Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 5 mesi fa

La plastica può essere bruciata negli inceneritori?

Aggiornamento:

Quindi, stando a quel che dice Francesco Spada, si conferma che tutta la campagna anti-plastica è una boiata. Perché non fanno una campagna pro inceneritori allora?

12 risposte

Classificazione
  • mg
    Lv 7
    5 mesi fa

    Meglio gli inceneritori che i roghi lungo le strade e gli incendi dolosi di depositi abusivi. Ad alte temperature e con i dovuti filtri avremmo meno danni.

    • concordo. anche se, dati alla mano, con la torcia alla massima temperatura, i filtri antiparticolato e il post-combustore in cima al camino, esce comunque una non indifferente quantità di sostanze indesiderabili. Ma meglio delle diossine e dei furani (PCDD, PCDF)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • guarda, che per tua e altrui informazione, la plastica viene bruciata QUOTIDIANAMENTE negli inceneritori, i quali, sempre per tua e altrui informazione, non si chiamano più così ma vengono definiti "termovalorizzatori" (in quanto, bruciando CDR cioè Combustibile Da Rifiuti, producono energia elettrica facendo funzionare una turbina a vapore col calore prodotto.

    Onestamente: hai mai comprato un oggetto in plastica che recasse la dicitura "ottenuto da plastica ricilclata"? no, perchè non esistono oggetti del genere. Se esistessero non aspetterebbero un secondo a scrivercelo sopra come invece avviene per la carta, questa si che è possibile -anche se solo in piccola parte, vedi sotto- reimpiegarla e infatti tutti i produttori lo scrivono a caratteri cubitali che "contiene carta ricilclata". Per la plastica invece... no.... non ti viene il dubbio del perchè?

    te lo spiego il perchè: Il riciclaggio della plastica da raccolta differenziata è impossibile da conseguire, per una questione puramente *chimica*: perchè le tipologie di plastica presenti un cassonetto sono tante (polietiliene, polipropilene, polietilene terftalato, PVC, teflon, nylon, ecc. e chi più ne ha più ne metta) e ciò impedisce l'ottenimento di un granulato di polimeri da impiegare nuovamente in un ciclo di produzione. Riciclando plastiche provenienti da polimeri diversi si ottiene una plastica di materiale impuro, meccanicamente scadente, destinata a sbriciolarsi dopo pochissimo tempo o impossibile da formare affatto. Nessuno stabilimento di oggetti in plastica vorrebbe un tale materiale per i propri prodotti, perchè se anche superassero i test di qualità, i reclami dei clienti determinerebbero in breve tempo il fallimento dell'azienda...!

    la plastica chimicamente è un polimero, cioè un materiale fatto da macromolecole che legano assieme ripetitivamente nello spazio molecole più piccole dette monomeri. Ad esempio l'etilene C2H4 è il monomero da cui si ottiene il polietilene, che altro non è se non un materiale formato da tante molecole di etilene legate in lunghe catene. Se tra queste lunghe catene invece di etilene se ne trovano di propilene che è diverso C3H6, il materiale perde la sua consistenza meccanica, ancora di più se ci sono in mezzo molecole di cloruro di vinile, il monomero del PVC, ecco perchè è impossibile ottenere plastica riutilizzabile commercialmente a partire da più plastiche diverse.

    Si riuscirebbe ad effettuare il riciclaggio di materia solo se si riuscisse ad avere tanti cassonetti quanti sono le tipologie chimiche di polimero che compongono i vari rifiuti. Ciò è possibile solo in determinati casi, cioè quando la raccolta avviene da produttori di rifiuto che conferiscono sempre e solo la stessa tipologia di imballaggio, parliamo di rifiuti speciali ovviamente e non di rifiuti urbani.

    Diversamente il contenuto del vostro sacchetto di plastica finisce dritto e inesorabile nella torcia del termovalorizzatore.

    Anche la carta ha un ciclo di recupero che non è finito, cioè, una carta 100% riciclata non sta insieme, le cartiere ne inseriscono solo una determinata % nel ciclo di lavoro, il resto, quello che resta nei magazzini della messa in riserva, deve essere bruciato.

    La raccolta differenziata serve, in pratica, solo ad agevolare il lavoro dello smaltitore che deve mettere insieme percentuali precise delle varie frazioni combustibili (carta, plastica) nelle "ecoballe".

    Mi spiace se non ci credete, ma fate una ricerca da voi stessi e scoprirete tante cose sulla fine che fanno i vostri rifiuti

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ept
    Lv 7
    5 mesi fa

    La risposta di H315 è esattissima e poco conosciuta dal pubblico.

    investire in ricerca costa, quindi meglio sfruttare la poca conoscenza della materia per trarre profitto.

    Peccato che in tempi abbastanza brevi AI e DL faranno notevoli passi nella ricerca a costo quasi zero.

    A tutto si trova una soluzione se esiste il vantaggio economico superiore a quello attuale.

    per la tua aggiunta "Perché non fanno una campagna pro inceneritori allora?" è politicamente svantaggiosa.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Sarebbe meglio di no, perché bruciando produce sostanze tossiche, tra cui la diossina. Ma in pratica viene fatto, almeno in una certa misura: non tutta la plastica è riciclabile e non tutta quella che lo è viene effettivamente riciclata.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    5 mesi fa

    oltre a tutte le altre considerazioni c'è da aggiungere che se non si trovano ditte che sfruttano il riciclo il materiale selezionato dagli utenti deve essere comunque o bruciato o in discarica

    parecchi si sciacquano la bocca di aver raggiunto l'80% di riciclo ma, questo riciclo è VERAMENTE riciclato oppure alla fine dei salmi va nei termovalorizzatori oppure in discarica (vedi il veneto dove si fa 75% di riciclo ma un buon 80% di questo non viene utilizzato)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Certo che si inquina molto ma fa anche tanto calore usati per fare la corrente

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    visto che non esiste plastica riciclata viene incenerita negli inceneritori

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    La plastica può essere bruciata negli inceneritori? Si.

    Perché non fanno una campagna? Perché un capro espiatorio ci vuole.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    meglio di no......

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Per bruciare la plastica esistono appositi inceneritori, in grado di annullare gli effetti dannosi dei fumi...

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.