Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 5 mesi fa

I negri vengono tutti quì. Non è che rimpiangono il governo coloniale dei bianchi 'cattivi'?

Aggiornamento:

Tra l'altro hanno ottenuto a prezzo di guerriglia, sangue, guerre l'indipendenza ma a quanto sembra non sanno amministrarsi nè politicamente nè economicamente nè amministavamente e nè in alcun senso.

9 risposte

Classificazione
  • Mario
    Lv 5
    5 mesi fa

    Ma no! vengono qui perchè sanno che noi li manteniamo, li diamo il cellulare appena uscito e soldi per comprarsi la droga ecc. al resto ci pensano loro spacciando, stuprando e accoltellando allegramente !

  • ti copio-incollo questa mia risposta di 6 mesi fa che ho dato su Quag in merito a questo tema, mentre parlavano chi di far entrare tutti e chi di affondare i barconi

    https://www.quag.com/it/thread/69832/attualita-imm...

    (mi è venuta l'idea di copia-incollarvi le mie risposte di Quag quando volete pareri su questi temi più seri)

    poi magari mi commentate e mi fate sapere che ne pensate

    Non sto dalla parte di nessuna di queste posizioni

    Di soluzioni corrette ne vedo solamente due:

    - o pensare che le migrazioni hanno sempre fatto parte della storia dell'uomo e sono fenomeni naturali e difficili da fermare, quindi assumere una posizione che nè favorisce questa situazione e nè la combatte a qualsiasi costo comprese vite umane (e quindi muoversi in parlamento europeo anche in questo senso).......il tutto prima o poi troverà comunque un suo equilibrio se si fa una sana via di mezzo, come è sempre successo

    - oppure fare i padroni della scena e prendere la situazione generale in mano (un paese solo è un pò difficile, magari con L'Europa o qualche altro alleato), impegnarsi attivamente per cambiare le cose in quel continente, aiutare l'Africa a svilupparsi (quindi muoversi cercando di cambiare e migliorare il mondo in un certo senso), cercare di fare accordi coi governi (tipo tu mi dai ortaggi e materie prime e io ti metto su delle imprese per farti lavorare), costruire scuole, aumentare la scolarizzazione e l'informazione perchè un grosso problema lì è l'esplosione demografica e quindi intervenire anche su questo punto secondo me importante cioè abbassare le nascite.........e nel caso, comunque un minimo di immigrazione altamente selezionata in Italia potrebbe sempre starci, e da parte di immigrati che per qualche motivo scelgono di vivere e lavorare in Italia (come un italiano che, ad esempio, sogna di stare in America) e non perchè costretti a scappare dal loro paese.......non è bella nemmeno per loro questa situazione

    Riassumendo, o si capisce e si accetta la situazione assumendo una posizione equilibrata e intermedia (soluzione passiva) oppure si cerca di migliorare il mondo (soluzione attiva)

    Qualsiasi altra cosa può fare sicuramente solo casini

  • 5 mesi fa

    Vengono qui per farsi mantenere. Gli Italiani che emigravano in Belgio o nella Ruhr 70 anni fa non si facevano mantenere, andavano a lavorare in miniera o nell'industria

  • 5 mesi fa

    La questione demografica va disgiunta dall'incapacità dei negri di governarsi autonomamente. L'incremento demografico va visto come un'opportunità, non come una zavorra per lo sviluppo economico di uno Stato o di un continente: vanno forniti a tutti l'accesso al cibo, all'acqua potabile, alla scolarizzazione e all'alfabetizzazione, all'istruzione superiore, al sistema sanitario (costruzione di pozzi, ambulatori, ospedali, scuole), perché anche in un villaggio dell'India, della Cina, del Sudamerica o dell'Africa subsahariana potrebbe vivere un bambino che da adulto scoprirà come costruire un reattore in grado di sfruttare in modo sicuro l'energia della fusione nucleare, un metodo per incrementare le rese per ettaro dei raccolti oppure una terapia efficace e non tossica contro il cancro. Cina e India (nonostante la politica di limitazione delle nascite) stanno diventando potenze mondiali proprio in virtù di una popolazione giovane e in aumento. Detto questo, è evidente che le lotte per l'indipendenza degli Stati africani risalgono agli anni Sessanta del XX secolo: adesso siamo quasi nel 2020... Quindi, al di là di fenomeni di neocolonialismo e di ingerenze politiche, culturali, militari ed economiche da parte del Regno Unito, della Francia e degli Stati Uniti, mi pare abbastanza evidente che la causa dell'arretratezza di molti Stati africani sia da attribuire agli Africani stessi, alle loro superstizioni e alle guerre intertribali, piuttosto che ai dominatori coloniali europei. Infine, non rientro fra coloro che ritengono che le migrazioni siano un fenomeno naturale al pari dei terremoti, delle eruzioni vulcaniche e degli uragani; sono un fenomeno umano, con cause d'innesco ben precise, difficile da gestire ma che va regolato e regolamentato perché l'alternativa è il caos, l'anarchia, la guerra e la povertà nei Paesi di arrivo dei flussi migratori.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 mesi fa

    ******* razzista

  • 5 mesi fa

    Perché sanno che i incels italiani li daranno a campare regalando loro anche la p**sy ipergamatrice stile UeD

  • Se gli piacesse il governo coloniale dittatoriale sarebbero rimasti nel loro paese

  • 5 mesi fa

    Vengono qui perché da loro si sta peggio.

  • 5 mesi fa

    vengono qu per trovare una vita migliore

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.