Michele ha chiesto in Arte e culturaStoria · 6 mesi fa

Cosa ne pensate dell'URSS?

3 risposte

Classificazione
  • 6 mesi fa

    Al presente?

    Che era una nazione che è esistita in passato... e che ha lasciato la sua impronta nella storia del secolo scorso.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 mesi fa

    L'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche è stato il primo sanguinoso tentativo del messianismo sionista ebraico di insediare un regime comunista ("dittatura del proletariato") che abolisse la proprietà privata e il culto riservato a Dio per instaurare un dominio anticristico globale. La classe dirigente dell'URSS era formata, specialmente nei primi trent'anni (1922 - 1953), da ebrei e minoranze etniche non russe (Polacchi, Armeni, Georgiani): ha perseguitato senza pietà decine di milioni di Russi, Ucraini, Estoni, Lettoni, Lituani e appartenenti alle altre nazionalità dell'ex impero zarista, accanendosi con odio particolare contro il clero cattolico uniate e ortodosso e inviando a morire nei GuLag o davanti ai plotoni d'esecuzione milioni di Sovietici sospettati di dissidenza, sabotaggio o spionaggio. Specialmente Stalin era un dittatore paranoico che si proponeva di sradicare il Cristianesimo dall'URSS e, se Hitler non avesse invaso l'Unione Sovietica con l'Operazione Barbarossa, probabilmente vi sarebbe riuscito entro il 1943. L'Unione Sovietica ha avuto anche la grave colpa di esportare il comunismo oltre i propri confini nazionali, in Cina, Corea del Nord, Vietnam, Cambogia, Laos, Mongolia, Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Jugoslavia, Albania, Germania orientale, Cuba e in molti altri Stati del mondo, contribuendo in tal modo ad alcuni fra i più grandi genocidi che la Storia ricordi. Sebbene si debbano riconoscere all'URSS alcuni innegabili meriti, come quello di aver realizzato un'imponente industrializzazione del Paese fra gli anni Venti e Trenta del XX secolo (con la costruzione di ferrovie, strade, canali navigabili, reti elettriche, telegrafiche, telefoniche, aeroporti, complessi siderurgici, chimici e così via) e di aver sconfitto la Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale, ciò non basta a mutare il mio giudizio nei confronti di questa entità politica e statuale, che resta fondamentalmente negativo. Non dimentichiamoci, poi, il rischio di "distruzione reciproca assicurata" fra le due superpotenze atomiche (USA e URSS) che ha funto da deterrente contro un conflitto termonucleare garantendo un precario equilibrio del terrore, ma non è valso a evitare sanguinose guerre per procura in Asia (guerra di Corea, guerra del Vietnam, guerra sovietico-afghana), in Africa e altrove.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 mesi fa

    L'URSS non esiste da decenni.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.