I disturbi alimentari possono essere scatenati dallo stress?

Premessa: ho 26 anni, sono normopeso e ho sempre mangiato normale senza seguire diete particolari. Un bel giorno la mia vita è diventata una M#### e per circa 5 anni ho vissuto in condizioni assurde a casa.. Negli ultimi 6 mesi ero arrivata al limite. Ho iniziato a gennaio con gli attacchi d'ansia, a giugno... visualizza altro Premessa: ho 26 anni, sono normopeso e ho sempre mangiato normale senza seguire diete particolari.

Un bel giorno la mia vita è diventata una M#### e per circa 5 anni ho vissuto in condizioni assurde a casa..

Negli ultimi 6 mesi ero arrivata al limite. Ho iniziato a gennaio con gli attacchi d'ansia, a giugno ho iniziato a soffrire di stomaco finché a un certo punto qualsiasi cosa mangiavo mi faceva stare male. Non riuscivo a mangiare, non capivo perché, avevo sempre fame, mangiavo poco per paura che mi facesse male lo stomaco e alla fine avevo perso 6-7 chili.
Passa un altro mese, inizia a venirmi la fobia di contare le calorie e pesarmi ogni giorno. All'inizio era curiosità, era solo per vedere come cambia il peso dalla mattina alla sera, poi per vedere se mangiavo correttamente visto che mi vedevo troppo magra e poi avevo iniziato a contare tutto quel che mangiavo e pesarmi continuamente.. sempre mal di stomaco, periodi di fame intensa e periodi in cui non riuscivo a distinguere lo stimolo della fame fai dolori allo stomaco.
Quando ero sotto stress i dolori peggioravano.

Non ci metto la mano sul fuoco che sia tutto ok, però ora che la situazione a casa è cambiata sto meglio. Mangio quando ho fame, mangio un po' di tutto come prima e non mi peso più non continuazione.

Ma che cavolo è successo...? Mi tornerà il male allo stomaco? Spero di no è stato orrendo. Mi sentivo fatta di vetro, avevo paura che determinati alimenti non potevo mangiarli e quindi li evitavo...!
3 risposte 3