wanial
Lv 7
wanial ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 4 mesi fa

L'attuale modello di sviluppo ha portato l'umanità a sacrificare la possibilità di sopravvivenza sul pianeta, cosa ne pensate?

Aggiornamento:

e lasciala in sociologia , ma non vai mai in vacanza????

Aggiornamento 2:

certo che sei tosta eh ma non ti stanchi mai a spostare domande????

18 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa
    Migliore risposta

    L'attuale modello di sviluppo capitalistico-massonico è governato da poche decine di famiglie ricchissime in tutto il pianeta. Occorrerebbe una transizione di fase da un'economia di consumo basata sui combustibili fossili (energie non rinnovabili) a un'economia che faccia ricorso a tecnologie pulite (fusione nucleare fredda, eolico, solare, energia di punto zero ecc.). Ovviamente ciò non sarà possibile finché l'attuale cabala resterà al potere, cosa che non durerà ancora per molto. Il sovrappopolamento è un falso problema, ventilato dai fautori del neomalthusianesimo. Gli esseri umani non sono cavallette, sono esseri razionali dotati dell'intelligenza necessaria per adattarsi all'ambiente o adattare l'ambiente alle proprie necessità basilari, altrimenti non avremmo avuto neppure la civiltà egizia con le sue opere d'ingegneria idraulica o quella persiana con i suoi qanat (canali d'irrigazione sotterranei). Semmai bisogna garantire a tutti gli esseri umani l'accesso libero e gratuito all'acqua, al cibo, all'istruzione superiore obbligatoria e alla sanità. Su 7,5 miliardi di persone ci potrà ben essere lo scopritore di una terapia antitumorale o di una fonte di energia pulita e inesauribile: purché lo scopritore o l'inventore non sia fatto fuori e il brevetto sepolto nei caveau di qualche multinazionale...

  • 4 mesi fa

    il modello di sviluppo dei paesi occidentale coinvolge circa 1/3 della popolazione del pianeta, i restanti 2/3 vive nelle condizioni di povertà più assoluta.

    Il problema è che 7,5 miliardi di persone con consumi ritenuti normali, oserei dire auspicabili per tempi, provocherebbero disastri superiori agli attuali.

    Dovrebbe cambiare il modo di concepire la modernità, le abitazioni, i trasporti, medicina, scienza e tecnologia.

    • wanial
      Lv 7
      4 mesi faSegnala

      nel regresso, appunto....già siamo ad un bel punto del regresso

  • 4 mesi fa

    Wanial, molto semplicemente siamo in troppi.

    7,5 miliardi di persone sono troppe.

    Non è questione di progresso o regresso, finchè in tutto il pianeta non si attuerà un serio controllo delle nascite, le cose non potranno che peggiorare.

    • icemanpilota
      Lv 7
      4 mesi faSegnala

      Appunto.
      Se c'è cibo per 1000 persone, perchè si permette alla gente di fare figli fino a diventare 5000?!?

  • 4 mesi fa

    L'attuale modello di sviluppo è lo stesso che ha accompagnato l'uomo in ogni attimo della sua esistenza: vivere meglio. L'equazione progresso tecnologico = impoverimento del sé, perdita di purezza, distruzione dell'ambiente, e compagnia bella, semplicemente, non ha senso, è sbagliata, falsa, priva di significato. L'azione antropica incide sull'equilibrio del pianeta in maniera decisamente molto più marginale di quanto si pensi. Siamo pedine del gioco, non il gioco. Ma siamo autocoscienti, sappiamo di esistere, parliamo, siamo poesia, facciamo arte, desideriamo, sogniamo, tutto ciò per ingannare la morte. Le vie che conducono all'estinzione sono aumentate al pari di quelle che conducono alla salvezza, in ogni senso.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 mesi fa

    Bisogna tornare ad una società più equa e scevra da guerre e ingiustizie

  • Sally
    Lv 7
    4 mesi fa

    sono anni ormai che ogni giorno ci sono notizie di parte della fauna e flora che scompare, dovremmo, anzi avremmo dovuto per primi capirlo noi tutti che leggiamo le notizie e prendere provvedimenti utili, eliminando il più inutile, abbiamo finto di nulla,ammucchiato di tutto per lo più cose inutili, non pensando al domani, non pensando che la Terra non è nostra , ma di tutti anche dei poveracci, che anzichè aiutarli li abbiamo affossati e oggi ci danno fastidio, non ci piace ammettere che abbiamo tutti contribuito alla loro fame e alla distruzione del bello e di ciò che occorre per vivere...mezza lacrimuccia se le notizie in tv , en passant, e poi si ricominciava..pagheremo tutti le conseguenze e non saranno cosucce, anche perchè nessuno ha intenzione di fermarsi

  • 4 mesi fa

    Penso che ce la faremo anche questa volta.

  • 4 mesi fa

    Siamo un cancro che prima o poi l'evoluzione deciderà di estirpare

  • Serena
    Lv 7
    4 mesi fa

    Concordo con Iceman, siamo troppi. Ed ancora non c'è la possibilità di espanderci su altri pianeti. La soluzione starebbe lì.

    ciao

    • wanial
      Lv 7
      4 mesi faSegnala

      eventualmente chi pensi che potrebbe mai andare su un altro pianeta?????

  • 4 mesi fa

    Sembra che l’essere umano si sia trovato in questa situazione per caso e l’abbia associata al “progresso”, alla “evoluzione”... quindi... vediamo 🤨.. se fosse stata ‘voluta’ ed essere stata progettata per ‘crescere’ mirando al positivo per migliorare le situazioni precedenti... 🤨 direi che c’è qualcosa che non quadra.

    • Cassiopea
      Lv 7
      4 mesi faSegnala

      Ma non ha senso! 🙄 Perché complicarsi la vita quando potrebbero eliminare facilmente il resto dell’umanità senza per forza distruggere il pianeta terra che è ‘comodo’ come ambiente per la loro sopravvivenza?!??? 🙄

  • Anonimo
    4 mesi fa

    semplicemente siamo in troppi, e le persone specie quelli che vivono nel secondo e terzo mondo ancora non lo sanno o non lo vogliono capire che non possiamo più permetterci di fare 10 figli a coppia. non oso immaginare quando nel 2050 saremo in 10 miliardi, a quel punto l'umanità sarà finità e ci sarà il caos più totale.

    • wanial
      Lv 7
      4 mesi faSegnala

      ci sono sempre guerre in giro e sono quelle che mettono a posto i conti, ma non il Pianeta

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.