Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 6 mesi fa

Storia di Bibbiano.?

Aggiornamento:

Non è facile datare l'origine di Bibbiano: le tracce della prima presenza umana (fondi di capanne, resti ceramici, copiosi manufatti silicei) risalgono ad epoca compresa tra il paleolitico inferiore e il neolitico. La lunga permanenza gallica è testimoniata da reperti dell'età del ferro e dalle inflessioni celtiche rimaste nel dialetto locale. L'origine del toponimo è verosimilmente legata all'occupazione romana del I secolo e prese il nome dell'assegnatario di quelle terre.

Aggiornamento 2:

Il luogo fu probabilmente un Vibianus o Baebianus fundus, che rinvia ad un fundus romano ubicato in questi luoghi fertilissimi. Numerosi i reperti romani venuti alla luce in seguito a ritrovamenti archeologici: terrecotte, ceramiche e suppellettili.

È solo con l'età medievale che la storia di Bibbiano si precisa attraverso una prima aggregazione urbana lungo la strada che portava alle fortificazioni affacciate sull'Enza, e di cui rimane la massiccia costruzione fortificata detta «Torrazzo».

Aggiornamento 3:

Nel XII secolo la storia di Bibbiano si lega indissolubilmente alle vicende dei Canossa, come ricorda anche lo stemma comunale. Nel 1155 il borgo sarà definitivamente incorporato nel feudo canossiano di Bianello, mentre un'altra località bibbianese, Piazzola, era già in precedenza compresa nel medesimo. Il dominio della dinastia Canossa su Bibbiano terminò nel XVIII secolo, quando il feudo passò ai marchesi Gabbi (1757).

Aggiornamento 4:

Bibbiano ottenne l'autonomia comunale all'epoca del Dipartimento del Crostolo. Dopo la caduta di Napoleone, gli Este lo aggregarono a Montecchio Emilia. Assumerà le dimensioni attuali soltanto nel 1860. Diversa da quella bibbianese la storia della frazione di Barco (a lungo aggregato a Montecchio e a Parma), entrata a far parte del comune solo dopo l'Unità.

Aggiornamento 5:

E' tutto vero. Fidati.

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    6 mesi fa
    Migliore risposta

    Baaa mi sembra una cosa inverosimile

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Luigi
    Lv 7
    6 mesi fa

    Una brutta storia, nulla a che vedere con la storia della cittadina. una compravendita di bambini, tolti da famiglie con il bene placidodi qualche assistente sociale compiacente.. per fini personali un business(un affare)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 mesi fa

    E' una storiaccia orrenda...di sottrazione, da parte di addetti dei Servizi Sociali della Regione Emilia Romagna, corrotti che con metodi illeciti, sottraevano bambini minori ai genitori naturali per poterli dare in affidamento, a pagamento, a coppie gay e lesbiche. I bambini vittime di questo vigliacco sistema sono molte migliaia. L'inchiesta è partita dalla denuncia di genitori a cui toglievano i figli senza un valido motivo e senza alcun preavviso. Bastava un sospetto inventato di sana pianta per vedersi rubare i propri bambini...Un vero proprio inferno, diabolico e agghiacciante...Nello scandalo ci sono implicati molti esponenti legati al PD: sindaci e altri politici..

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.