Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 5 mesi fa

La ragioneria è una buona scuola?

Con il settore finanzia e marketing la ragioneria ti dà una buona preparazione per il lavoro, si riesce a trovare lavoro con il diploma? A livello universitario cosa si può fare, e se mi prendo una laurea più o meno si trova qualche lavoro? Me la consigliate come scuola?

5 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa

    Sicuramente non è un titolo che ti lascia a bocca asciutta!

    Conta comunque che ci sono tanti (forse troppi) laureati in materie economiche e finanziarie, pertanto una Laurea, per concorrere sul mercato del lavoro, è assolutamente necessaria; per non essere uguale a tanti altri laureati in Economia che hanno anche un diploma tecnico a indirizzo economico, occorre a) maturare esperienze di lavoro nel campo fin da subito (e qui occorre spremere i professori delle superiori: io ho fatto così con la mia ex prof di tedesco, che, come l'economia, è una materia anche troppo studiata, sebbene meno) e b) seguire dei corsi paralleli, per esempio di informatica (non i corsi di base o l'ECDL, ma qualcosa di più specifico, anche sulla creazione di nuove app o cose simili) o di lingue (per concorrere con i laureati in Lingue occorre come minimo il C1 di inglese e di un'altra lingua che sia tra francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo e cinese, ma occhio per le ultime tre: siamo comunque pieni di ucraini/moldavi/bielorussi/estoni/lituani/lettoni che parlano russo dalla nascita, così come lo siamo di magrebini e cinesi, che magari qua in Italia si laureano in materie giuridiche e/o economiche); eventualmente può essere utile conseguire poi la Magistrale (magari in direzione aziendale o simili) direttamente all'estero, o per lo meno fare uno stage in un altro Paese (occhio però: va bene fare ciò a Madrid piuttosto che a Stoccarda o a New York, se lo fai a Bratislava o in un'altra città che quasi nessuno sa ubicare su una carta geografica è un po' diverso eh: nei Paesi purtroppo più discriminati è considerato lecito andarci dopo aver compiuto parte di studi o lavoro altrove).

    La mia esperienza è stata questa: ho lavorato in Lituania, ma mi è stato sempre chiesto della Russia, su cui ho dovuto poi puntare (e ciò ha permesso di dare più senso alla mia esperienza regressa).

    Poi c'è da dire anche altro: se prendi la Magistrale in Estonia piuttosto che in Bolivia indica la stessa forza di volontà di chi si laurea in Canda piuttosto che alla Sorbona; per esempio io avrei preferito 837643628827 volte andare in Estonia che in Germania o Spagna. Sta all'intelligenza di chi valuterà il tuo curriculum (e se punti sull'intelligenza dei selezionatori, allora sta alla larga dalle agenzie del lavoro...).

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Molto, se poi continui con una laurea alla Bocconi hai fatto terno

  • 5 mesi fa

    Io mi sono diplomato (1953) come Ragioniere e Tecnico Commerciale, ma se avessi potuto avrei scelto un indirizzo ingegneria/architettura.

    Non ho mai lavorato come Ragioniere.

    Ho imparato molto di piu' dalla vita che dalla scuola.

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Io consiglierei un liceo, poi un'università incentrata sul settore economico (come ti prepara un liceo mentalmente non lo fa nessun' altra scuola e questa preparazione può essere molto utile nel mondo del lavoro)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • clara
    Lv 6
    5 mesi fa

    Quello che studierai in 5 anni di ragioneria, lo farai tutto in un esame universitario che si chiama “ragioneria generale” (le basi della partita doppia), poi le altre materie le dovrai studiare da zero.

    Il diritto che studierai é completamente diverso dagli esami che affronterai se deciderai di scegliere economia.

    Idem di economia, nei 5 anni studierai cose completamente diverse (guarda neanche la base studierai).

    Di finanza non si fa proprio nulla.

    Finanza e marketing sono due cose completamente diverse, quindi pensa bene a ciò che vorresti fare in futuro.

    Se vuoi operare in ambito economico, alla fine non è male, ma non posso garantirti che tu possa trovare lavoro, dalle mie parti i laureati in economia si ritrovano a fare lavori che potrebbero benissimo fare diplomati al ragioneria.

    Se mi indichi l’ambito che ti interessa di più, posso consigliarti qualche lettura.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.