Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaPiccola impresa · 3 mesi fa

se mi offro come telefono amico, mettendo la possibilità di fare una donazione, secondo voi potrebbe funzionare?

devo aprire una partita iva lo stesso?

Aggiornamento:

anonimo: posso quindi lasciare la postepay da ricaricare?

Aggiornamento 2:

anonimo2: ma io mi offro solo come ascolto/sfogo, non come terapeuta.

Aggiornamento 3:

ALICE G: ma già da subito?? perchè inizialmente vorrei vedere se la cosa è fattibile o meno....se la gente chiama, quante chiamate ricevo, se riesco ad avere delle donazioni per poter dedicare più tempo e quind soddisfare le richieste....ecco

4 risposte

Classificazione
  • 3 mesi fa

    devi aprire una onlus

  • Anonimo
    3 mesi fa

    80tdti0di0tdi0tdi0td

  • Anonimo
    3 mesi fa

    Per le donazioni, se rimani sotto i 5000€ annui non ci dovrebbero essere problemi ( ma non ne sono sicuro, è meglio informarti), altrimenti se hai più di quella cifra hai 2 strade:

    1. registrarti come no-profit ed in quel caso le donazioni non dovrebbero essere tassate.

    2. aprire la partita iva e dichiarare le donazioni che in questo caso sono tassate visto che sono la tua fonte di guadagno.

    Inoltre per aprire un telefono amico devi avere una laurea in psicologia, non puoi improvvisarti.

  • Anonimo
    3 mesi fa

    non sono esperto ma mi sembra che le donazioni non siano tassabili, quindi no.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.