Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeMatematica · 4 mesi fa

Aiuto nella compilazione di una tabella turnistica per una maggiore regolarità!?

Buongiorno a tutti,

lavoriamo in una comunità alloggio aperta 24h su 24h, 365 giorni l'anno, e noi operatori lavoriamo su turni (2 turni da 7,5h, mattina e pomeriggio, ed il turno notturno da 9h e 3/4.

Una nostra turnata tipo è composta da mattino, mattino, pomeriggio (con reperibilità notturna), notte, smontante e riposo. Siamo in totale 11 operatori, di cui 8 operatori che fanno dalle 165 alle 173 ore mensili (full time), 2 operatori part-time da 20 ore settimanali (di cui uno non fa le notti) ed un altro operatore part-time che fa 30 ore settimanali.

Per lo più ogni mese, a ciclo, 2 operatori invece di fare le notti, diventano giornalieri, in modo da dare uno stacco dalla solita turnazione e "riposarsi". Ciò però non accade sempre perchè per fare in modo che ci siano almeno 3 operatori al mattino, 2 operatori al pomeriggio ed 1 alla notte, gli operatori giornalieri hanno turni in cui i riposi sono pochi e spesso staccati (non dando quindi il riposo che dovrebbe dare la turnazione giornaliera). Per lo più, chi ha part-time diventa quasi un tappa buchi, ed non ha una regolarità nei turni.

Vorrei chiedere quindi, a chi possiamo rivolgerci per cercare una regolarità dei turni. (zona Mestre, Marghera e limitrofi). Volevamo, per lo più se possibile, vedere se si riusciva ad avere, dopo la turnata, lo smontante e due riposi invece che uno solo.

So che è una richiesta un po complicata, ma grazie in anticipo a chi ci risponderà.

2 risposte

Classificazione
  • exProf
    Lv 7
    4 mesi fa
    Migliore risposta

    LA RICHIESTA DI UNA PROCEDURA EQUA NON APPARE COMPLICATA, la complicazione sta tutta nel comprendere il tuo testo pieno zeppo del vostro gergo (che il resto d'Italia non è tenuto a comprendere) e di alcuni dati poco capibili da interpretare.

    Mentre ti chiedo di ridefinire qualcosa, mi sforzo di inventare qualche suggerimento; ma sia ben chiaro che per progettare una vera procedura equa occorre un insieme di notizie preciso e privo di equivoci.

    ==============================

    "(2 turni da 7,5h [15 h], mattina e pomeriggio, ed il turno notturno da 9h e 3/4 [15 h + 9h e 3/4 = 24 h e 3/4]."

    I 3/4 in più significa che al cambio di turno c'è un quarto d'ora di compresenza per le consegne?

    Ad esempio

    Turno 1) dalle 08:00 alle 15:30 [7 h e 1/2 a tariffa base]

    Turno 2) dalle 15:15 alle 22:45 [6 h e 1/4 a tariffa base; 1 h e 1/4 a tariffa alta]

    Turno 3) dalle 22:30 alle 08:15 [8 h e 1/2 a tariffa alta; 1 h e 1/4 a tariffa base]

    Con i tempi in unità U da un quarto d'ora, i turni 1 e 2 durano 30 U; il turno 3 ne dura 39; l'intera giornata occupa 99 U.

    Una procedura equa deve garentire il minimo scarto fra i turni effettivamente assegnati e la composizione in tipo di turno che derivano dall'esempio

    Turno 1) 30/99 = 10/33

    Turno 2) 30/99 = 10/33

    Turno 3) 39/99 = 13/33

    ------------------------------

    "8 operatori che fanno dalle 165 alle 173 ore mensili (full time), 2 operatori part-time da 20 ore settimanali (di cui uno non fa le notti) ed un altro operatore part-time che fa 30 ore settimanali."

    * 20 h = 80 U

    * 30 h = 120 U

    * 165 h = 660 U

    * 173 h = 692 U

    Per gli operatori a tempo pieno non è difficile proporre la rotazione dei turni avendo disponibile un intervallo di manovra (da 660 a 692 U).

    Ma per quelli a tempo parziale come si fa? O si evade il vincolo settimanale oppure ...?

    E per quello che non fa il turno tre come si compensa? Basta l'ipotizzata differenza di tariffe?

    E la reperibilità notturna come entra in gioco?

    ------------------------------

    "fare in modo che ci siano almeno 3 operatori al mattino, 2 operatori al pomeriggio ed 1 alla notte"

    Per fare una procedura accettabile sarebbe opportuno eliminare "almeno".

    ------------------------------

    Per il resto si tratta di parole, non di cifre.

    Che significano, in italiano corrente, le seguenti cosette prese qui e là?

    * "turnata"

    * "smontante" come nome di turno

    * "riposo" è un turno o una giornata?

    ------------------------------

    Se decidi di riscrivere meglio la descrizione del còmpito poi mandami il link alla nuova domanda (alla e-mail del mio profilo).

    Io abito a Roma da metà Settembre a metà Giugno e in Campania da metà Giugno a metà Settembre: non ho nulla a che fare con "Mestre, Marghera e limitrofi" (da dove manco da più di 35 anni!), ma conosco l'uso della posta elettronica e il tuo problema mi sembra abbastanza stuzzicante da provare a svilupparne almeno una prima soluzione.

    • P1V44 mesi faSegnala

      la reperibilità notturna entro in gioco nel momento in cui un operatore che fa la notte ha un emergenza. In quel caso, chiama il reperibile. Il reperibile dovrà stare quindi in struttura tutto il tempo necessario al rientro del collega o fino alle 7:15.

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Ci vuole un computer se no vi imbrogliate...altrimenti chiedete al dott. Galloni Nino

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.