Specchio800 ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 4 mesi fa

Si sono mai vergognati di voi? Siete mai stati, per qualcuno, motivo di imbarazzo?

...per le vostre idee, i vostri comportamenti?

Qualcuno che vi andava scusando e giustificando con persone di cui a voi non importava proprio niente?

Come avete reagito, quando lo avete scoperto?

E voi, vi siete mai vergognati di qualcuno (amico, parente)?

(Io lo reputo mostruoso.

Coltivare nell'ombra certi rapporti per timore del giudizio altrui!).

29 risposte

Classificazione
  • Osso
    Lv 7
    4 mesi fa
    Migliore risposta

    mio fratello lo fa continuamente, anche con me davanti come se io non ci fossi. "scusalo mio fratello è cosi", "non ci fare caso" rivolti ad atteggiamenti miei che secondo lui non vanno bene, io sono me stesso e sono quello che sono che mi accetti o no, forse in passato ho fatto cose che veramente hanno potuto mettere qualcuno a disagio perchè bevevo ecc.. ma adesso meglio di così non posso

  • Geo
    Lv 7
    4 mesi fa

    Un mio amico si vergognava di me e lanciava occhiate di intesa col perfetto sconosciuto con cui parlavo: "io ne sono fuori. Sono con lui ma non lo condivido".

    Lo ha fatto più volte, e una volta un ambulante di un mercatino, impermeabile alle manipolazioni di questo "amico", mi mise in guardia: "Vedi con chi ti accompagni!". E l'ambulante non lo conoscevo.

    Che amico, eh?

    E' soprattutto una questione di "ceto": fra ceti diversi non ci si capisce e ci si fa la guerra.

    Che fine ha fatto quest'amico?

    L'arte di manipolare riesce ad aprire tante porte, e l'intelligenza spesso non è in grado si smascherare il manipolatore, perché anche ciò che riteniamo, nei nostri giudizi, sorretto dal razionale, è preda inerme dell'emozione.

  • 4 mesi fa

    magari!

    almeno sarebbe stato un atteggiamento solo ipocrita, per salvare il salvabile, come dici tu mostruoso, ma non me ne sarei meravigliata conoscendo i soggetti: per paradosso li avrei comunque sentiti alleati nella giustificazione (anche se assurdo, lo so)

    in quanto, anche se nel modo loro egoistico e falso, avrebbero salvato loro stessi sì, ma secondo certe mentalità insane, anche me, pur vergognandosi

    e forse non mi sarebbe importato poi molto

    e invece (al peggio non c'è mai fine)

    da parte di un paio di parenti a me molto prossimi, mi sono vista "sputt@nare" pubblicamente su qualcosa di importantissimo per me di cui erano al corrente in gran segreto, ingenua io,

    e non sai che ghigni, e quali conseguenze per tale rivelazione! E ci scherzavano pure, complice un goccio di vino in più

    E così ho proprio cozzato contro un muro di pietra mentre io crollavo in tutto e per tutto.

    Non ho mai più, mai, rivisto neanche una pietruzza puzzosa di quel muro, per me sono stati tutti inghiottiti dal nulla

    E la cosa bizzarra è che non provo neanche odio, strano persino che lo stia scrivendo

    sono uscita fuori tema, però ho pensato a questo episodio

    ciao :-)

  • 4 mesi fa

    L'ho fatto un paio di volte.....e mi sono vergognato di averlo fatto, e non lo farò mai più.

    Scusarsi al posto di un altro, è un grande insulto verso quella persona, come se la si ritenesse "imbarazzante"......me ne sono accorto quando l'hanno fatto con me.

    Purtroppo, certe cose, quando non le passi sulla tua pelle, non le capisci....

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Boh
    Lv 7
    4 mesi fa

    Visto che sono molto timida, controllata e inibita non credo, se è successo è successo probabilmente in qualche occasione sociale in cui è capitato che magari mi sia sbottonata un po' di più, e lì comincio a sparare qualche fesseria in preda all'entusiasmo del momento...ma sono così autocritica, non capita quasi mai. Mi è successo/mi succede però di vergognarmi dei comportamenti di qualche amico/parente, ma non l'ho mai fatto presente, li ho sempre lasciati liberi di esprimersi, come è giusto che sia, visto che non sono nessuno per dirgli come comportarsi. Mi piacerebbe avere il loro "menefreghismo" in questo senso.

    • Crispo
      Lv 5
      4 mesi faSegnala

      Concordo con la tua parte autocritica, viva lei!, ahahah!

  • Serena
    Lv 7
    4 mesi fa

    Io sono molto riservata, difficile che abbia messo qualcuno in imbarazzo.

    Hanno messo in imbarazzo me invece, ma non sto qui a raccontare. 😥

  • 4 mesi fa

    Oh sì, magari non si vergognano ma chi mi conosce bene tende a giustificare ciò che faccio e dico in pubblico, dato che sono solito fare commenti fuori luogo, anche se sensati. Sanno che a me non importa cosa poi può arrivare a pensare un estraneo.

    L'ultimo episodio è stato tre giorni fa, al mare, ero con degli amici e c'erano amici di amici. Questa mi si presenta come fossimo già grandi amici, io resto indifferente, faccio un cenno e me ne vado.

    Il mio amicone ha esordito con "Lui è un po' strano, ma è un bravo ragazzo".

    E sticàzzi, sai che me ne frega. Per me poteva anche restarci male tutto il giorno.

  • wanial
    Lv 7
    4 mesi fa

    sono discreta e non parlo mai di altre persone, quindi non mi sono dovuta mai vergognare, le chiacchiere cretine ne sono girate, sopratutto da una parente acquisita e i suoi parenti più prossimi, ma le ha detto male male, saputa la cosa le ho detto quello che pensavo , infatti mi chiamava lingua biforcuta perchè le rispondevo a tono, avevo dalla mia parte un paio dei suoi sette figli, più uno che non ci litigava ma mi ha sposato...non so se hai capito che parlo di suocera:)))

  • 4 mesi fa

    In realtà è successo il contrario. Alcune persone che non frequento più (per ovvie ragioni) mi hanno messo in imbarazzo a causa dei loro atteggiamenti assai demenziali, gli estranei quindi avranno creduto che io fossi come loro.

  • Blu.
    Lv 7
    4 mesi fa

    Non che io sappia!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.