Russia, la centrale atomica galleggiante "naviga" nell'Artico..............?

Aggiornamento:

Lunga 144 metri e larga 30, è partita per Pevek. Ambientalisti temono una "Chernobil sul mare". L'agenzia atomica russa: sicura e in grado di reggere l'impatto con un iceberg o con un'onda anomala

Aggiornamento 2:

La Akademik Lomonosov, la prima centrale atomica galleggiante, è partita oggi da Murmansk alla volta di Pevek: un viaggio di tre settimane e di 5.000 chilometri lungo tutto l'Artico russo. A Pevek, in Chukotka, nell'estremo nord-est della Russia

Aggiornamento 3:

la Akademik Lomonosov fornirà energia ad abitazioni ed impianti industriali e minerari. La centrale preoccupa gli ambientalisti, che temono possa trasformarsi in una "Chernobyl galleggiante". La Akademik Lomonosov pesa 21.500 tonnellate, è lunga 144 metri e larga 30. E' dotata di due reattori da 35 megawatt ciascuno, capaci di fornire energia a una città di 100.000 abitanti.

Aggiornamento 4:

Il progetto punta a rendere possibili le forniture di energia a luoghi remoti, ma alcuni esperti ritengono che il suo costo sia eccessivo.

Aggiornamento 5:

L'agenzia atomica russa Rosatom sostiene che la Akademik Lomonosov, trainata da tre rimorchiatori, sia estremamente sicura e in grado di reggere l'impatto con un iceberg o con un'onda anomala. Ma gli ambientalisti temono che centrali nucleari di questo tipo siano vulnerabili ai disastri naturali ma anche che possano essere vendute a Paesi con standard di sicurezza inadeguati. Alcuni Stati dell'Asia, dell'Africa e dell'America Latina sarebbero infatti interessati al progetto.

Aggiornamento 6:

Cosa ne pensi?

Attachment image

10 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Migliore risposta

    Naviga nell'Artico...Che notiziona clamorosa! E se anche fosse vero, quale sarebbe lo scandalo? Hai mai sentito forse parlare degli incidenti(avarie anche pesanti..) che avvengono nelle centrali nucleari degli Usa? Tutto tace, nonostante ne avvengono in continuazione. Sordina assordante, in Italia e nel mondo. Forse che quelle americane siano meno nocive e quindi non devono essere rese note alla gente? Invece, silenzio tombale solo perché sono americane?

  • niente è più radioattivo e pericoloso dell'ambiente circostante dell'uccello di uno zingaro tuttoscappellato

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ma lei chi è mi scusi?

  • 2 mesi fa

    era meglio il carbone...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    U3u3i3iieiei34iii4ii4i

  • Luigi
    Lv 7
    2 mesi fa

    Bisognerebbe ricercare fonti meno inquinanti per produrre energia tipo a idrogeno così dichiarava il Prof. Rubbia

  • Franky
    Lv 7
    2 mesi fa

    vai vai ........ povero mondo

  • 2 mesi fa

    Amen.....................

  • Se dovesse succedere un incidente sarebbe un disastro ambientale mondiale visto che tutti i mari sono connessi.

  • Marco
    Lv 6
    2 mesi fa

    un altro enorme rischio per il pianeta.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.