Cosa? Perché? Secondo me la cosa più inquietante che emerge dalla vicenda Rackete e dalla nuova vicenda Open Arms è questa...?

... che è stato certificato inconfutabilmente che non viviamo più in uno Stato di Diritto, ovvero non viviamo più in una nazione in cui la Legge è al di sopra dei singoli individui. La nostra è un'involuzione ad un sistema tribalistico e feudale in cui dei singoli individui supportati da un sistema-ombra... visualizza altro ... che è stato certificato inconfutabilmente che non viviamo più in uno Stato di Diritto, ovvero non viviamo più in una nazione in cui la Legge è al di sopra dei singoli individui.

La nostra è un'involuzione ad un sistema tribalistico e feudale in cui dei singoli individui supportati da un sistema-ombra possono infrangere la legge a proprio piacimento. Prendete la vicenda Rackete: dovrebbe essere in carcere. Vi invito a tal proposito a leggere l'intervista all'Amm. de Felice: il Diritto di navigazione e la legge di questo stato dice chiaramente che quella donna dovrebbe essere in carcere con accuse pesantissime. Ugualmente la Open Arms: nessuno, tra Conte, Toninelli e la Trenta ci sta spiegando come è possibile che le leggi di uno stato democratico vengano infrante, e perché loro possano decidere che vanno infrante, e per quale ragione è stato deciso che debbano essere infrante.

Il punto è che in uno Stato di Diritto nessuno - nemmeno il Presidente del Consiglio, o il Ministro della Difesa - può arbitrariamente dire "Questa legge non va rispettata": questa è la cosa grave, l'involuzione personalistica e tribale del potere, il fatto che la Legge nazionale, come anche i confini nazionali, siano stati aboliti dal potere personale di un gruppo di individui che non sembrano poter venire contrastati. Questo ci stanno dicendo: non siamo più in uno Stato di Diritto, la Legge non è più 'al di sopra dei singoli'.

Chi può andarsene, è un consiglio da amico, se ne vada.

Grazie
19 risposte 19