Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureLingue · 6 mesi fa

Perché i dialetti del Sud Italia sono più simili al latino mentre quelli del Nord Italia sembrano fatti su modello di lingue non italiane?

del centro, ed ovest del continente?

4 risposte

Classificazione
  • 6 mesi fa

    In primo luogo dipende da QUALE dialetto. Se prendi i dialetti siciliani trovi tantissimi prestiti arabi (la sola parola "cassata" è in realtà prestito arabo) oltre che una peculiare fonologia che si discosta dal latino molto più dell'italiano standard (che non ha un sistema fonologico troppo divergente, ma il siciliano ha alcune particolarità come la realizzazione "beddo/u" per "bello" ecc).

    I dialetti mediani hanno svariati costrutti alieni tanto all'italiano (corretto) quanto al latino, ma che hanno una motivazione precisa: per esempio i napoletani dicono, purtroppo, "voglio a te" oppure "chiamami a tuo fratello" utilizzando quella fastidiosa preposizione davanti al complemento oggetto animato. Non è un'invenzione partenopea ma semplicemente è l'influenza dello spagnolo (meglio: dell'aragonese), Si chiama "accusativo preposizionale". Per il resto, beh, si trovano sì relitti di forme molto arcaiche (come il mantenimento del neutro), ma si tratta comunque di lingue evolute appieno, per esempio a livello fonologico i dialetti mediani e meridionali sono interessati da estesi fenomeni di apocope e sincope, così che molto spesso le vocali si riducono a un suono indistinto (come la "e muta" francese). Tutte le caratteristiche di tali dialetti porta a una vicinanza non al latino ma al romeno e altre lingue affini (meglenoromeno, aromeno...).

    I dialetti settentrionali possono essere distinti in due gruppi: quelli gallici e quelli veneti, che sono più particolari.

    I gallici (ligure, piemontese, lombardo...) hanno subito una forte influenza dalle lingue galliche, le quali hanno a loro volta influenzato il latino parlato nella Gallia e che trasmetterà determinate caratteristiche al francese. Anche al nord hai diverse cadute vocaliche, ma soprattutto consonantiche (la formica in piemontese è la "furmia", come in francese è la "fourmi"). Naturalmente non sono uguali: piemontese e lombardo hanno caratteristiche tutte proprie, come un uso smodato degli articoli e dei pronomi personali (anche doppi, ma con un uso diverso da quanto fa il francese, es. differenze tra "je" e "moi").

    • ...Mostra tutti i contatti
    • wildcat924
      Lv 7
      6 mesi faSegnala

      e sempre vivra',in eterno,sono i vostri dialetti i quali non hanno nulla di similitudine con l'italiano che stanno scomparendo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 mesi fa

    I dialetti del nord hanno suoni mitteleuropei (non tutti). Nel nord Italia ci sono stati i longobardi che parlavano una specie di tedesco. Poi col tempo hanno appreso il latino, lo hanno storpiato e lo hanno fatto diventare lombardo. Ma i suoni della lingua longobarda non sono spariti, sono ancora usati nei dialetti.

    Nell'estremo sud italia per esempio si pronunciano alcune consonanti che in quasi tutta l'Europa non esistono, per esempio quai suoni del siciliano di tr, dr, dd, str. Anche quelli derivano dai popoli che c'erano prima della latinizzazione. In ambito mediterraneo il sistema vocalico appare più semplice. Ma ci sono delle eccezioni come la lingua turca. In ambito mitteleuropeo invece il sistema vocalico è molto più articolato. In francese esistono 16 vocali, in inglese (che deriva da lingue parlate nel centronord Europa) esistono più di 20 vocali.

    In realtà anche a sud Italia la situazione si può complicare. I pugliesi hanno alcuni suoni che sono più tipici del nord Europa che del sud.

    • wildcat924
      Lv 7
      6 mesi faSegnala

      I suoni meridionali come Tr, dri,dd e str in siciliano si pronunciano come in inglese Tree,Drink,Streaming.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 mesi fa

    Il piemontese è un dialetto francese che però ultimamente si è molto italianizzato

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 mesi fa

    A me veramente sembra che i dialetti del sud somiglino di più all'arabo

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.