... Oltre che fascista e ariano, pure noioso perché a chi può interessare un film su un tizio che è invulnerabile, CHI?! Fortunatamente c'è Nolan alla sceneggiatura e qualcosa è riuscito a fare, poi alcune scene d'azione non sono neanche malaccio, la tanto odiata morte di Zod in realtà è carina... Però per il resto è abbastanza brutto, come al solito fotografia monocromatica, scene trash come quella del babbo di Superman che gli fa "no, perché devi salvarmi? Sei solo un supereroe, perché devi salvare la gente? Lasciami morire e pensa a portare avanti la razza pura arianEHM Kryptoniana", le solite nazistate alla Snyder, recitato col cùlo... Basta, film di mèrda; Batman V Superman, allora anche qui si salvano 2 o 3 cose, finalmente decide di cambiare la fotografia e infatti la fotografia a Gotham è Dark è fatta benino, il combattimento non è male nella sua zarraggine, Jesse Eisenberg forse è un po' troppo sopra le righe però è stato bravino... Per il resto ALTRA CIOFECA; Justice League... Ecco, questo è il classico film che... Allora ci sono POCHE COSE certe nella vita ok? Una di queste è che se avete apprezzato questo film avete dei grossi problemi non solo col cinema ma anche con la vita, siete le classiche persone che se vi fanno "il cielo è verde" voi fate "si CI HAI RAGGIONE!" Ecco, non dico altro, già chiamarlo film è molto generoso

    Sì odio Snyder più che altro perché è un essere pericoloso, l'ho già detto, se stesse in politica al posto di Trump... Davvero, saremmo già tutti nei campi di concentramento, roba che Nixon a confronto sembrerebbe un bravo ragazzo!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    Manco di questa sfortuna, in primis perché non sono poi così tanti i registi dei quali raggiungo i 4 film, poi perché quando accade seguo il banale filo conduttore 'più mi piace più lo seguo'. Burton penso sia addirittura quello di cui ho visto di più, non il mio preferito ma nemmeno da buttare. Cose come Alice e La fabbrica di cioccolato, specie riconsiderandoli, sono inciampi grossolani per i miei gusti. Forse il più scarso della casistica è Chris Columbus, sebbene i suoi film li giudico tutti piacevoli (i Mamma ho perso l'aereo, L'uomo bicentenario, gli Harry Potter, Mrs Doubtfire, Pixels), in mezzo ai miei altri 'over-4' è il più debole.

    • nicoladc89
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      Columbus ha diretto gli unici due Harry Potter fatti bene.

  • Jim
    Lv 6
    5 mesi fa

    Seguendo il pensiero di @CineMAN e prendendo in considerazione solo registi definibili "autori", direi che il primo nome che mi viene in mente è.... Tinto Brass. Che malgrado qualche filmettino discreto con Sordi a inizio carriera e uno sgangherato western con Tomas Milian e Adolfo Celi a fine anni sessanta (ma qui potrei anche sbagliarmi di grosso), non mi è mai, mai, mai, mai minimamente piaciuto, sia come regista che come personaggio.

    • Allegrondo
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      Vabbè, ti vai a vedere 5 film di Tinto Brass...un po' te le cerchi, eh :')

  • 5 mesi fa

    Non sapevo chi fosse, ho guardato adesso l'elenco dei suoi film... quelli che ho visto ( Nightmare Before Christmas, Alice in Wonderland, Beetlejuice - Spiritello porcello, Edward mani di forbice, La fabbrica di cioccolato), mi sono piaciuti così tanto che li ho rivisti più volte, sono dei capolavori, tutti.

    Mi guarderò anche il resto.

    Alla fine mi sa che è il mio regista preferito. 🙂

  • 5 mesi fa

    "Fratello sole, sorella luna", "Gesù di Nazareth", "Storia di una capinera", "Romeo e Giulietta", etc. etc.

    dico Zeffirelli.

    Eppure ho tanto amato la sua Jane Eyre - che "è" la Gainsbourg!

    Per il resto, non mi ha mai conquistata.

    (Anche in "Jane Eyre" c'è l'imperdonabile dimenticanza del pastore Rivers, che è un personaggio fondamentale neppure vagamente menzionato nel film).

    Aggiungo Bertolucci, di cui ho visto quasi tutto.

    E non posso dimenticare l'orrore che provai quando vidi "L'ultimo Inquisitore" di Forman. Che filmaccio indecente. Non riuscivo a credere che fosse suo.

    (Sorrentino non l'ha nominato nessuno?)

    • Dila5 mesi faSegnala

      chiamatemi prezzemolo :-)
      perfettamente d'accordo su Zeffirelli, Bertolucci e Sorrentino che mi fa proprio arrabbiare-nauseare ormai, dopo esordi immensi dei tempi che furono

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Di Giuseppe Tornatore, non mi piace proprio.

    • Allegrondo
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      Ahia...Una pura formalità per me è un capolavoro (il 'padre' di film come Il Sesto Senso e The Others) :)

  • 5 mesi fa

    ho visto vari film di Michael Bay e mi hanno fatto tutti schifo

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Io son rimasta delusa da un regista prima ancora di sapere che fosse lo stesso regista.

    Non parlo proprio di schifo (perché dopo un paio di film dello stesso che mi fanno schifo, evito proprio di continuare con masochistiche torture e lo inserisco nella mia lista nera) ma di profonda delusione per trame che sarebbero state carine ma poi si son risolte nella misera ombra di ciò che avrebbero potuto essere.

    Avevo visto quasi per caso "Insieme a Parigi" con Audrey Hepburn, anni dopo ho visto "Una strega in paradiso", poi "Donne, v'insegno come si seduce un uomo" e tutti mi avevano lasciato la sgradevole sensazione di un film che aveva mancato di centrare il punto, girandoci attorno in maniera piatta. Nonostante i grandi attori che era riuscito a prendere (Katherine Hepburn, Kim Novak, Jack Lemmon), infatti, l'autore aveva in tutti questi casi fatto, per i miei gusti, un fiasco. Soltanto in seguito ho scoperto che tutti erano dello stesso regista, e tutto mi è stato chiaro! Evidentemente è proprio lui che non mi piace, nel suo modo di raccontare e dirigere. Oltretutto, tra i suoi film ho notato anche una cosa che mi aveva profondamente delusa anni prima, "Come uccidere vostra moglie", anch'esso fatto da lui. Mi si son ricollegati i puntini e ho messo una enorme croce sopra il nome di Richard Quine.

    Parte da buone idee ma non le sa gestire, banalizzando e annoiando.

    Ovviamente non mi aspettavo fossero film chissà quanto splendidi, ma era il periodo in cui cercavo commedie anni '50-'60 leggere e, tra queste, spiccavano sempre le sue in senso negativo, rispetto a tutte le altre degli stessi anni che comunque, per quanto spensierate, erano anche ben fatte.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.