Aiuto per un romanzo?

Sto scrivendo un romanzo, nella quale un personaggio vuole avvelenare e uccidere un altra persona. Visto che voglio rendere tutto il più verosimile possibile, volevo essere sicura di una cosa: una persona può morire se nell'impasto di un biscotto viene messo un fiore cicuta?

2 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa

    No, La cicuta è mortale in quantità piuttosto elevate, è amara da far schifo e non ha un buon odore. Per avvelenare qualcuno è necessario estrarre il principio attivo dalla radice e concentrarla . A quel punto ti assicuro che è praticamente impossibile nascondere il gusto e si degrada col calore i. Se vuoi avvelenare qualcuno con un fiore l'unico è raccogliere alcuni grammi di pistilli di Colchico L'aspetto è il sapore sono praticamente identici a quelli dello zafferano di cui è un parente stretto. Il principio attivo è particolarmente concentrato nel pistillo, dovrebbe essere efficace a uccidere nel giro di un paio d' ore e non credo che esista un antidoto. Altrimenti passa ai funghi l'Ammanita Falloide ha un buon sapore è un epatotossico , non ha praticamente antidoti se non il trapianto del fegato ,non si degrada col calore, ha effetti allucinogeni a prescindere dal dosaggio causa la morte in diverse ore i

    • dottor K
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      Hai idea di quanto ci voglia a raccogliere tutto quello zafferano

  • 5 mesi fa

    L'impasto e la cottura potrebbero neutralizzare le tossine.

    forse un chimico potrebbe darti una risposta più esauriente.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.