Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPartecipazione civica · 7 mesi fa

Italia paese del terzo mondo?

Stipendi nelle regioni del nord bassi ma costo della vita da paese nord Europeo,politica ladrona,cittadini truffaldini,scuole da terzo mondo che non preparano l'individuo al mondo del lavoro,assenza di educazione civica e già che ci iamo-EMIGRAZIONI DI MASSA VERSO PAESI NORD EUROPEI DA PARTE DELLA FASCIA DI POPOLAZIONE 20-30. DI questo passo tra pochi anni dell'Italia non rimarrà nulla?

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 mesi fa
    Migliore risposta

    Costo della vita da paese nord europeo al nord Italia e stipendi bassi. Nel nord d'Europa gli stipendi sono anche più alti per permettere alle persone di vivere. Guardate solo quanto guadagna un operaio in Germania e uno in Italia. E' ovvio che se la gente non può spendere l'economia non gira. La gente emigra verso quei paesi perche qui e molto difficile trovare lavoro e anche perche si riesce a vivere più decentemente che qui in Italia.

  • 7 mesi fa

    Del Quarto mondo, vorrai dire. E' il risultato dello schifo perpetrato dai sinistri PDoti agli italiani, durante i sette anni in cui i compagni sono stati abusivamente al governo del Paese..2011-2018...Monti, Letta, Renzi, Gentilone...Disastri su disastri...lo hanno trasformato in un immenso indecoroso campo profughi, così come impostogli da frau Merkel e monsieur Micron. E il tutto senza battere ciglio...L'orrendo risultato è quello che tutti gli italiani hanno davanti e vivono quotidianamente...Grazie UE, grazie PD!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    ciao a tutti a breve troverete tanti video sulla vita in germania 2019-2020

    sul mio nuovo canale vi aspetto in tanti se avete qualche domanda scrivetela sotto il mio video di presentazione faro uno video risposta

    https://www.youtube.com/channel/UCyAxsA60L97iSHxOD...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 mesi fa

    Ma un domani infatti, se la situazione non dovesse cambiare, sarà inevitabile il declino del nostro paese (e non solo dell'Italia). Pochi giorni fa è stato pubblicato uno studio riguardante lo spopolamento del sud Italia, e si prevede che tra 50 anni circa le regioni meridionali avranno 1 milione di abitati in meno di oggi, con una popolazione che, dai 60 milioni attuali, dovrebbe scendere a 54. La maggioranza dei giovani sarà emigrato in nord Italia (che avrà il 74% della popolazione totale), oppure all'estero. Bisogna che la politica prenda delle decisioni per lo sviluppo del meridione d'Italia, altrimenti vedo difficile che la situazione generale possa migliorare.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 mesi fa

    666666666666666666666

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 mesi fa

    Siamo un paese del G7

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 mesi fa

    Infatti è già terzo mondo sta nazione, e se va avanti così sarà quarto mondo

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Niente di più falso,il mercato immobiliare sta andando benissimo cresciuto dell'8,3% in soli 7 mesi, il mercato del lavoro non è mai andato così bene,il tasso di occupazione è ai massimi storici (59,2%) e la disoccupazione è ai minimi dal 2012, l'aumento del benessere e del lavoro è generalizzato e riguarda tutte le fasce di età (15-24,over e under 35), si spende anche di più, l'aumento dei consumi è di un più 2 per cento al mese,ed è record dei contratti stabili grazie al decreto dignità (+135.000 nel trimestre aprile Giugno contro un appena +35mila di contratti a termine) ed è la prima volta che i contratti stabili superano quelli a tempo determinato,il governo visto i positivi risultati raggiunti oggi è euforico,non solo il boom dell'occupazione dará una spinta alla crescita,ma dará una mano anche al gettito fiscale, consentendo alle casse del tesoro risparmi non indifferenti ed è proprio il boom dell'occupazione che ha salvato il nostro paese dalla procedura di infrazione UE

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 mesi fa

    E' necessario cambiare classe dirigente, solo questo.

    Il QI medio degli italiani era tra i più alti al mondo, grazie alle loro capacità di ingegno e di innovazione. Adesso è tra i più bassi d'Europa . In soli 10 anni siamo passati dal 102 al 96. Indubbiamente non è causa degli italiani, quanto delle èlite dominanti che non hanno la volontà di far crescere tutti, piuttosto di rendere tutti più gestibili.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 mesi fa

    Ringrazia l' impiastro gialloverde,e intanto il PIL nel secondo trimestre ha visto una crescita nulla, ed è già tanto se non è sceso,la produzione industriale in Luglio è scesa dello0,6 per cento ed è boom della cassa integrazione a Giugno,sia per quella in deroga che per quella straordinaria,fino al 2018 almeno crescevamo,un pil a +1,6 come nel 2016,2017 e 2018,ora non lo vedremo più neanche in sogno

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Giuseppe
      Lv 5
      7 mesi faSegnala

      I dati di Giugno poi sono ambigui perché praticamente dicono che la disoccupazione è calata solo perché è cresciuto di altrettanto il numero degli inattivi e questa non è una buona notizia

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.