Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFidanzamento e matrimonio · 1 anno fa

Bisogna lasciare che i figli facciano le loro esperienze o vanno educati anche con la forza per farli comportare bene?

Supponiamo un ragazzo di 17 e una ragazzina bambina di 13 siano molto amici, parlano spesso, di scuola, di sport ecc.Non riescono a stare l'uno senza l'altra, e più volte la piccola ha detto di volere un fratello proprio come lui. Mio figlio è un bel ragazzo, con dei bei lineamenti ed è anche sviluppato fisicamente (muscoli e pomo d'adamo), alto 1, 80.la ragazzina non è una cattiva ragazza anzi, è brava, semplice, non si trucca e non si veste come un'adulta, anzi, legge (cosa rara al giorno d'oggi) e studia molto, figlia di una mia cara amica, se ne occupava mia moglie quando era piccola. va spesso a pesca e si porta dietro la ragazzina che gli porta il cesto. Stanno al mare tutto il giorno.Torni a casa e ti trovi tuo figlio sopra la ragazzina che stanno per baciarsi e capisci che è la prima volta perché entrambi sono come scioccati e non sanno cosa fare e picchi tuo figlio perché ti vengono in mente regole infrante, peccati, la bambina che è una bambina e non una donna, il bambino che potrebbe nascere tra due adolescenti sprovveduti, capisci che cosi interferisci con il loro amore, con la cosa più naturale del mondo ma che diventa tutto sbagliato quando vedi tuo figlio rovinare la vita di una bambina che magari anche se consenziente non si rende conto dell'errore. Faccio bene come genitore a picchiare ma forte fino a farlo piangere mio figlio, avendo in testa i genitori della ragazzina, la ragazzina incinta, mio figlio padre a 17 anni? O sto esagerando e sono troppo severo.

16 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 anno fa
    Risposta preferita

    Bravo 👏👏👏 complimenti, lei ha appena distrutto l'amore di suo figlio ora avrà i sensi di colpa ogni volta che sfiorerà una persona dell'altro sesso e non si sposerà mai.

    Tutto merito della sua mentalità cattolica retrograda

  • 1 anno fa

    Bella soddisfazione picchiare un ragazzo! Per accorgersi poi che non serve a niente se non ad inasprire le situazioni. Ti riesce così difficile pensare che forse sarebbe meglio parlargli. Un discorso da uomo a uomo. Potresti fargli capire con parole semplici tutti i problemi a cui andrebbe incontro, i tuoi timori di padre, la reazione dei genitori della ragazzina, ecc.ecc. Fagli vedere che lo ritieni un ragazzo non un bambino e per questo deve responsabilizzarsi. Non ostacolarlo, digli solo di non avere fretta e di avere rispetto per quella che è poco più di una bambina, digli che avranno davanti tanto tempo per crescere e consolidare i loro sentimenti. Insomma tieni le mani a freno e fa il padre non la bestia.

  • Ludo
    Lv 7
    1 anno fa

    Hai esagerato e continuando su questa strada sbaglierai tutto.

    Prendi da parte tuo figlio, spiega che la differenza d'età in quella stagione della vita può fare la differenza.

    La bambina è ancora una bambina, certo, ma anche il ragazzo non mi sembra un consumato sciupafemmine.

    Tutto va preso il più dolcemente possibile, onde evitare che vedano il male dove questo non esiste.

    Poi rilassati, sono esperienze di vita che per quanto vadano contenute non ci si può opporre a vita.

  • Vero
    Lv 5
    1 anno fa

    è poco ma sicuro che sbagli caro…..scusami ma era una domanda e bisogna essere obiettivi, cosa che sicuramente tu Non sei stato, facendoti trascinare dalle emozioni..non eri lucido...e sono proprio questi i momenti in cui bisogna essere razionali mooolto ma molto più del solito…

    Con un atteggiamento istintivo così pesante, non fai altro che allontanare tuo figlio..Non sarà più disposto a parlarti dopo che lo hai svergognato davanti ad una ragazzina che evidentemente gli piaceva e magari anche davanti a tua moglie o altri, dopo che gli hai messo le mani addosso e lo hai fatto piangere..come puoi pensare che tuo figlio possa venire da te qualora avesse un problema?

    è scientificamente provato che picchiare i figli o urlargli contro è sia controproducente e Non porta a nulla di buono, semmai allontana.

    è per questo che il dialogo è molto importante, spiegare ad un figlio adolescente quali sono le cose giuste o meno, metterlo davanti ad esempi o situazioni per fargli comprendere che a volte potrebbero esserci gravi conseguenze o potrebbero "rovinarsi",tra virgolette, la vita..parlare, parlare , parlare...un figlio dovrebbe avere fiducia nella presenza di un padre, qualsiasi problema lui abbia, la sicurezza in momenti di paura, sconforto..bisogno di un appoggio...e per questo motivo Non può vedere il padre e averne paura, terrore, ecc..Non verrebbe mai a dirti le cose che non vanno o che succedono in lui, nella sua vita..

    Ad un ragazzo adolescente non può essere detto "Non farlo" o essere minacciato, perché dai ci siamo passati tutti e se ti dicono che non puoi fare una cosa trovi un sotterfugio..è naturale...l'adolescenza è periodo di ribellione, di scoperte e confusioni varie...

    Niente è perduto e non è mai troppo tardi...prova ad instaurarci un rapporto del genere, fatto di dialoghi e chiacchierate, un rapporto dove lui può trovare un rifugio, un consiglio, una mano sempre tesa..

    E poi a 17 anni è abbastanza uomo, Non si può trattare un uomo così..pensare che non vale nulla da grande, potrebbe portarsi dietro delle ferite, delle mancanze...sta crescendo e questo vuol dire che ha bisogno di genitori come guida ..Non come ostacolo, altrimenti non si avvicinerà a voi..piuttosto prenderà giustamente le distanze…!

    Vedrai che rimettendo apposto una relazione con lui, in cui gli spieghi che lui è libero di fare le sue scelte ( come giusto che sia) , ma facendogli capire comunque le cose giuste o meno, alcuni limiti giusti, esempi di vita in cui qualcuno si è rovinato, consigli,chiedendogli in primis scusa ...facendogli capire che può fidarsi di te davvero….lui capirà!!

    Noi siamo gli adulti, dovremmo dare il buon esempio.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • sandro
    Lv 6
    1 anno fa

    Lascia perdere, con i baci non nascono figli! Piuttosto raccomanda loro che per il momento si limitino ai baci, per la prima s.c.o.pata aspettino (dopo aver preso le precauzioni ovviamente) il 14° compleanno di lei, quando avrà l'età del consenso.

  • 1 anno fa

    I figli Vanno seguiti da lontano garantendo sempre il supporto consigliandomi e dandogli il buon esempio

  • 1 anno fa

    Stai sbagliando così davvero

  • 1 anno fa

    Se un padre pichiasse il proprio figlio in quel modo prima di tutto rovinerebbe il rapporto padre figlio, spezerebbe il cuore alla ragazza e inoltre perderesti il rispetto di tuo figlio.

    Le probabilità che succeeda quello che ho appena scritto sono del 90% o forse di più.

    Comunque il rapporto tra padre e figlio sarebbe rovinato per sempre.(100%)

    Usare la violenza non è mai giusto.

    Tuo figlio dopo essere picchiato si sentierenbe impotente, debole e a pezzi sia fisicamente che spicologicamente.

    Da tutto quel dolore provato nascerebbe un"odio incalcobile verso il padre, nei migliori casi non gli parlerebbe per tutta la vita anche se si pentisse e fosse sul punto di morte.

    Nei peggiori dei casi il figlio potrebbe persino perdere la lucidità, quasi tutte le emozione,impazzire dal dolore provato ,provare rabbia nei confronti del padre e potrebbe fargli provare lo stesso dolore che ha provato tortularandolo e poi infine lo ucciderebbe.

    Comunque in quel caso non dovresti fare niente.

  • Minny
    Lv 6
    1 anno fa

    Chi educa i figli a botte andrebbe picchiato lui ben bene . Vergognati! Quanto ai motivi , sono a livello di una parrocchia anni' 50 e tu di un pzarrocchano sessuofobo e di mano lesta dell'epoca

  • Anonimo
    1 anno fa

    Hai esagerato, intanto per l'età che hanno, stanno pure bene insieme, voglio dire, é l'età che fanno esperienze del genere, poi mica é detto che lei rimanga incinta, si trovano cosí bene insieme, potrebbero essere l'amore della loro vita, tu hai solo aggiunto un esperienza a loro, ma non hai fatto per niente bene, io spero che lui non venga influenzato troppo da questo, perché se lui perde interesse ma lei no, lei non capirà ora gli "errori" ma in futuro potrebbe odiare tutto questo. Pensiero mio

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.