Tratti caratteriali condivisi da studenti e laureati in Lettere e Filosofia?

Sono uno studente al secondo anno di Fisioterapia e nella mia classe ci sono tre studenti con già una laurea. Un ragazzo è laureato in Lettere, l'altro in Comunicazione e l'ultima in Lingue, quindi tutti e tre corsi di laurea sotto Lettere e Filosofia (o qualcosa del genere). Ho notato degli aspetti che li... visualizza altro Sono uno studente al secondo anno di Fisioterapia e nella mia classe ci sono tre studenti con già una laurea.
Un ragazzo è laureato in Lettere, l'altro in Comunicazione e l'ultima in Lingue, quindi tutti e tre corsi di laurea sotto Lettere e Filosofia (o qualcosa del genere).

Ho notato degli aspetti che li contraddistinguono da tutti noi, ma che al tempo stesso accomunano loro.
Oltre al fatto che sono i più studiosi e diligenti (prima fila, annotano ogni concetto, non chiacchierano, non disturbano, non si assentano et cetera), ho potuto osservare soprattutto durante il tirocinio che sono estremamente meticolosi, seri, ed incredibilmente CURIOSI e DUTTILI, nel senso che assorbono i concetti e le tecniche alla velocità della luce.

E tutto questo vale doppiamente per il ragazzo laureato in Lettere: a tratti sembra un folle/genio!
Di conseguenza, gli infermieri, i fisioterapisti, i medici e i docenti li prendono molto più in considerazione rispetto a noi studenti alle prime armi.

Conoscete persone laureate ai corsi di laurea in Lettere e Filosofia?
Le rivedete nei ragazzi qui sopra?
2 risposte 2