Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 5 mesi fa

Passare ad una triennale o continuare giurisprudenza?

Ho 29 anni, iscritta a giurisprudenza da 10 anni, con tanta voglia e passione; dopo 2 anni ho rallentato a causa di un problema di salute che mi ha causato depressione.. Poi, una volta superato il tutto, mi sono annoiata perdendo stimoli e obiettivi, e voglia..

Mi mancano praticamente 24 materie(troppe), non ho esperienze lavorative e mi sento una fallita.

Non so cosa fare..Continuo(senza avere intenzione di diventare avvocato), o passo a consulente del lavoro? Secondo voi avrei sbocchi lavorativi con questa triennale?

5 risposte

Classificazione
  • Ti racconto la mia storia.

    Alle medie pensavo soprattutto a far lo scemo, e son stato promosso per il rotto della cuffia, ma il primo anno delle superiori, continuando a non studiare e a far lo stupido, mi hanno bocciato. L'anno dopo ho cambiato scuola e continuavo a pensare solo a far lo scemo, quindi a gennaio mi son ritirato e ho deciso di lasciare gli studi. Naturalmente i miei genitori non l'hanno presa bene e hanno fatto di tutto per farmi ritornare sui miei passi, all'inizio senza successo, ma poi mi hanno fatto una proposta irrifiutabile: dormire la mattina e andare poche ore la sera in una scuola privata. Ho fatto quindi due anni in uno recuperando l'anno scolastico perso. Ovviamente anche lì facevo il matto, ma si pagava e andavo avanti. Son diventato amico del figlio di un professore talmente matto che poi è stato internato in strutture psichiatriche di vario tipo: insieme facevamo faville! Cose inenarrabili!!

    Conseguito il diploma un mese prima di compiere 19 anni non sapevo cosa fare. Beh, non avevo mai pensato di iscrivermi all'università, però se non mi ci fossi iscritto sarei partito a fare il militare, inoltre confrontandomi con un mio amico mi sentivo troppo ignorante.

    Ho scelto Lettere che allora era a ciclo unico quadriennale, ma per me è diventata quattordicennale.

    Ho deciso di far la tesi su una poetessa matta, Alda Merini, senza aver mai letto i suoi testi, semplicemente perché sapevo che era matta e pure io ero matto. Studiando i suoi testi mi son accorto che in realtà non era stata una poetessa "manco per niente" - ho scritto il virgolettato rubandolo a una scena del film Febbre da cavallo, - in quanto i suoi testi, pur essendo molto interessanti per quel che concerne il contenuto, erano caratterizzati dai sintagmi più forti che precedevano sistematicamente quelli più deboli, e quindi erano più prose che poesie.

    Il giorno della laurea, visto che ero stato iscritto all'università circa 14 anni e tre mesi, confidai a una mia amica che volevo farmi menzionare dal Guinnes dei primati. Mi disse che non mi avrebbero preso in considerazione perché prima di me c'era lei che aveva 5 anni di più, si era iscritta a 19 anni come me e si doveva ancora laureare (questa mia amica ha fatto 2 anni di Chimica e ha abbandonato, 22 anni di Lettere e si è laureata, poi si è iscritta a Scienze della formazione, ha avuto un bambino, quindi i suoi studi procedono a rilento e attualmente è iscritta all'università da quasi 27 anni).

    Dopo la laurea ho finito un corso di editoria ma ho presto capito che non era quella la strada mia. Ho provato due volte a entrare al TFA senza successo, e con l'aiuto dei miei genitori ho intrapreso una mia attività in proprio (noleggio con conducente) che presto ho lasciato, perché mi ero iscritto in terza fascia per far le supplenze per scherzo ma poi mi hanno iniziato a chiamare per davvero e presto ho avuto anche incarichi annuali. Da studente sfaticato mi son ritrovato dall'altra parte della cattedra, non so nemmeno io come!

    A scuola i ragazzi in tre anni e mezzo d'insegnamento mi hanno fatto vedere i sorci verdi, inoltre ho trovato il lavoro intellettuale molto pesante.

    Ora ho 41 anni suonati e ancora debbo decidere cosa fare da grande. A settembre dovrò decidere se continuare con la scuola o riprendere il lavoro con l'autovettura, questa volta come tassista rilevando una licenza taxi sempre con l'aiuto di mamma e papà.

    Ho intuito che non avendo completato gli studi a 29 anni ti senti una fallita, ma ti ho raccontato la storia mia e quella della mia amica per spiegarti che c'è chi sta molto peggio di te!

    Devi decidere tu cosa fare, ascoltando te stessa, il tuo cuore, la tua inclinazione naturale per un determinato percorso di studi o per un altro.

    Imbocca al lupo!!

    Un bacione!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    5 mesi fa

    29 anni?

    cerca un qualche corso a pagamento che ti insegni qualcosa di concreto.

    Tipo un corso per usare una macchina utenisile

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Alan
    Lv 6
    5 mesi fa

    Come ti ho suggerito in un'altra tua domanda, valuta di passare seriamente ad un'altra triennale. Io ti suggerisco un ambito diverso dal diritto perché dopo 10 anni a Giurisprudenza evidentemente la passione è andata scemando quindi dovresti valutare altri ambiti.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Alan
      Lv 6
      5 mesi faSegnala

      Allora valuta percorsi simili a Giurisprudenza come le triennali giuridiche, Scipol ecc... Valuta comunque prof sanitarie perché sono un'alternativa valida e i test sono molto basic, la difficoltà sta nei pochi posti disponibili ma facendo tante simulazioni non è difficile.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    A sto punto forse sarebbe meglio passare a qualcosa di pratico che ti dia modo di muoverti e realizzarti un po'. Parti così, poi se c'è ancora passione vedrai che tornerà col tempo. A volte non ci è chiaro fin da subito qual è la nostra strada e si va per tentativi. Sbagliare strada facendo non è un errore... Il vero errore è stare fermi senza intraprendere nessuna strada per paura di sbagliare.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Ya
    Lv 6
    5 mesi fa

    se si ha tanta passione non ci si annoia e non si perdono gli stimoli...

    è molto probabile che la tua strada sia un'altra, prendila.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.